Movimento anti-natalista: "Vorrei non essere mai nato"

anti-natalità
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Mentre la tecnocrazia / lo sviluppo sostenibile viene penetrato nel cranio di tutti, il pensiero di gruppo anti-umano aumenta esponenzialmente come risultato diretto. Questo comportamento autodistruttivo potrebbe essere paragonato ai proverbiali lemming-over-the-cliff che si tuffano volontariamente nella loro morte senza una ragione particolare. ⁃ Editor TN

Gli aderenti considerano la vita non come un dono e un miracolo, ma un danno e un'imposizione. E la loro idea che avere figli possa essere una cattiva idea sembra guadagnare popolarità

a febbraio, un indiano di 27 di nome Raphael Samuel ha annunciato i piani per una causa insolita. Avrebbe fatto causa ai suoi genitori per averlo generato. "Non è stata la nostra decisione di nascere", ha detto al BBC. "L'esistenza umana è totalmente inutile."

Di recente Samuel mi ha detto su Skype di Mumbai che la sua è una bella vita, e in realtà è vicino ai suoi genitori. La sua lamentela è più fondamentale: crede che sia sbagliato portare nuove persone nel mondo senza il loro consenso. Voleva fare causa ai suoi genitori per una somma simbolica di denaro, come una sola rupia, “per instillare quella paura tra i genitori in generale. Perché ora i genitori non pensano prima di avere un figlio ", mi ha detto.

Samuel sottoscrive una filosofia chiamata anti-natalismo. Il principio di base dell'anti-natalismo è semplice ma, per la maggior parte di noi, profondamente controintuitivo: che la vita, anche nelle migliori circostanze, non è un dono o un miracolo, ma piuttosto un danno e un'imposizione. Secondo questa logica, la domanda se avere un figlio non è solo una scelta personale ma etica - e la risposta corretta è sempre no.

Dal suo annuncio, la causa non è decollata. "Mi è stato chiaramente detto da un giudice di seduta che sarò multato dal tribunale per aver perso tempo", ha detto Samuel. Tuttavia, la sua causa ha dato una spinta al movimento anti-natalista, guadagnandosi persino una menzione confusa da Stephen Colbert. A maggio, Dana Wells, una donna di 37 di Dallas con "The Friendly Antinatalist" su YouTube, ha pubblicato un video con la clip di Colbert e congratularmi con Samuel. "Vi dobbiamo tutti un applauso", ha detto. “Sembra che siamo arrivati. Sembra il grande momento! ”

L'idea che avere figli possa essere una cattiva idea sembra esserlo guadagnando popolarità mainstream. Ma quando ne sentiamo parlare, è più spesso nel contesto della crisi climatica: gli attivisti sono preoccupati di portare i bambini in un mondo minacciato dall'innalzamento dei mari, dallo sfollamento di massa e da altre calamità. Gli anti-natalisti, tuttavia, credono che la procreazione sia sempre stata e sarà sempre sbagliata a causa dell'inevitabile sofferenza della vita. Ciò che è simile sia per gli anti-natalisti che per gli attivisti climatici è che stanno vedendo un aumento dell'attenzione a causa del pessimismo generale sullo stato del mondo, offrendo a entrambi maggiori opportunità di ottenere supporto.

In 2006, il filosofo sudafricano David Benatar ha pubblicato un libro a cui è ampiamente attribuita l'introduzione del termine anti-natalismo. In Meglio di non essere mai stato: il danno di venire all'esistenza, il Benatar cita il tragico greco Sofocle ("Mai essere nato è il migliore / Ma se dobbiamo vedere la luce, il prossimo migliore / Sta rapidamente tornando da dove siamo venuti") e il testo di Ecclesiaste (“Così ho elogiato i morti che sono già morti più dei vivi che sono ancora vivi; ma meglio di entrambi è colui che non è stato ancora, che non ha visto il lavoro malvagio che viene compiuto sotto il sole"). Queste citazioni suggeriscono che i sentimenti alla base dell'anti-natalismo sono in circolazione da molto tempo.

Nella storia moderna, è emersa un'altra tensione di pensiero, che mette in guardia contro i pericoli della crescita della popolazione. Alla fine del 18 secolo, Thomas Malthus suonò l'allarme che la popolazione avrebbe superato l'offerta di cibo. In 1968, un biologo di Stanford di nome Paul Ehrlich ha pubblicato il libro più venduto The Population Bomb e co-fondato l'organizzazione Zero Population Growth (in seguito ribattezzata Connessione della popolazione), sostenendo che la crescita della popolazione mondiale porterebbe a carestie e crisi ecologiche. Ha anche suggerito che le persone non hanno più di due figli.

Un membro di Zero Population Growth si è lanciato da solo con un'agenda molto più radicale. Un uomo di nome Les Knight ha lanciato il Movimento volontario per l'estinzione umana (VHEMT) con l'obiettivo di "eliminare la razza umana cessando volontariamente di riprodursi", come affermato sul sito web che ha lanciato in 1996.

Anche se Benatar ha anche cercato di scoraggiare la riproduzione, le sue idee sono nate da premesse diverse. L'obiettivo dell'anti-natalismo, come vede Benatar, è ridurre la sofferenza umana. Poiché la vita comporta inevitabilmente un certo grado di sofferenza, portare un'altra persona nel mondo introduce la garanzia di un certo danno. Ha sostenuto che "la qualità anche delle vite migliori è pessima - e considerevolmente peggiore di quanto la maggior parte delle persone riconosce. Sebbene sia ovviamente troppo tardi per impedire la nostra stessa esistenza, non è troppo tardi per impedire l'esistenza di possibili persone future. "

Di recente Benatar mi ha detto di aver sentito da molti lettori del suo libro che “hanno spesso sentito di essere soli al mondo. È stato di grande conforto per loro leggere una difesa filosofica di una visione che hanno trovato intuitivamente corretta. "

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Technocracy.News è il - esclusivamente. sito web su Internet che riporta e critica la tecnocrazia. Ti preghiamo di dedicare un minuto a sostenere il nostro lavoro su Patreon!
Avatar
3 Discussioni dei commenti
1 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
2 Autori di commenti
ElleErik Nielsen Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
Erik Nielsen
ospite
Erik Nielsen

Le radici di questo è ancora il vecchio sogno delle élite di eugenetica e spopolamento. Torna alla società feudale con reali, miliardari e contadini per portare i loro bagagli e servire i loro drink.

Elle
ospite
Elle

SÌ, questa è sicuramente la sua radice. L'estirpazione del male associato alle élite auto-nominate è stata lenta e laboriosa per il resto di noi.

Elle
ospite
Elle

Non posso essere in disaccordo con gli anti-natalisti su molti punti. La terra è un luogo violento. Nessuno può discutere contro questo punto con alcuna credibilità. L'umanità si trova a tutti i livelli di esperienza ed educazione, quindi abbondano le differenze. Il male si rappresenta come buono, bugie come verità. Nessuno esce vivo (ah!) Ma ognuno deve sopravvivere una volta nato. Come insegnano le religioni orientali - vivere è soffrire - in qualche misura, anche se privilegiato. Sono senza figli, di progettazione. Ho preso molto ridicolo sulla mia vita dagli allevatori per quella scelta. Cose come: devi essere egoista. Devi essere stupido.... Leggi di più "