Il potere monopolistico sta crescendo in risposta allo sviluppo sostenibile

Per favore, condividi questa storia!

Il Fondo monetario internazionale afferma che il motivo della crescente concentrazione del mercato non è chiaro. Poco chiaro? Veramente?

Secondo un'importante pubblicazione finanziaria, MarketWatch,

Un crescente potere monopolistico è visto in tutto il mondo sviluppato, il che potrebbe contribuire a mali che vanno dalla scarsa crescita degli investimenti alla crescente disparità di reddito, secondo un nuovo rapporto del Fondo monetario internazionale.

Il documento del FMI, pubblicato prima del suo World Economic Outlook, rileva che i rialzi dei prezzi delle imprese rispetto ai costi marginali sono aumentati di quasi lo 8% da 2000 nei paesi avanzati. Lo studio ha esaminato quasi 1 milioni di aziende in tutti i paesi 27. Non ha trovato gli stessi markup nei mercati emergenti che ha studiato.

Il ragionamento macroeconomico del FMI dietro questa conclusione non è importante quanto la conclusione stessa.

Tuttavia, questa non è una novità. Il consolidamento verso i monopoli definitivi è in corso dall'inizio degli anni '1970, quando la Commissione trilaterale annunciò per la prima volta il suo "Nuovo ordine economico internazionale".

Oggi, quattro aziende producono l'84% della nostra carne bovina. Quattro società controllano il mercato mondiale dei cereali. Sei società controllano il 90% dei media. Dieci aziende controllano tutto ciò che acquisti. Tre aziende dominano completamente il mercato delle macchine agricole. Quattordici aziende controllano l'intera industria automobilistica globale. Hai avuto l'idea. Questo si estende a molti settori diversi in cui giganti multinazionali stanno divorando tutto ciò che si vede.

Come siamo giunti a questo punto?

Mentre ci sono molti punti più fini che potrebbero essere sollevati, do la colpa al Nuovo Ordine Economico Internazionale, che si è rinominato Sviluppo Sostenibile e Agenda 21, alias Technocracy, in 1992 al famigerato vertice della Terra tenutosi a Rio de Janeiro.

I primi critici dell'Agenda 21 che hanno effettivamente partecipato alla conferenza delle Nazioni Unite sono stati in gran parte messi a tacere o ignorati. Due di queste persone hanno scritto un libro nel 1994 chiamato The Earth Brokerse rovesciarono i fagioli:

“Noi sosteniamo che l'UNCED abbia promosso proprio il tipo di sviluppo industriale distruttivo per l'ambiente, il pianeta e i suoi abitanti. Vediamo come, come risultato di UNCED, i ricchi diventeranno più ricchi, i poveri più poveri, mentre sempre più parte del pianeta viene distrutta nel processo. "

Una giovane donna di Nairobi a cui è stato permesso di partecipare al procedimento di Rio, ha parlato all'assemblea con le sue conclusioni:

“Il Summit ha tentato di coinvolgere nel processo persone della società altrimenti impotenti. Ma osservando il processo ora sappiamo quanto sia antidemocratico e poco trasparente il sistema delle Nazioni Unite. Quelli di noi che hanno assistito al processo hanno affermato che l'UNCED ha fallito. Da giovani supplichiamo di differire. Le multinazionali, gli Stati Uniti, il Giappone, la Banca mondiale, il Fondo monetario internazionale hanno ottenuto ciò che hanno sempre desiderato, ritagliandosi un futuro migliore e più confortevole ... L'UNCED ha sicuramente assicurato un crescente dominio da parte di coloro che hanno già potere. Peggio ancora, ha privato i poveri del poco potere che avevano. Li ha resi vittime di un'economia di mercato che finora ha minacciato il nostro pianeta. Tra elaborati cocktail, travagli e feste, pochi negoziatori hanno capito quanto siano importanti le loro decisioni per la nostra generazione. Non riuscendo ad affrontare questioni fondamentali come il militarismo, la regolamentazione delle società transnazionali, la democratizzazione delle agenzie di aiuto internazionale e le condizioni di scambio ingiuste, la mia generazione è stata dannata ".

Spero che queste parole possano essere impresse nella tua mente, perché rivela dove è iniziata la truffa moderna e perché. Il FMI sa perfettamente perché i monopoli stanno crescendo in tutto il mondo, perché la classe media sta scomparendo e perché la disuguaglianza di ricchezza è al livello più alto mai raggiunto.

Tutti i dettagli sordidi di questo inganno sono contenuti in Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation e Tecnocrazia: la difficile strada per l'ordine mondiale.

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti