Scienziati: LSD e funghi magici per i pazienti fuori uso

Youtube.
Per favore, condividi questa storia!
droghe allucinogene hanno cercato di fornire risposte non biblici a domande come chi siamo, perché siamo qui e dove stiamo andando. Tradizionalmente, il cristianesimo ha fornito queste risposte. Tecnocrate scienziati e medici vogliono dotare gli operatori sanitari hospice sia con la psilocibina e LSD per fornire risposte alternative ai pazienti di fine vita. ⁃ TN Editor

Gli oppiacei sono le droghe di scelta nella lotta contro il dolore nei malati terminali, ma gli oppiacei rendono tali pazienti noiosi e insensibili. Gli allucinogeni potrebbero offrire un percorso migliore.

Gli '60s erano l'epoca d'oro della ricerca sull'LSD. Il governo degli Stati Uniti ha sovvenzionato almeno esperimenti 116 (di cui siamo a conoscenza) in questo intervallo per svelare i suoi segreti. Il dottor Stanislav Grof, uno dei primi sperimentatori, descrisse l'LSD come un "amplificatore non specifico dell'inconscio", sia per il bene che per il male. Il suggerimento era che l'LSD potesse essere un modulatore primario della mente inconscia e sbloccare i suoi misteri risponderebbe alle domande su chi siamo, perché siamo qui e cosa diventerà di noi. Grandi domande davvero. Forse troppo grande per essere lasciato agli scienziati?

Per quanto tu possa provare, non puoi tenere qualcosa di così grande rinchiuso in laboratorio. Queste molecole fuggirono dalla torre d'avorio e iniziarono una rivoluzione (relativamente) senza sangue in America, specialmente tra i giovani, che erano disillusi dal governo degli Stati Uniti, e la gestione della guerra del Vietnam e del movimento per i diritti civili. Gli psichedelici erano di gran moda alla fine degli 60 in tutto il paese. I campus universitari sono stati il ​​banco di prova per questo esperimento sociale, e alcuni lo sono ancora.

Chi su questa terra ha più bisogno di felicità, o almeno l'alleviamento della forma più grave di disforia o angoscia? I malati di cancro terminali, ecco chi. L'assistenza ospedaliera standard fornisce a questi pazienti oppiacei come l'idromorfone (Dilaudid) che, alleviando il dolore, li drogano fino al punto in cui non possono e non si preoccupano, e non possono nemmeno rispondere: non possono dire al i dottori che hanno paura, oi loro cari che li amano. E ovviamente questi oppiacei creano dipendenza. Potresti discutere: a chi importa della dipendenza se stai già morendo? Entrambi i miei genitori sono morti in cure ospedaliere, entrambi drogati con oppiacei alla fine. Non potevo dire loro che li amavo e non potevano comunicare di nuovo. Prescrivere gli oppiacei è più umano che far soffrire i pazienti, ma non è un modo ottimale per lasciare questo mondo. Tutti meritiamo un'uscita migliore di quella, in pace con la nostra imminente mortalità.

In uno studio che ha richiesto un intero decennio per essere completato, e con l'approvazione della FDA, NIH, DEA e una serie di commissioni di revisione istituzionale, Charles Grob presso il Medical Center di Harbour-UCLA ha valutato l'uso della psilocibina (il composto in "magia funghi ") come trattamento autonomo per l'ansia reattiva e la depressione che frequenta la morte a causa del cancro terminale. In uno studio iniziale, gli individui 12 con una diagnosi di cancro pericolosa per la vita hanno partecipato a una modalità crossover randomizzata in doppio cieco (né il soggetto né il medico sapevano quale trattamento veniva somministrato) con psilocibina o niacina (vitamina B3), che si traduce in una sensazione di formicolio e ha agito come controllo placebo. Inoltre, ogni soggetto è stato preventivamente preparato da uno psicologo abilitato a ridurre al minimo la possibilità di effetti collaterali o di un brutto viaggio. Ognuno aveva la propria guida metafisica personalizzata, che rimase con loro durante la sessione. Hanno ottimizzato il set e l'ambiente fornendo un ambiente piacevole e confortevole. Questi studi di ricerca clinica sono stati eseguiti e documentati con cura, e soprattutto rimprovero. I risultati furono piuttosto notevoli. I sentimenti di "sconfinatezza oceanica" e di "ristrutturazione visionaria" sono stati seguiti da umore positivo e riduzione dei punteggi depressivi, che sono persistiti fino a sei mesi dopo la fine del trattamento con psilocibina.

In uno studio che ha richiesto un intero decennio per essere completato, e con l'approvazione della FDA, NIH, DEA e una serie di commissioni di revisione istituzionale, Charles Grob presso il Medical Center di Harbour-UCLA ha valutato l'uso della psilocibina (il composto in "magia funghi ") come trattamento autonomo per l'ansia reattiva e la depressione che frequenta la morte a causa del cancro terminale. In uno studio iniziale, gli individui 12 con una diagnosi di cancro pericolosa per la vita hanno partecipato a una modalità crossover randomizzata in doppio cieco (né il soggetto né il medico sapevano quale trattamento veniva somministrato) con psilocibina o niacina (vitamina B3), che si traduce in una sensazione di formicolio e ha agito come controllo placebo. Inoltre, ogni soggetto è stato preventivamente preparato da uno psicologo abilitato a ridurre al minimo la possibilità di effetti collaterali o di un brutto viaggio. Ognuno aveva la propria guida metafisica personalizzata, che rimase con loro durante la sessione. Hanno ottimizzato il set e l'ambiente fornendo un ambiente piacevole e confortevole. Questi studi di ricerca clinica sono stati eseguiti e documentati con cura, e soprattutto rimprovero. I risultati furono piuttosto notevoli. I sentimenti di "sconfinatezza oceanica" e di "ristrutturazione visionaria" sono stati seguiti da umore positivo e riduzione dei punteggi depressivi, che sono persistiti fino a sei mesi dopo la fine del trattamento con psilocibina.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti