Prossima eliminazione per Google, YouTube: contenuti negazionisti sui cambiamenti climatici

GretaYoutube
Per favore, condividi questa storia!
Sembra che se sei un negazionista di qualsiasi tipo, verrai epurato dalla macchina del Tecnocrate. L'unico contenuto rimasto sarà quello che concorda al cento per cento con la narrativa globale del Grande Reset, alias Tecnocrazia. Nel frattempo, Google continua a sostenere di non essere un'organizzazione editoriale. Editor TN

Google e YouTube hanno annunciato giovedì una nuova politica che vieta ai negazionisti del clima di monetizzare i propri contenuti sulle proprie piattaforme tramite annunci o pagamenti ai creator.

Perché è importante: È una delle misure più aggressive che qualsiasi grande piattaforma tecnologica abbia adottato per combattere la disinformazione sul cambiamento climatico.

Caratteristiche: Agli inserzionisti e agli editori di Google, così come ai creatori di YouTube, sarà vietato realizzare entrate pubblicitarie da contenuti che contraddicono "un consenso scientifico ben consolidato sull'esistenza e le cause del cambiamento climatico", ha affermato il team pubblicitario dell'azienda in una nota.

  • "Ciò include contenuti che fanno riferimento al cambiamento climatico come una bufala o una truffa, affermazioni che negano che le tendenze a lungo termine mostrino che il clima globale si sta riscaldando e affermazioni che negano che le emissioni di gas serra o l'attività umana contribuiscano al cambiamento climatico".
  • Gli annunci e la monetizzazione potranno ancora essere eseguiti insieme ad altri argomenti relativi al clima, come i dibattiti pubblici sulla politica climatica, gli impatti dei cambiamenti climatici e nuove ricerche sull'argomento.

Google ha detto che sta apportando queste modifiche in risposta alla frustrazione da inserzionisti e creatori di contenuti sui loro messaggi che appaiono insieme al negazionismo climatico.

  • "Gli inserzionisti semplicemente non vogliono che i loro annunci vengano visualizzati accanto a questo contenuto. Ed editori e creatori non vogliono che gli annunci che promuovono queste affermazioni appaiano sulle loro pagine o sui loro video", ha affermato la società.

Si ma: Google fa spesso dei cambiamenti alle sue politiche pubblicitarie per ridurre la disinformazione, ma questo aggiornamento è degno di nota, dato quanto può essere difficile caratterizzare alcuni commenti sul cambiamento climatico come negazionismo o disinformazione.

  • Il gigante della tecnologia afferma che quando valutiamo i contenuti rispetto alla nuova politica, "esamineremo attentamente il contesto in cui vengono fatte le affermazioni, differenziando tra contenuti che affermano un'affermazione falsa come un fatto, rispetto a contenuti che riportano o discutono tale affermazione".
  • La società afferma di essersi consultata con esperti, come i rappresentanti del Gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui rapporti di valutazione dei cambiamenti climatici, per creare la politica. Il rapporto trovato che ci sono prove "inequivocabili" che dimostrano che le emissioni umane di gas serra stanno causando il riscaldamento globale".
  • Google afferma che utilizzerà una combinazione di strumenti automatizzati e revisione umana per far rispettare la nuova politica.

La grande immagine: Le società di Internet sono state sottoposte a crescenti pressioni da parte degli attivisti climatici per fare di più per affrontare la negazione del cambiamento climatico sulle loro piattaforme.

  • Google mercoledì svelato una suite di nuovi strumenti che offrono ai consumatori maggiori informazioni in modo che possano scegliere di ridurre le proprie emissioni di gas serra.
  • A febbraio, Facebook ampliato un portale online pensato per contrastare la disinformazione sui cambiamenti climatici.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
elle

“Le società di Internet sono state sottoposte a crescenti pressioni da parte degli attivisti climatici per fare di più per affrontare la negazione del cambiamento climatico sulle loro piattaforme”.

TRADUZIONE: …dagli attivisti del clima a fare di più per CENSOR opinione pubblica che non è d'accordo con il loro punto di vista tecnocratico/totalitario e quelli degli scienziati che non sono d'accordo tra loro.

PROPAGANDA DAI TECNOCRATI.

Freeland_Dave

Piano inclinato avvolto in un'elica attorno a un asse centrale per Gretta, l'ONU, Google, youtube o chiunque altro predichi questo escremento fecale bovino. Non ho bisogno di nessuno di loro.

Diane DiFlorio

Ho fatto rimuovere due video dal mio canale YouTube che parlavano di vaccini. Uno era un medico che faceva una presentazione ed è stato pubblicato nel 2013 con oltre 85k visualizzazioni. L'altro era una presentazione al Toronto Board of Health Town Hall Meeting su vaccini e salute.
YouTube l'ha chiamata disinformazione medica e le due e-mail che ho ricevuto sono arrivate esattamente nello stesso momento. Le purghe si intensificheranno sicuramente nei prossimi mesi.

Penny King

La rivoluzione elettrica è una frode e i miliardari e gli addetti ai lavori lo sanno. Planet of the Humans e altri documentari mostrano come questa rivoluzione aumenterà il consumo complessivo di carburante e l'estrazione mineraria del 50-150% poiché tutti i sistemi hanno un sistema di backup e di avviamento e la tossicità dei componenti è da estrema a assolutamente mortale. Il computer Apple sta usando il lavoro forzato così come Space X nei loro paesi del terzo mondo che forzano cobalto e litio. Tutti i componenti sono molto molto più costosi e sono molto meno efficienti e il vecchio carbone, petrolio e gas di riserva dovrà ancora rimanere... Per saperne di più »