Ritratto di Eric Schmidt: Technocrat, Big Tech Titan, membro della Commissione Trilaterale, Filanderer

Per favore, condividi questa storia!
Rifletti per qualche minuto sulla strana ascesa di Eric Schmidt da nerd del software all'erede apparente del collega della Trilaterale, Henry Kissinger. Come molti Trilaterali (ad esempio, Jeffrey Epstein, Bill Clinton), Schmidt ha scartato l'etica e la moralità per uno stile di vita che includeva un "matrimonio aperto" e molteplici relazioni adultere. Editor TN

Ormai, molti conoscono la leggenda di Eric Schmidt: come, nel 2001, i giovani co-fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, lo hanno portato in azienda nei suoi primi anni critici per essere "l'adulto nella stanza" e instillare disciplina nella loro start-up indisciplinata e in rapida crescita.

I ragazzi, all'epoca di 28 e 27 anni, avevano inizialmente sperato che Steve Jobs potesse partecipare al concerto. Non essere. In seguito sono stati presentati a Schmidt, un 46enne apparentemente mite con un vestito largo che era CEO di Novell, una società di software che stava perdendo terreno a favore di Microsoft. All'apparenza i tre non sembravano avere molto in comune. Fino a quando, cioè, la conversazione si è spostata su Burning Man, il festival del sesso quasi apocalittico, a volte drogato, spesso libero nel deserto del Nevada, di cui Sergey e Larry erano grandi, grandi fan.

"Anche io!", ha detto Schmidt.

Bene ora.

Schmidt è stato il terzo candidato a cui è stato offerto il lavoro e il primo a dire di sì. Il suo compenso quel primo anno fu di $ 250,000, più un bonus di $ 300,000, ma tutto impallidì in confronto ai 14.4 milioni di azioni Google - il 6% della società - che ricevette anche.

Secondo molti parametri, Schmidt ha avuto un successo incredibile. Marissa Mayer, una delle prime impiegate di Google che in seguito è stata CEO di Yahoo, mi dice: "Eric era in grado di vedere dietro gli angoli in modi che nessun altro poteva vedere. Compresi i fondatori». Ha concentrato l'azienda su una missione e, così facendo, l'ha aiutata a diventare il colosso che è, principalmente convincendo Page e Brin a trasformare il motore di ricerca in una gigantesca macchina pubblicitaria.

"Eric ci ha tenuti concentrati sul laser su come costruire il meglio in ciò che conta davvero", afferma Mayer.

Lo ha anche guidato alla sua storica IPO, nel 2004, che ha raccolto $ 1.9 miliardi. Fu un accordo che rese i fondatori spettacolarmente ricchi, come fece Schmidt. (Da allora, le azioni sono aumentate di circa il 4,400 percento. Le entrate pubblicitarie di Google nel primo trimestre del 2021 è stato di quasi $ 45 miliardi e l'azienda è ora la quinta più preziosa al mondo.)

Tuttavia, nella Silicon Valley, Schmidt è un po' un'eccezione. Lo è sempre stato. E a differenza di molti dei nomi più importanti dell'indice Bloomberg Billionaires: Bezos ($ 195 miliardi); Muschio ($ 171 miliardi); Gates (146 miliardi di dollari); Zuckerberg (112 miliardi di dollari); Page e Brin (105 miliardi di dollari), i quali hanno tutti costruito attività con le proprie idee: Schmidt (n. 74, con un valore di 24 miliardi di dollari) ha creato esattamente... niente.

In altre parole, Schmidt si è arricchito alla vecchia maniera. È una delle poche persone sulla lista di Bloomberg che è diventata iper-ricca non per ciò che ha fatto ma per le mosse che ha fatto, in particolare, attaccandosi alle persone giuste al momento giusto e poi migliorando ciò che hanno fatto.

Eppure, mentre Brin e Page hanno assunto Schmidt per essere l'adulto nella stanza, nel corso degli anni si è guadagnato la reputazione di essere praticamente qualsiasi cosa tranne, almeno quando si tratta di costumi sociali e donne che non sono sua moglie. In questi giorni, grazie ai drammatici busti di Jeff Bezos e Bill Gates dalle rispettive prime mogli, MacKenzie e Melinda, potrebbe sembrare che i tecnici stiano attraversando una sorta di riallineamento del mercato, almeno con i loro altri significativi.

Ma nonostante tutto il dramma che circonda Bill e Jeff, questi due sembrano decisamente, beh, adulti accanto a Schmidt. Tecnicamente, il ribelle ex CEO di Google è ancora sposato con Wendy Schmidt, ma gode dei vantaggi di un matrimonio che è, per così dire, un segreto molto aperto e, a volte, molto imbarazzante.

Come mi dice una persona che ha trascorso del tempo con Brin e Page, "Eric era un donnaiolo seriale, molto evidente... E so che ha fatto impazzire molte persone su Google, non solo Larry e Sergey. Semplicemente non gli piaceva". Il che ti fa chiedere perché Brin e Page abbiano chiuso un occhio sul comportamento di Schmidt per così tanto tempo, e se le sue buffonate alla fine lo hanno reso una responsabilità aziendale che hanno dovuto eliminare. (Google non ha risposto alle richieste di commento.)

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Blaise Vanne

Sono un ex ingegnere e istruttore di rete Novell e la persona responsabile della creazione della certificazione CompTIA Server+. Una cosa che mi ha SEMPRE interessato è questa: – In passato, c'era un altro Facebook là fuori, MyPlace o qualcosa di simile se la memoria non mi inganna (correggimi se sbaglio, ma il nome esatto non ha importanza). Credo che fossero prima nello spazio, ma è arrivato Farcebook e l'altro è semplicemente scomparso. Pensavo che Facebook avesse solo un modello di business migliore in quel momento. Forse…. tranne che questo è solo uno dei tanti esempi, come di seguito... Per saperne di più »

Mari

Interessante sentire questo lato della tua vita Patrick lol.😆

elle

Ricordo tutti i cambiamenti che hai notato abbastanza chiaramente e che a quel tempo pensavi allo stesso modo. Grazie a Brandon Eich abbiamo Brave. DuckDuckGo è stata la mia scelta sin dall'inizio. Ho usato anche Mozilla dall'inizio fino a quando non si è esaurito.

Grazie per la prospettiva interna.