Missione suicida del muschio: invia 100 persone su Marte

Muschio
Per favore, condividi questa storia!
Elon Musk è l'esperto Technocrat moderno e il cui nonno era a capo del movimento Technocracy, Inc. negli 1930 e negli 40. È anche un membro del culto dello spazio esterno d'élite che cerca di colonizzare Marte. ⁃ Editor TN

Elon Musk è un Cancro.

Se fosse nato una settimana prima, il 21 di giugnost invece di giugno 28th, sarebbe un Gemelli. E questo avrebbe molto, molto più senso. Perché, anche se non è molto schizzinoso (i tumori sono granchi, e questa è l'estensione della mia conoscenza dell'astrologia), è certamente un essere umano a due sensi.

Musk ha in programma di inviare fino a 100 persone - non siamo sicuri del numero esatto, ma i suoi nuovissimi "Starship" sono così numerosi - su Marte di 2024. Questo piano è ambizioso e, per molti aspetti, necessario. Secondo Musk lo è imperativo facciamo tutto ciò che è in nostro potere per preservare la "coscienza", che teme potrebbe essere unica per gli umani.

E se fossimo tutti soli nell'universo e un asteroide distruggesse la Terra? La perdita di coscienza sarebbe la più grande perdita nella storia di tutto. L'astronave di Musk, secondo lui, porterà prima gli umani ai bordi dell'orbita terrestre, poi sulla Luna, e infine su Marte e oltre. Spera che colonizzeremo nuovi pianeti, rendendoci effettivamente resistenti al singolo punto di fallimento che è la nostra residenza mono-planetaria. In altre parole, Musk vuole convincere le persone a vivere su pianeti di riserva il più rapidamente possibile.

Tutto ciò suona alla grande, ma portare gli umani su Marte non è solo una questione di costruzione di una grande nave spaziale che va davvero veloce. Non è ad appena scienza missilistica. Supponendo che le complicazioni psicologiche non rendano l'intero tentativo un vero incubo per le persone coinvolte, c'è anche il problema attualmente irrisolto di come l'esposizione umana alle radiazioni spaziali per lunghi periodi è probabilmente letale.

L'astrobiologo Samantha Rolfe dell'Università dell'Hertfordshire ha pubblicato oggi un articolo su The Conversation che spiega come, a suo avviso, lo sforzo di Musk di mettere le persone su Marte possa avere risultati catastrofici. Non solo sottolinea che gli umani potrebbero introdurre la microbiologia nel pianeta rosso che potrebbe uccidere qualsiasi organismo vivente là fuori - immagina, come lo è la NASA secondo quanto riferito vicino per annunciare che ha trovato la vita su Marte, lo svegliamo e lo uccidiamo dopo la fretta - ma è probabile che sia troppo pericoloso per gli umani in così poco tempo.

Rolfe scrive:

Lo spazio profondo non è privo di pericoli, ma almeno funziona in orbita terrestre bassa, sulla luna e sulla Stazione Spaziale Internazionale, il campo magnetico terrestre offre una certa protezione dalle radiazioni spaziali dannose.

Marte non ha il suo campo magnetico e la sua atmosfera offre un piccolo riparo dalle radiazioni cosmiche. Gli astronauti sarebbero anche esposti alle radiazioni nello spazio profondo per il viaggio minimo di sei mesi tra i pianeti.

Sebbene sia stato svolto molto lavoro, la tecnologia di radioprotezione è molto indietro rispetto ad altri aspetti della rocketry. Non sono sicuro che sia giusto o etico aspettarsi che gli astronauti siano esposti a livelli pericolosi di radiazioni che potrebbero lasciarli con notevoli problemi di salute - o peggio, morte imminente.

Da un lato, Musk è l'eroe che vuole salvare la stessa cosa che ci rende umani: la nostra coscienza. È disposto a sacrificare il suo tempo (tuttavia, siamo certi che non farà il viaggio inaugurale su Marte stesso) e un'enorme potenza mentale per vederci su Marte con la stessa rapidità con cui le sue casse e quaderni di schizzi possono portarci lì.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
tooppy

Perché Musk non sta andando su Marte in persona?

Elle

Esattamente il mio pensiero quando ho letto per la prima volta il titolo: quando Musk salirà a bordo di una nave per Marte? NO. Lui non è. Vuole che gli altri si assumano i rischi mentre lui siede al sicuro sulla Terra dirigendo le morti che sicuramente seguiranno. Voglio andare nello spazio ma non con questo ragazzo. Direi anche che non è troppo brillante quando si tratta del quadro più ampio del pianeta Terra. Sig. MUSK — TUTTO SUL PIANETA TERRA HA COSCIENZA, non solo gli esseri umani, TUTTO. I polpi impazziti hanno coscienza, i miei cani sono esseri coscienti. Prova? Sognano. Scommetto che su molti degli animali... Per saperne di più »