Il co-fondatore di Snopes Mikkleson è stato arrestato come plagiatore abituale

Youtube.
Per favore, condividi questa storia!
Snopes è un'autoproclamata attività di verifica dei fatti ed è stata essa stessa una fonte costante di disinformazione, ma niente come il suo co-fondatore, David Mikklelson, che è stato appena smascherato come un plagiatore seriale e un fabbricante di notizie per molti anni.

La difesa di Mikkelson è patetica, posizionandosi come una vittima perché gli mancava una formazione formale nel giornalismo. Apparentemente, avrebbe avuto una bussola morale migliore se avesse conseguito una laurea in giornalismo. Più probabilmente, dovrebbe essere incriminato per frode e furto di proprietà intellettuale.

La corruzione scorre in profondità nel cosiddetto mondo del "controllo dei fatti", e Snopes è solo la punta dell'iceberg. Editor TN

David Mikkelson, il co-fondatore del sito di fact-checking Snopes, si è da tempo presentato come l'arbitro della verità online, un baluardo nella lotta contro i rumor e le fake news. Ma ha mentito a le decine di milioni di lettori del sito: Un'indagine di BuzzFeed News ha scoperto che tra il 2015 e il 2019, Mikkelson ha scritto e pubblicato dozzine di articoli contenenti materiale plagiato da agenzie di stampa come il Guardian e il LA Times.

Dopo le richieste di BuzzFeed News, Snopes ha condotto una revisione interna e ha confermato che sotto uno pseudonimo, il sottotitolo di Snopes e il proprio nome, Mikkelson ha scritto e pubblicato 54 articoli con materiale plagiato. Gli articoli includono argomenti come le licenze di matrimonio tra persone dello stesso sesso e la morte del musicista David Bowie.

Doreen Marchionni, vicepresidente editoriale e caporedattore di Snopes, ha sospeso Mikkelson dai compiti editoriali in attesa di "un'indagine interna completa". Rimane un funzionario e azionista al 50% della società.

"La nostra ricerca interna finora ha trovato un totale di 54 storie pubblicate da Mikkelson che utilizzavano materiale appropriato, comprese tutte le storie che Buzzfeed ha condiviso con noi", ha detto Marchionni e Snopes Chief Operating Officer Vinny Green in una dichiarazione.

"Siamo chiari: il plagio mina la nostra missione e i nostri valori, punto", ha aggiunto Marchionni. "Non ha posto in nessun contesto all'interno di questa organizzazione."

La redazione di Snopes ha sconfessato il comportamento di Mikkelson in una dichiarazione separata firmato da otto autori attuali. “Condanniamo fermamente queste cattive pratiche giornalistiche. … lavoriamo duramente ogni giorno per sostenere i più alti standard giornalistici ed etici possibili”.

Snopes ha detto a BuzzFeed News che prevede di ritirare tutte le storie offensive e disabilitare la pubblicità su di esse. Aggiungerà anche una nota di spiegazione dell'editore a ciascuno.

Ha detto Mikkelson, “Non ci sono scuse per le mie gravi lacune di giudizio. Scusami."

“Così stavo sfogliando le notizie e mi sono imbattuto in un articolo sul sito web CBS News su un orribile crimine che coinvolge una donna di Memphis accusata di aver ucciso quattro dei suoi figli tagliando loro la gola con un coltello da macellaio: Hmm, mi sono chiesto, mentre riflettevo il titolo ("Mamma di Memphis accusata di aver massacrato quattro dei suoi figli"), questa donna ha ucciso i suoi figli come un orso? O la madre era molto avanzata?"

-Snopes.com/3 luglio 2016

Soddisfare Jeff Zarronandia. Durante una breve ma memorabile carriera, la sua firma, che si collegava a una biografia che descriveva in dettaglio il suo Premio Pulitzer e la sua abilità nel scuoiare i muli, è apparsa su almeno 23 articoli di Snopes su argomenti come i problemi finanziari di Donald Trump e le false voci su Hillary Clinton. I suoi reportage si sono inimicati gli hoaxster e i fabulisti di tutto lo spettro politico, tra cui l'ex consigliere della campagna di Trump Roger Stone e il defunto "kingpin delle fake news" Paul Horner, entrambi all'oscuro della sua vera identità.

"È solo un alt di David Mikkelson", l'ex caporedattore di Snopes Brooke Binkowski spiegato quando BuzzFeed News ha chiesto informazioni. “Scriveva di argomenti che sapeva gli avrebbero ricevuto messaggi di odio sotto quel falso nome. Inoltre, sembrava che avesse più personale di quello che aveva.”

Tra il 2015 e il 2019, Mikkelson ha regolarmente plagiato i rapporti di altre testate giornalistiche nel tentativo, ha detto, di raccogliere traffico.

In un'intervista con BuzzFeed News, Mikkelson ha attribuito questo comportamento alla sua mancanza di esperienza giornalistica formale. "Non provengo da un background giornalistico", ha detto. “Non ero abituato a fare aggregazione di notizie. Un certo numero di volte ho oltrepassato il limite fino al punto in cui si è verificata una violazione del copyright. Lo possiedo."

In una spiegazione sulle pratiche del sito Web, Snopes informa i lettori che "segua tutte le linee guida del settore per la trasparenza nella rendicontazione", aggiungendo, "pensiamo che essere trasparenti con i lettori sia la cosa più bella". Ma il fatto che Zarronandia fosse in realtà Mikkelson non è stato divulgato da nessuna parte sul sito. A seguito dell'inchiesta di BuzzFeed News, la pagina dell'autore di Zarronandia è stata rimossa e il sottotitolo di Zarronandia è stato sostituito con "Staff di Snopes".

Fondato nel 1995 da Mikkelson e dalla sua allora moglie, Barbara Hamel, Snopes si autodefinisce "il sito definitivo di verifica dei fatti di Internet" ed è un il due volte Vincitore del Webby Award citato da artisti del calibro del New York Times e del Washington Post. È servito come uno dei partner di verifica dei fatti di Facebook tra dicembre 2016 e Febbraio 2019. Ma negli ultimi anni, il sito è stato turbato da a amara disputa sulla proprietà.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
9 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Carrettiere

Ho infatti controllato questo articolo e si scopre che la preoccupazione espressa da coloro che sono coinvolti non è, in effetti, un dato di fatto.

In una parola, a loro non interessa. Lo fanno TUTTO apposta. Non puoi essere così corrotto per caso.

Elle

"Non puoi essere corrotto per caso." Spot on!

“Non ero abituato a fare aggregazione di notizie. (wah, cosa, cosa) Un certo numero di volte ho oltrepassato il limite fino al punto in cui si è verificata una violazione del copyright. Lo possiedo." (Che piagnucolone.)

Snopes è stato rivelato prima come non-un-fact-checker ma un correttore di bugie a sostegno incrollabile del FakeSM e delle società di predatori che lo circondano. Quindi, nessuna notizia qui.

Ultima modifica 3 mesi fa di Elle
muunyayo

Innanzitutto vorrei dire, con grande stima, che ammiro il lavoro di Technocracy News. Sono davvero fortunato che a metà del 2020, al culmine dei blocchi (primo round), mi sono imbattuto in questo sito.

Ora: che tipo di trasformazione alla moda sta accadendo a BuzzFeed News? Intorno al 2020 e prima, non avrebbero mai riportato una storia che esponesse un compagno di sinistra?

Vasily

Immagino che l'umanesimo di Mikkelson non sia stato sufficiente a tenerlo sulla retta via. Divertente che..

DawnieR

Lui è semplicemente inquietante!!!! Sembra che abbia bisogno di farsi tatuare "PEDO" sulla fronte!

Dave

Vai al tipo snopes in demolizione controllata 911……..provalo