Paesi Bassi: i poveri sono i più puniti dai costi del cambiamento climatico

Espel, Paesi BassiEspel, Paesi Bassi. Immagine: Alex Maclean
Per favore, condividi questa storia!

Sorpresa sorpresa. Gli olandesi hanno appena capito che la mitigazione del cambiamento climatico viene posta sulle spalle dei poveri. Questa disposizione non è una svista, ma una mega tendenza. Tutti i problemi climatici vengono imputati ai cittadini invece che alle tentacolari corporazioni globali di proprietà degli oligarchi. Inoltre, lo sviluppo sostenibile mira ad alleviare il problema con uno sviluppo ancora maggiore, con gli oligarchi che assumono il controllo diretto sulle risorse della terra.  Editor TN

Le famiglie più povere dei Paesi Bassi pagano relativamente di più per la politica climatica, secondo uno studio commissionato dagli amici della terra olandesi, Milieudefensie. Le famiglie più povere pagano oltre il 5 percento delle loro entrate per la politica climatica, mentre il più ricco percento 10 degli olandesi paga solo il 1.5 percento, riferisce Nieuwsuur.

Per quanto riguarda i costi, il 10% più ricco dei contribuenti olandesi paga ogni anno 1,334 euro al governo per la politica climatica, secondo lo studio. Il dieci per cento più povero paga 372 euro all'anno. L'altro 80 percento - redditi di livello medio - paga 663 euro all'anno all'anno. Il 75 per cento di questi costi è costituito dalla tassa energetica su gas ed elettricità. Poiché il gruppo più povero ha un reddito disponibile circa 12 volte inferiore rispetto al gruppo più ricco, il gruppo povero paga la maggior parte del proprio reddito sulla politica climatica, secondo Nieuwsuur.

 Il più ricco 10 percento degli olandesi non solo paga relativamente il minimo sulla politica climatica, ma ne beneficia anche di più, ad esempio attraverso sussidi per l'energia verde e sostanzialmente la guida esente da tasse delle auto elettriche. Un enorme 80 percento degli 750 milioni annui di sussidi e sgravi fiscali finisce con le persone con i redditi più alti. L'altro 20 percento dei benefici è distribuito tra l'altro 90 percento dei contribuenti olandesi, secondo il rapporto.

Tenendo conto sia delle imprese che dei singoli, le aziende traggono di gran lunga i maggiori vantaggi dalla politica sul clima. Solo un quarto dei benefici della politica climatica va alle famiglie. Il resto finisce con le imprese che investono quei soldi in energia verde. Le imprese ricevono più di due miliardi di euro di sovvenzioni per il clima su base annua. 1.5 miliardi di euro di quei soldi sono costituiti da sussidi per il funzionamento redditizio di parchi solari ed eolici e altre forme di energia verde.

La politica climatica olandese attualmente costa circa 5 miliardi di euro all'anno. Nei prossimi anni aumenterà in modo significativo, poiché verranno prese ulteriori misure per ridurre ulteriormente le emissioni di gas a effetto serra. Se la politica rimane invariata, secondo lo studio, il 10 più povero degli olandesi pagherà il 17 percento dei propri redditi alla politica climatica di 2050.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
blackeyes

Gli olandesi sono le pecore più zoppe del mondo occidentale. Joe Doe sta pagando tasse extra poiché il governo olandese è quindi in grado di dare alle grandi aziende tutti i tipi di "indennità" e sgravi fiscali per venire a soggiornare nei Paesi Bassi. Il cambiamento climatico, IMO creato dai militari statunitensi una quarantina di anni fa e ovviamente sostenuto dal governo degli Stati Uniti, sarà per il governo olandese il prossimo progetto di prestigio per ora possono mostrare ancora una volta al mondo quanto siano ben organizzati ed efficienti nel "combattere" cambiamento climatico, e meglio della Germania ?, e allo stesso tempo... Per saperne di più »

billdeserthills

Perché quando aumenti il ​​costo dell'elettricità e di altre necessità i poveri soffrono