Lavastoviglie: i robot stanno arrivando per i tuoi lavori

Per favore, condividi questa storia!
Almeno le persone 500,000 sono impiegate come lavastoviglie in America, fornendo alla forza lavoro con il reddito più basso un posto dove sopravvivere. La mente di Technocrat non ha alcuna preoccupazione per l'impatto sociale o umano delle loro invenzioni. ⁃ Editor TN

Più di mezzo milione di persone lavorano oggi come lavastoviglie negli Stati Uniti, secondo i dati più recenti del Dipartimento del Lavoro. Ma non sono quasi sufficienti per tenere pulite le pentole nei 660,755 stabilimenti contati dal Consenso del ristorante del gruppo NPD 2018.

Entra Dishcraft, una start-up che costruisce una lavastoviglie robotizzata per cucine commerciali.

L'amministratore delegato e fondatore Linda Pouliot ha affermato che per capire cosa la tecnologia potrebbe davvero fare per aiutare, lei e il CTO Paul Birkmeyer sono andati in ristoranti di ogni tipo, offrendosi volontari per lavare i loro piatti. I ristoratori e i gestori erano più che accoglienti.

I co-fondatori hanno scoperto che il lavoro nella stanza dei piatti è lo stesso di decenni: ripetitivo, frenetico e fisicamente punitivo.

In una configurazione tipica, è facile per una lavastoviglie rompere un piatto, scottarsi o scivolare e cadere sul pavimento bagnato, notò Birkmeyer. E al lavoro è allettante per le lavastoviglie mettere un elastico sugli spruzzatori sopraelevati per mantenere l'acqua calda in funzione tutto il giorno, in modo che non debbano continuare a raggiungere e afferrare. Queste condizioni determinano l'attrito.

"Abbiamo scoperto che il problema è universale. Non importava se tu fossi la lavanderia francese, la caffetteria di un ospedale o il Chili's; tutti hanno difficoltà ad assumere lavastoviglie ", ha detto Pouliot.

Alcuni ristoranti si rivolgono a prodotti usa e getta o si occupano solo delle spese di reclutamento costante. Dishcraft vuole offrire loro un'opzione più sostenibile e meno costosa.

Il sistema di Dishcraft contiene quattro elementi principali: un gocciolatoio, una lavastoviglie robotizzata, una griglia e una macchina igienizzante.

Alla consegna del piatto, i commensali o gli accompagnatori posizionano ciotole e piatti sporchi in un contenitore che si impila e li tiene traccia. Quando un rack è pieno, una luce chiama un lavoratore della lavastoviglie che lo sposta sulla lavastoviglie robotica, che li carica automaticamente.

La lavatrice preleva i piatti e le ciotole con un magnete, li pulisce con una ruota raschiante in gomma e li risciacqua con acqua grigia (acqua riciclata sicura per la pulizia). La lavatrice robotica di Dishcraft utilizza telecamere, sensori e "algoritmi di identificazione dello sporco" per trovare e pulire ogni ultimo punto di cibo, anche quelli che sarebbero invisibili a occhio nudo.

Una volta lavati, la macchina impila i piatti e le ciotole in griglie. Un lavoratore posiziona quindi quei rack in un disinfettante, attrezzatura standard già utilizzata oggi nelle cucine commerciali. Il disinfettante riscalda i piatti, uccidendo eventuali germi rimanenti.

I ristoranti adorano il sistema perché "I robot non richiamano, i robot non si prendono pause e i robot non si prendono le vacanze", ha detto Pouliot.

Mentre Dishcraft è focalizzato sulle installazioni nelle caffetterie ad alto volume di oggi, ha un modo per aiutare anche i ristoranti più piccoli.

Secondo Steve Anderson, fondatore di Baseline VC e primo investitore di Dishcraft, alla fine di ogni pasto o giorno la società sostituirà stoviglie pulite e sporche in ristoranti selezionati, proprio come un servizio di lavanderia.

I sistemi Dishcraft funzionano solo con i piatti e le ciotole che l'azienda produce e vende oggi. Sono difficili da rompere, facili da trasportare e hanno pezzi di metallo applicati sul fondo in modo da essere facilmente afferrati dalla lavastoviglie robotizzata.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite
1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Suona MOLTO contorto e non è una macchina ben progettata. L'acquirente deve ancora chiedere a un dipendente di rimuovere il cibo dai piatti. Un altro dipendente deve caricarli nella macchina e il venditore di alimenti deve effettuare un investimento iniziale in piatti appositamente progettati per adattarsi alla macchina. E, naturalmente, i piatti "speciali" sono un flusso di entrate ripetitivo per l'azienda di origine. Sembra che qui sia necessario un nuovo tavolo da disegno. Le aziende alimentari non stanno acquistando una lavastoviglie robotica che funziona così bene è come avere un vero essere umano nella tua cucina. Questa macchina suona... Per saperne di più »