Perché il pubblico dovrebbe ribellarsi alle vaccinazioni forzate

Bill Gates
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Non esiste alcun argomento legale, morale o logico che giustifichi entità governative che richiedono l'accesso al proprio corpo per iniettare sostanze estranee in te. Invece, è semplicemente un gioco di controllo e potere: "Farai ciò che diciamo, quando lo diciamo, o altro".

Il driver principale delle vaccinazioni applicate a livello globale è Bill Gates. La famiglia Gates ha profondi legami storici con il movimento eugenetico originale, che continua a colorare tutto ciò che Gates fa oggi. Dichiara apertamente che il suo obiettivo principale è la riduzione della popolazione globale, affermando contemporaneamente che i vaccini aiuteranno a salvare vite umane. Non puoi averlo in entrambi i modi. Questo patetico esercizio della dialettica hegeliana è progettato per abbattere la resistenza mentale alle sue convinzioni fondamentali: "gestire la mandria" richiede l'accesso a tutti i corpi all'interno della mandria. ⁃ Editor TN

Il dibattito sulla moralità e sulla praticità delle vaccinazioni forzate ha imperversato per molti anni, molto prima che il coronavirus colpisse mai la popolazione degli Stati Uniti. Con l'avvento della pandemia la narrativa si è spostata su una "necessità". I media e la maggior parte dei governi di tutto il mondo ora agiscono come se le vaccinazioni di massa fossero un dato di fatto; il "dibattito è finito", come dicono i collettivisti quando sono stanchi di dover affrontare qualsiasi lamentela logica o fattuale.

Nel caso del nuovo coronavirus non esiste ancora un vaccino; a meno che, naturalmente, il virus non sia stato progettato o sviluppato in un laboratorio (come suggeriscono sempre più prove), e quindi forse ce n'è già uno sviluppato. In genere, i vaccini impiegano anni per essere testati e prodotti e ogni volta che un vaccino viene immesso sul mercato tendono a succedere cose molto brutte.

Il dibattito sui vaccini ruota spesso attorno alla questione della sicurezza. Una particolare inoculazione è sicura o velenosa? Ha effetti a lungo termine che sono pericolosi? Danneggia i bambini con sistemi corporei altamente sensibili e sottosviluppati? Queste sono preoccupazioni valide, ma alla fine la lotta contro i vaccini ha meno a che fare con la sicurezza o l'efficacia medica e più a che fare con i diritti individuali contro le richieste del governo.

In altre parole, le domande più importanti sono: L'ingegneria sociale da parte dei governi e delle élite dovrebbe essere consentita? Le persone hanno il diritto di determinare come i loro corpi sono potenziati o manipolati dal punto di vista medico? La "sicurezza della maggioranza" ha la precedenza sulle libertà civili dell'individuo? E se è così, chi può determinare quali libertà saranno portate via?

L'argomento legale

I sostenitori della filosofia della vaccinazione forzata di solito fanno una discussione legale o tecnica prima di fare appello all'idea del "bene superiore". Lo fanno perché sanno che la percezione pubblica spesso presuppone (erroneamente) che l'autorità legale sia la stessa dell'autorità morale.

Nel 1905, alla Corte Suprema degli Stati Uniti fu presentato Jacobson contro Massachusetts, un caso riguardante il tema della vaccinazione statale contro il vaiolo. L'imputato ha argomentato sulla base del 14th Emendamento che la sua libertà corporea veniva violata dallo stato se fosse stato sottoposto a vaccinazione arbitraria senza il suo consenso. Lo stato e la Corte suprema si sono sentiti diversamente (ovviamente). La Corte Suprema si è pronunciata contro Jacobson sulla base del fatto che il suo rifiuto di assumere il vaccino ha messo gli altri "a rischio" e che gli stati "per il bene comune" hanno determinati "poteri di polizia" che sostituiscono le libertà personali.

Ogni volta che gli attivisti del movimento per la libertà discutono contro le vaccinazioni forzate per motivi costituzionali, QUESTA è la contro-argomentazione che il governo e gli statisti faranno. Porteranno Jacobson contro il Massachusetts e poi affermeranno che è la fine della discussione.

In sostanza, la Corte Suprema ha sostenuto che il governo federale non ha potuto interferire con le vaccinazioni forzate imposte dallo Stato sulla base dei diritti degli Stati eth Emendamento. La maggior parte delle persone nel movimento per la libertà lo troverà piuttosto ironico, dato che è strano sapere del governo federale che difende i diritti degli Stati. Ma questo supporto del 10th L'emendamento è altamente selettivo.

Innanzitutto, non dimentichiamo che la Corte suprema ha sbagliato molte volte in passato. Nel caso Dredd Scott del 1834, la Corte suprema si pronunciò a favore della schiavitù e del diritto degli Stati di far rispettare l'istituzione. Hanno anche sostenuto che il 5th L'emendamento protegge i proprietari di schiavi perché liberare gli schiavi significa privare i proprietari della loro "proprietà".

L'abitudine della Corte Suprema è quella di difendere i diritti degli Stati e i 10th Modifica quando le libertà individuali delle persone vengono annullate. Tuttavia, se un caso riguarda stati che proteggono i cittadini dalle intrusioni federali, la corte ribalta e attacca i diritti degli Stati quando lavorano a favore della libertà individuale o dell'autodeterminazione.

Il caso Jacobson vs. Massachusetts potrebbe essere il motivo per cui Trump e il governo federale hanno lasciato per lo più i blocchi e le azioni di emergenza agli Stati. La precedenza legale era già stata stabilita nel 1905 sulle quarantene e sulla forzatura delle vaccinazioni attraverso i poteri della polizia statale, quindi ne consegue che lo stabilimento avrebbe utilizzato gli Stati per attuare tali misure nel prossimo futuro.

Il dibattito "Stati contro governo federale" stabilisce un falso paradigma. Non c'è separazione tra governo statale e federale quando si tratta di tirannia - entrambe le parti lo adorano, anche se a volte fingono di essere contrarie. Vale a dire, sia che si tratti del governo federale che viola i tuoi diritti costituzionali o del governo statale che viola i tuoi diritti costituzionali, la Corte Suprema si trova spesso a suo agio con entrambi.

La verità che non vogliono discutere è che in fondo la Bill of Rights li prevale indipendentemente dal precedente federale o dal 10th Emendamento. La chiave della Bill of Rights è che ogni cittadino americano ha LIBERTÀ INERENTI che sostituiscono sia il potere federale che quello statale. Questi diritti sono inalienabili. Non possono essere violati oggi e la legge non può essere modificata per violarli domani. Questi diritti e libertà sono ETERNI.

La Corte Suprema sibila con una lingua biforcuta sullo "spirito della costituzione", ma ignora l'intento chiaro e concreto come affermato dai Fondatori. Gli statisti sostengono la filosofia del "documento vivente" quando si adatta a loro come mezzo per cambiare il significato e le leggi originali enunciati nella Carta dei diritti perché ciò consente loro di violare le libertà dei cittadini con il pretesto di "legalità". Ma la "legalità" non è la stessa moralità. La legalità non ha senso e la Corte suprema non ha senso se agisce contro il fondamento costituzionale della Carta dei diritti e della libertà individuale, come hanno fatto numerose volte in passato.

L'argomento morale

Quindi, se non possiamo fare affidamento sulla legalità per proteggerci dalla tirannia di stato, su cosa possiamo contare? I sostenitori del vaccino forzato diranno che anche la moralità è dalla loro parte, perché se una persona non vaccina sta mettendo il resto della società a rischio di infezione. Pertanto, i tuoi diritti individuali devono essere violati al fine di proteggere i diritti del resto della società. Il problema è che Jacobson vs Massachusetts non ha argomentazioni logiche a sostegno di questa affermazione, e nemmeno i sostenitori del vaccino forzato.

Guardalo in questo modo: come può una persona che non è stata vaccinata "danneggiare" le persone che sono state vaccinate? Come stanno mettendo a rischio quelle persone? Se il vaccino funziona davvero, le persone vaccinate sono al sicuro dalle infezioni, vero? Quindi, l'unica persona "a rischio" è la persona che ha scelto di non vaccinare. Questo dipende dalla scelta personale, non c'è dubbio sul "bene superiore" o sul rischio sociale.

Trovo affascinante che le persone che litigano ferventemente a favore delle vaccinazioni forzate (persone come Bill Gates) tendano anche ad essere le stesse persone che sostengono i diritti di aborto. Quindi, "il mio corpo è una mia scelta" è accettabile quando si tratta di donne che finiscono la vita di bambini non ancora nati, ma "il mio corpo è una mia scelta" non è accettabile quando si tratta di vaccinazioni di massa, anche se una persona non vaccinata non è una minaccia per nessuno.

Alcuni sostenitori del vaccino affermeranno quindi che le persone non vaccinate potrebbero ospitare "mutazioni" che minacciano l'immunità della mandria. Il problema è che non ci sono prove a sostegno di questo argomento. La stragrande maggioranza dei virus tende a mutare in MENO ceppi mortali o infettivi, non più mortali. Gli unici fattori attenuanti sarebbero se un virus fosse progettato o progettato deliberatamente per mutare in modo innaturale.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
8 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Vonu

Ancora peggio delle disastrose decisioni di SCOTUS sono quelle che sono state gravemente fraintese come Roe v Wade.

Joel

Una volta colpiti quei vaccini, inizieranno le morti reali.

Ugo Grozio

Molti fraintendono la decisione Jacobson del 1905. Alcune misure di risposta potrebbero essere adottate dallo Stato in merito alla malattia del vaiolo, ma la politica del corpo non potrebbe "forzare" la vaccinazione di Jacobson. (Nota. Le persone con Cowpox non hanno contratto il vaiolo. Erano già immuni. Ecco perché e come è iniziato il vaccino contro il vaiolo. Jacobson, tuttavia, è un precedente precedente. Numerose condizioni sono cambiate dal 1905. Una di queste condizioni è la fonte della decisione che esisteva ed è una pandemia globale COVID-19. Presidente, Donald Trump del 13 marzo 2019, Proclamation si riferisce specificamente al lettore World Health... Leggi di più "

Ugo Grozio

La data del proclama del presidente Trump è il 13 marzo 2020, non il 2019.

laura mcdonough

Lew Rockwell (articolo di oggi) pubblicato su vaccini contenenti nanoparticelle, abbastanza per spaventare chiunque dalla vac. https://www.lewrockwell.com/2020/06/jon-rappoport/dangerous-nano-particles-contaminating-many-vaccines-groundbreaking-study/

JCLincoln

Ci siamo ribellati ... .. e altri milioni si ribelleranno in futuro.