La modellazione di computer con virus truccato è esposta da dati reali

Imperial collegeWikimedia Commons, Vinceesq
Per favore, condividi questa storia!
Un mese fa, ho scritto Le radici comuni dei cambiamenti climatici e l'isteria COVID-19 ciò ha dimostrato le disintossicanti tattiche sbalorditive della paura degli allarmisti del riscaldamento globale mentre utilizzavano COVID-19 per provocare intenzionalmente il più grande evento economico globale della storia.

Gli allarmisti climatici volevano da tempo uccidere l '"economia marrone" e sostituirla con una forma "verde" di sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia. Meno di 30 giorni dopo che l'Imperial College ha rilasciato il suo modello di dati iniziale che prevedeva 500,000 morti nel Regno Unito e 1.2 milioni negli Stati Uniti, l'intera narrativa sta ora cadendo a pezzi, ma il danno è già stato fatto e non può essere riparato.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità è un'agenzia a tutti gli effetti delle Nazioni Unite, che guida gli allarmisti climatici sopra menzionati. Il tasso di mortalità stimato dell'OMS è 20-30 volte superiore al tasso di mortalità effettivo riportato dalla Stanford University compreso tra lo 0.1 e lo 0.2%.

Il numero di morti effettive per COVID-19 non verrebbe probabilmente modificato se in primo luogo non fosse mai stata scatenata la fuga forzata. Forse sarebbe stata solo una stagione influenzale più cattiva del solito. Tuttavia, il grande panico del 2020 ha causato innumerevoli morti non correlate al coronavirus e ha silurato il sistema economico globale. Milioni di persone sono senza lavoro. Decine di migliaia di aziende sono già definitivamente chiuse. Le persone che hanno bisogno di assistenza sanitaria hanno paura a morte per presentarsi in ospedale.

La realtà è che i pochi tecnocrati fomentatori di paura che sapevano esattamente cosa stavano facendo quando in senso figurato gridavano "FUOCO!" in un teatro affollato, non saranno mai ritenuti responsabili della loro spregevole e fraudolenta manipolazione della società. I cittadini preoccupati dovrebbero smetterla di ossessionarsi su chi ha creato COVID-19 e l'angolo di strada dove è apparso per la prima volta, e concentrarsi invece sui veri istigatori e sulle loro reali motivazioni. ⁃ TN Editor


I dati sono in - fermare il panico e terminare l'isolamento totale

Il dottor Scott Atlas tramite The Hill

La tragedia della pandemia COVID-19 sembra entrare nella fase di contenimento. Decine di migliaia di americani sono mortie gli americani sono ora alla disperata ricerca di politici sensati che hanno il coraggio di ignorare il panico e fare affidamento sui fatti. I leader devono esaminare i dati accumulati per vedere cosa è realmente accaduto, piuttosto che continuare a enfatizzare le proiezioni ipotetiche; combinare quell'evidenza empirica con i principi fondamentali della biologia stabiliti per decenni; e poi ripristinare meditatamente il Paese in modo che funzioni.

Cinque fatti chiave vengono ignorati da coloro che chiedono di continuare il blocco quasi totale.

Fatto 1: La stragrande maggioranza delle persone non ha alcun rischio significativo di morire a causa di COVID-19.

La recente Stanford Lo studio sugli anticorpi universitari ora stima che il tasso di mortalità se infetto è probabilmente dallo 0.1 allo 0.2 percento, un rischio di gran lunga inferiore alla precedente Organizzazione mondiale della sanità stime che erano 20-30 volte superiori e che hanno motivato le politiche di isolamento.

A New York City, un epicentro della pandemia con oltre un terzo di tutte le morti negli Stati Uniti, il tasso di morte per le persone di età compresa tra 18 e 45 anni è dello 0.01%, o 11 ogni 100,000 nella popolazione. D'altra parte, le persone di età pari o superiore a 75 anni hanno un tasso di mortalità 80 volte superiore. Per le persone sotto i 18 anni, il tasso di morte è zero ogni 100,000.

Di tutti i casi fatali a New York stato, due terzi erano in pazienti di età superiore ai 70 anni; oltre il 95 percento aveva più di 50 anni; e circa il 90 percento di tutti i casi fatali presentava una malattia di base. Dei 6,570 decessi confermati di COVID-19 sono stati completamente indagati per le condizioni sottostanti fino ad oggi, 6,520 o 99.2 per cento, aveva una malattia di base. Se non hai già una condizione cronica sottostante, le tue possibilità di morire sono basse, indipendentemente dall'età. E i giovani adulti e i bambini in condizioni di salute normale non hanno quasi alcun rischio di malattie gravi da COVID-19.

Fatto 2: La protezione delle persone anziane a rischio elimina il sovraffollamento degli ospedali.

Possiamo conoscere l'utilizzo dell'ospedale da dati da New York City, il focolaio di COVID-19 con più di 34,600 ricoveri fino ad oggi. Per i minori di 18 anni, il ricovero in ospedale per virus è dello 0.01% ogni 100,000 persone; per i giovani dai 18 ai 44 anni, il ricovero è dello 0.1 per cento ogni 100,000. Anche per le persone di età compresa tra 65 e 74 anni, solo l'1.7% è stato ricoverato. Di 4,103 ha confermato COVID-19 pazienti con sintomi abbastanza gravi da cercare cure mediche, dott. Leora Horwitz del NYU Medical Center ha concluso che "l'età è di gran lunga il più forte fattore di rischio per il ricovero". Anche presto CHI i rapporti hanno rilevato che l'80% di tutti i casi erano lievi e studi più recenti mostrano un tasso di infezione molto più diffuso e un tasso inferiore di malattie gravi. La metà di tutte le persone risultate positive all'infezione non ha alcun sintomo. La stragrande maggioranza delle persone più giovani, altrimenti sane, non ha bisogno di cure mediche significative se prende questa infezione.

Fatto 3: L'immunità vitale della popolazione è prevenuta da politiche di isolamento totale, prolungando il problema.

Sappiamo da decenni di scienza medica che l'infezione stessa consente alle persone di generare una risposta immunitaria - anticorpi - in modo che l'infezione sia controllata in tutta la popolazione da "immunità della mandria. " In effetti, questo è lo scopo principale dell'immunizzazione diffusa in altre malattie virali: aiutare con l'immunità della popolazione. In questo virus, sappiamo che l'assistenza medica non è nemmeno necessaria per il vasto maggioranza di persone che sono infette. È così lieve che la metà delle persone infette è asintomatica, come mostrato nei primi dati del Diamond Princess nave, e poi dentro Islanda e Italia. È stato falso ritratto come un problema che richiede l'isolamento di massa. In effetti, le persone infette senza malattie gravi sono il veicolo immediatamente disponibile per stabilire un'immunità diffusa. Trasmettendo il virus ad altri nel gruppo a basso rischio che poi generano anticorpi, bloccano la rete di percorsi verso le persone più vulnerabili, ponendo fine alla minaccia. Estendere l'isolamento dell'intera popolazione impedirebbe direttamente lo sviluppo di quella diffusa immunità.

Fatto 4: Le persone muoiono perché altre cure mediche non vengono effettuate a causa di proiezioni ipotetiche.

L'assistenza sanitaria critica per milioni di americani viene ignorata e le persone muoiono dalla voglia di accogliere i "potenziali" pazienti COVID-19 e per paura di diffondere la malattia. Maggior parte stati e molti ospedali hanno interrotto bruscamente le procedure "non essenziali" e chirurgia. Ciò ha impedito la diagnosi di malattie potenzialmente letali, come lo screening del cancro, le biopsie di tumori ora sconosciuti e potenzialmente mortali aneurismi cerebrali. Anche i trattamenti, comprese le cure di emergenza, per le malattie più gravi sono stati persi. I malati di cancro differiti chemioterapia. Si stima che l'80% dei casi di chirurgia cerebrale siano stati saltati. I pazienti con ictus acuto e infarto hanno perso le loro uniche possibilità di trattamento, alcuni morendo e molti ora devono affrontare una disabilità permanente.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti