Test PCR "Casedemico": come i tecnocrati hanno intenzionalmente armato la cattiva scienza

Per favore, condividi questa storia!
I veri scienziati e professionisti medici di tutto il mondo si sono opposti ai metodi di test PCR utilizzati per determinare i "casi" di COVID-19. Le loro opinioni scientifiche vengono totalmente soppresse ed emarginate per mantenere viva la narrativa del tecnocrate.

Qual è quella narrativa? La distruzione del sistema economico globale basato sul capitalismo e sulla libera impresa. Qual è il risultato previsto? Il grande ripristino proposto dal Forum economico mondiale e dalle Nazioni Unite e sostenuto dalle banche centrali, dalla BRI, dalla Banca mondiale, dal Fondo monetario internazionale, dalle multinazionali e persino da Papa Francesco.

Le stesse persone che guidano l'allarmismo climatico stanno guidando l'isteria pandemica. Stanno usando lo stesso tipo di scienza imbastardita per convincere il mondo che il loro allarme è reale e che lo sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia, è l'unica risposta.

Sfortunatamente, smascherare la cattiva scienza alla base dei test PCR non fermerà la pratica più che esporre la scienza incrinata dietro le affermazioni sul riscaldamento globale ha fermato l'allarmismo climatico. Non sono interessati alla vera scienza, ma la stanno semplicemente usando come mezzo per un fine distopico. ⁃ TN Editor

I test di reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR) positivi sono stati utilizzati come giustificazione per mantenere bloccate ampie porzioni del mondo negli ultimi nove mesi. Ricoveri o tassi di mortalità non affidabili; solo i numeri positivi dei test PCR - gran parte dei quali provengono da persone che non hanno sintomi di malattia reale - sono i fattori scatenanti dietro gli arresti.

Gli esperti si stanno ora facendo avanti in numero crescente denunciando i test PCR di massa come temerari e senza senso, se non addirittura criminali. Perché? Perché ora stiamo scoprendo che i test PCR raramente ci dicono qualcosa di veramente utile, almeno non quando vengono utilizzati come sono stati finora.

Perché i test PCR sono lo strumento sbagliato per valutare la minaccia pandemica

Ora sappiamo che i test PCR:

  1. Non è in grado di distinguere tra virus "vivi" e particelle virali inattive (non infettive) e pertanto non può essere utilizzato come strumento diagnostico - Per questo motivo, è grossolanamente fuorviante riferirsi a un test positivo come un "caso COVID-19". Come spiegato da Lee Merritt nel suo Doctors for Disaster Preparedness dell'agosto 20201 conferenza, presentata in "Come la tecnocrazia medica ha reso possibile la plandemia, "I media e i funzionari della sanità pubblica sembrano aver intenzionalmente confuso" casi "o test positivi con la malattia reale.

    Dal punto di vista medico, un "caso" si riferisce a una persona malata. Non si riferiva mai a qualcuno che non avesse sintomi di malattia. Ora, all'improvviso, questo termine medico consolidato, "caso", è stato ridefinito arbitrariamente per indicare qualcuno che è risultato positivo al test per la presenza di RNA virale non infettivo. Come notato da Merritt, “Questa non è epidemiologia. Questa è una frode. "

  2. Non è possibile confermare che 2019-nCoV sia l'agente eziologico dei sintomi clinici poiché il test non può escludere malattie causate da altri patogeni batterici o virali.
  3. Non sono stati stabiliti per il monitoraggio del trattamento dell'infezione 2019-nCoV.
  4. Hanno tassi di falsi risultati eccezionalmente elevati - Maggiore è la soglia del ciclo (CT), ovvero il numero di cicli di amplificazione utilizzati per rilevare le particelle di RNA, maggiore è la possibilità di un falso positivo.

Sebbene qualsiasi TC di età superiore a 35 anni sia ritenuta scientificamente ingiustificabile,2,3,4 la Food and Drug Administration degli Stati Uniti e i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie raccomandano di eseguire i test PCR a una TC di 40.5

I test di Drosten e quelli raccomandati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità sono impostati su una TC di 45. Queste TC eccessivamente alte garantiscono la comparsa di infezioni diffuse (pandemiche) quando i tassi di infezione sono effettivamente bassi.

La TC è la chiave della pandemia

Molti, se non la maggior parte dei laboratori, amplificano l'RNA raccolto troppe volte, il che si traduce in persone sane che risultano “positive” per l'infezione da SARS-CoV-2 e ricevono l'ordine di togliersi dal lavoro e autoisolarsi per due settimane.

Per ottimizzare l'accuratezza ed evitare di imporre inutili disagi a persone sane, i test PCR devono essere eseguiti con un numero di cicli di gran lunga inferiore rispetto ai 40-45 TC attualmente raccomandati.

Uno studio dell'aprile 20206 nell'European Journal of Clinical Microbiology & Infectious Diseases ha mostrato che per ottenere risultati positivi reali confermati al 100%, il test PCR deve essere eseguito a 17 cicli. Oltre i 17 cicli, la precisione diminuisce drasticamente.

Quando si arriva a 33 cicli, il tasso di precisione è solo del 20%, il che significa che l'80% sono falsi positivi. Oltre i 34 cicli, la probabilità che un test PCR positivo sia un vero positivo si riduce a zero, come illustrato nel grafico seguente da quello studio.7

Eseguendo i test PCR da 40 a 45 cicli di amplificazione, si finisce con la falsa apparenza di un'epidemia, e questo schema di test grossolanamente imperfetto è ciò su cui i leader governativi stanno basando i loro mandati di maschere e ordini di blocco.

Percentuale di coltura virale positiva di campioni nasofaringei SARS-CoV-2 PCR-positivi da pazienti con Covid-19, in base al valore Ct (linea normale). La curva tratteggiata indica la curva di regressione polinomiale.

La revisione scientifica conferma i difetti della PCR

Più recentemente, una revisione sistematica del 3 dicembre 20208 pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases ha valutato i risultati di 29 diversi studi - tutti pubblicati nel 2020 - confrontando le prove di infezione da SARS-CoV-2 con i CT utilizzati nei test. Hanno anche esaminato la tempistica del test e il modo in cui la gravità dei sintomi è correlata ai risultati del test PCR. Come riportato dagli autori:

“I dati suggeriscono una relazione tra il tempo dall'inizio del sintomo alla tempistica del test del campione, soglia del ciclo (CT) e gravità dei sintomi. Dodici studi hanno riportato che i valori CT erano significativamente inferiori e le copie log più alte nei campioni che producevano colture di virus vivi.

Due studi hanno riportato che le probabilità di coltura di virus vivi si riducono di circa il 33% per ogni unità di aumento della TC. Sei degli otto studi hanno riportato RNA rilevabile per più di 14 giorni, ma il potenziale infettivo è diminuito dopo l'ottavo giorno anche tra i casi con elevate cariche virali in corso ... "

In altre parole, se hai sintomi di COVID-19, entro il giorno 8 dall'inizio dei sintomi, le possibilità che tu lo diffonda ad altri iniziano a diminuire e, nei giorni seguenti, è improbabile che tu sia contagioso anche se continui a risultato positivo. Ciò è particolarmente vero se il test PCR utilizza una TC superiore a quella ideale. Come notato dagli autori:9

“Per la trasmissione sono necessari virus vivi completi, non i frammenti identificati dalla PCR. Per definire l'affidabilità della PCR per la valutazione del potenziale infettivo, è necessario utilizzare test prospettici di routine su campioni di riferimento e colture e la loro relazione con sintomi, segni e cofattori del paziente. Quelli con una soglia di ciclo elevata è improbabile che abbiano un potenziale infettivo. "

Virus live improbabile nei test che utilizzano CT superiore a 24

Secondo il New York Times,10 i ricercatori non sono stati "in grado di far crescere il coronavirus da campioni di volontari i cui test PCR avevano valori CT superiori a 27" e se il virus non può replicarsi, non ti ammalerai e non sarai contagioso, quindi non potrai diffonderlo ad altri.

La revisione delle malattie infettive cliniche11 lo conferma. Sotto il titolo "La relazione tra i risultati della RT-PCR e la coltura virale di SARS-CoV-2",12 sottolineano che TC "significativamente inferiori" sono state utilizzate negli studi che hanno identificato correttamente i pazienti infettivi.

Cinque degli studi inclusi non sono stati in grado di identificare virus vivi nei casi in cui un test PCR positivo aveva utilizzato una TC superiore a 24. Inoltre, al fine di produrre una coltura di virus vivi, un paziente il cui test PCR ha utilizzato una TC pari o superiore a 35 aveva essere sintomatico.

Quindi, per chiarire, se hai sintomi di COVID-19 e risulti positivo utilizzando un test PCR eseguito a 35 cicli di amplificazione o superiore, è probabile che tu sia infetto e contagioso.

Tuttavia, se non si hanno sintomi, ma si è risultati positivi utilizzando un test PCR eseguito a 35 CT o più, è probabile che sia un falso positivo e non si pone alcun rischio per gli altri poiché è improbabile che si trasporta virus vivi. In effetti, a condizione che tu sia asintomatico, è improbabile che tu sia contagioso anche se risulti positivo con un test eseguito a 24 CT o più.

Anche la tempistica del test PCR è importante

Anche la revisione delle malattie infettive cliniche ha confermato che la tempistica del test è importante. Secondo gli autori:13

"... sembra esserci una finestra temporale durante la quale il rilevamento dell'RNA è al massimo con una soglia del ciclo bassa e una maggiore possibilità di coltivare un virus vivo, con carica virale e probabilità di crescita del virus vivo di SARS-CoV2 ...

Proponiamo di lavorare ulteriormente su questo con l'obiettivo di costruire un algoritmo per integrare i risultati della PCR con altre variabili, per aumentare l'efficacia del rilevamento di pazienti infettivi ".

Un'altra revisione scientifica14,15 che ha esaminato il modo in cui la tempistica del test influenza i risultati e il rischio di essere infettivi è stato pubblicato sul server di prestampa medRxiv il 29 settembre 2020. Quattordici studi sono stati inclusi in questa revisione.

I dati mostrano che le tue possibilità di ottenere un vero positivo il primo giorno di comparsa dei sintomi di COVID-19 sono solo del 40% circa. Solo al terzo giorno dall'esordio dei sintomi si ha l'3% di possibilità di ottenere un risultato PCR accurato.

Entro il giorno 5 la precisione si riduce notevolmente e entro il giorno 8 la precisione è nulla. Queste sono persone sintomatiche. Quando sei asintomatico, le probabilità che un test PCR positivo sia accurato è praticamente inesistente.

Il grafico sotto, da uno degli studi16 incluso nella revisione (Bullard et. al.), illustra la probabilità che un paziente sia infettivo (con virus vivo) in base alla TC utilizzata e ai tempi del test. Come spiegato dagli autori della revisione:17

"La figura ... mostra come la probabilità di virus infettivo SARS-CoV-2 sia maggiore (le barre rosse) quando la soglia del ciclo è inferiore (la linea blu) e quando i sintomi da testare sono più brevi - oltre gli 8 giorni, nessun virus vivo è stato rilevato. "

La Florida richiede la divulgazione dei dati CT

Anche se le autorità sanitarie sanno che TC elevate provocano tassi elevati di falsi positivi, non specificano la TC utilizzata per i test PCR che stanno segnalando. Fortunatamente, questo sta per cambiare in Florida, che è appena diventato il primo stato a richiedere a tutti i laboratori dello stato di segnalare la TC utilizzata per i loro test PCR.18

Il Dipartimento della salute della Florida ha emesso l'ordine il 3 dicembre 2020 ei laboratori devono conformarsi alla nuova regola di segnalazione obbligatoria entro sette giorni.19

Ciò potrebbe rivelarsi piuttosto interessante, soprattutto se il dipartimento della sanità statale decide di invalidare i risultati positivi ottenuti da test eseguiti sopra una certa soglia di amplificazione. Il tempo dirà esattamente come questo requisito di segnalazione potrebbe influenzare le misure di risposta alla pandemia come i mandati di maschere e i blocchi.

Il Portogallo regola la quarantena sulla base dei risultati della PCR è illegale

Nelle notizie correlate, una corte d'appello in Portogallo ha recentemente stabilito20,21 che il test PCR "non è un test affidabile per SARS-CoV-2" e che "un singolo test PCR positivo non può essere utilizzato come diagnosi efficace di infezione". Pertanto, "qualsiasi quarantena forzata basata sui risultati è illegale".22

La corte ha anche osservato che costringere le persone sane ad autoisolarsi potrebbe essere una violazione del loro diritto fondamentale alla libertà. Il caso è stato portato da quattro turisti tedeschi che erano stati costretti ad auto-quarantena dopo che uno di loro era risultato positivo.

Diversi studi scientifici sono stati portati avanti come prova in questo caso, incluso uno studio del 28 settembre 202023 nelle malattie infettive cliniche, che ha rilevato che quando si esegue un test PCR a una TC di 35 o superiore, l'accuratezza scende al 3%, con un tasso di falsi positivi del 97%. Il tribunale ha stabilito che, in base alla scienza presentata, qualsiasi test PCR utilizzando una TC superiore a 25 non è affidabile.

Errori irreversibili trovati nel documento su cui si basa il test PCR

La corte d'appello portoghese non è la sola a criticare il test PCR utilizzato come unico criterio per la quarantena. 30 novembre 2020, il documento scientifico24 la descrizione del flusso di lavoro su come utilizzare il test PCR per diagnosticare l'infezione da SARS-CoV-2 - che è stata rapidamente accettata come standard dall'OMS e applicata in tutto il mondo - è stata contestata25 da 22 scienziati internazionali che chiedono che il documento venga ritirato a causa di "errori fatali".26

Il documento in questione è stato scritto da Christian Drosten, Ph.D., un virologo tedesco, e Victor Corman, che guida un gruppo di lavoro tedesco sulla diagnostica dei virus e sulla virologia clinica. Secondo Reiner Fuellmich,27 membro fondatore di Commissione d'inchiesta extra parlamentare della Corona tedesca (Außerparlamentarischer Corona Untersuchungsausschuss,28 o ACU),29,30 Drosten è uno dei principali colpevoli della bufala della pandemia COVID-19.

Uno degli "errori fatali" chiave nel documento Corman-Drosten è che lo hanno scritto - e sviluppato il test PCR - prima che fosse disponibile qualsiasi isolato virale. Tutto ciò che hanno usato è stata la sequenza genetica pubblicata online dagli scienziati cinesi nel gennaio 2020.

È interessante notare che il documento è stato pubblicato solo 24 ore dopo essere stato inviato, il che suggerisce che non è stato nemmeno sottoposto a revisione paritaria prima di essere accolto da tutto il mondo. Undercover DC ha intervistato Kevin Corbett, Ph.D., uno dei 22 scienziati che ora stanno chiedendo la ritrattazione dell'articolo, che ha dichiarato:31

“Ogni logica scientifica per lo sviluppo di quel test è stata completamente distrutta da questo articolo. È come Hiroshima / Nagasaki al test COVID.

Quando Drosten ha sviluppato il test, la Cina non aveva fornito loro un isolato virale. Hanno sviluppato il test da una sequenza in una banca genetica. Vedi? La Cina ha fornito loro una sequenza genetica senza un isolato virale corrispondente. Avevano un codice, ma nessun corpo per il codice. Nessuna morfologia virale.

Al mercato del pesce è come darti qualche lisca e dire "questo è il tuo pesce". Potrebbe essere un pesce qualsiasi ... Ascolta, il giornale Corman-Drosten, non c'è niente di un paziente in esso. Viene tutto dalle banche genetiche. E i pezzi della sequenza del virus che non c'erano li hanno inventati.

Li hanno creati sinteticamente per riempire gli spazi vuoti. Ecco cos'è la genetica; è un codice. Quindi, è ABBBCCDDD e ti manca qualcosa, quello che pensi sia EEE, quindi lo metti in ... Questo è fondamentalmente un virus informatico.

Ci sono 10 errori fatali in questo test di Drosten ... Ma ecco la conclusione: non c'era nessun isolato virale per convalidare ciò che stavano facendo. I prodotti della PCR dell'amplificazione non corrispondevano a nessun isolato virale in quel momento. Io lo chiamo "scienza dell'anello della ciambella". Non c'è niente al centro di esso. Si tratta di codice, genetica, niente a che fare con la realtà ...

Da allora ci sono stati documenti che affermavano di aver prodotto isolati virali. Ma non ci sono controlli per loro. Il CDC ha prodotto un documento a luglio ... dove hanno detto: "Ecco l'isolato virale". Sai cosa hanno fatto? Hanno tamponato una persona. Una persona, che era stata in Cina e aveva sintomi di raffreddore. Una persona. E presumevano che avesse [COVID-19] per cominciare. Quindi, è tutto pieno di buchi, l'intera faccenda."

Nessun virus vitale trovato in casi positivi

La critica contro i test PCR è ulteriormente rafforzata da uno studio del 20 novembre 202032 in Nature Communications, che non ha trovato alcun virus vitale nei casi positivi alla PCR. Lo studio ha valutato i dati di 9,865,404 residenti di Wuhan, in Cina, che erano stati sottoposti a test PCR tra il 14 maggio e il 1 giugno 2020.

Un totale di 300 risultati positivi ma senza sintomi. Delle 34,424 persone con una storia di COVID-19, 107 sono risultate positive una seconda volta. Tuttavia, quando hanno eseguito colture di virus su questi 407 individui risultati positivi (per la prima o la seconda volta), non è stato trovato alcun virus vivo.

Smascherare la frode, porre fine alla miseria

Un certo numero di esperti si sono ora fatti avanti, definendo la pandemia COVID-19 una crudele bufala perpetuata da test fatalmente imperfetti. A parte questi dati di test, non ci sono prove di una pandemia letale. Anche se esiste qualcosa come COVID-19, e le persone ne soffrono e muoiono, non ci sono morti in eccesso dovute ad esso.33,34,35

In altre parole, la mortalità totale per il 2020 è normale. La pandemia non ha ucciso più persone di quante ne morirebbero in un dato anno - per qualcosa, qualsiasi cosa - comunque. Quindi, a meno che non pensiamo di dover chiudere il mondo e smettere di vivere perché le persone muoiono di malattie cardiache, diabete, cancro, influenza o qualsiasi altra cosa, allora non c'è motivo di chiudere il mondo perché alcune persone muoiono di COVID-19 .

La buona notizia è che la bufala sta iniziando a essere smascherata e continuerà ad essere smascherata man mano che più casi verranno portati davanti ai tribunali di tutto il mondo. Fuellmich e il suo team legale dell'ACU stanno guidando questa carica. Per quanto riguarda quello che puoi fare nel frattempo, considera:

· XNUMX€Disattivare le notizie dei media mainstream e rivolgersi a esperti indipendenti - Fare la ricerca. Leggi la scienza.

· XNUMX€Continua a contrastare la censura ponendo domande: più domande vengono poste, più risposte verranno alla luce. Armati di statistiche sulla mortalità e fatti sui test PCR, così puoi spiegare come e perché questa pandemia semplicemente non è più una pandemia.

· XNUMX€Se sei un professionista medico, soprattutto se sei membro di una società professionale, scrivi una lettera aperta al tuo governo, esortandolo a parlare e ad ascoltare le raccomandazioni di esperti indipendenti.

· XNUMX€Segno La dichiarazione di Great Barrington,36 che richiede la fine dei blocchi.

· XNUMX€Unisciti a un gruppo in modo da poter avere supporto. Esempi di gruppi formati per combattere contro l'eccessivo intervento del governo includono:

Noi per loro, un gruppo che si batte per la riapertura delle scuole e la protezione dei diritti dei bambini nel Regno Unito

Il COVID Recovery Group (CRG), fondato da 50 parlamentari britannici conservatori per combattere le restrizioni di blocco37

Lo Libertà di respirare Agenzia, un team statunitense di avvocati, medici, imprenditori e genitori che si battono per proteggere la libertà e la libertà

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

7 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
solo dicendo

Nel frattempo: https://www.kptv.com/news/gov-brown-extends-state-of-emergency-declaration-in-oregon-until-march-2021/article_c1934986-40bc-11eb-8e4d-e33ef7ed4021.html Ieri sono stato cacciato dal negozio di alimentari per non aver indossato una maschera. La donna della Gestapo non era simpatica, niente scuse!

Corona Coronata

Non ci sono virus. Fine della storia dovresti pensare. Ma non quando sei governato da criminali professionisti, truffatori e idioti.

Ultima modifica 1 anno fa di Corona Coronata
Dave Simmons

Hai scritto, "Sfortunatamente, esporre la cattiva scienza alla base dei test PCR non fermerà la pratica ... "

Credo che tu abbia torto. Organizzazioni e persone stanno portando i governi in tribunale per i dati fraudolenti della PCR e per vincere, come in Portogallo.

Una volta che è stato dimostrato in un tribunale che il test PCR è fraudolento, il gioco finisce.

Non è come la falsa bufala GW / CC.

Dick Motta

"Eseguendo i test PCR da 40 a 45 cicli di amplificazione, si finisce con la falsa apparenza di un'epidemia, e questo schema di test grossolanamente imperfetto è ciò su cui i leader governativi stanno basando i loro mandati di maschere e ordini di blocco". Covid-19 è la frode più eclatante della storia. I falsi positivi del test PCR sono rivelati nell'articolo. È ora di fermare l'oppressione politica dei blocchi. Riprenditi l'America!

Jyrkoff

"Le morti di oppioidi sono a livelli record!" "I suicidi sono più alti che negli anni!" "Massiccia picco estivo nelle morti di Alzheimer!" "I blocchi ci stanno uccidendo più velocemente del virus!" "La fame sta uccidendo i bambini ma il virus no!" "La mancanza di assistenza sanitaria ucciderà milioni!" "La mancanza di socializzazione ci sta uccidendo più velocemente del virus!" "Le morti in eccesso sono del 25% superiori rispetto agli anni passati!" "Le morti per eccesso di velocità sono in aumento!" Ho sentito queste grida d'allarme da marzo. La maggior parte se non tutte le affermazioni sono del tutto vere. Ma oggi ascoltiamo una nuova narrazione: "nessun numero eccessivo di morti nel 2020". Quindi è un classico "capovolgi il copione"... Per saperne di più »