Mercola: la rete dei censori dietro i censori

Per favore, condividi questa storia!
Infine, un po 'di chiarezza alla rete di censori di tutto il mondo che controllano cosa viene censurato e cosa no. La rete è di numero relativamente piccolo, ma ben finanziata e in grado di sfruttare se stessa molte volte attraverso i media più tradizionali. Questa rete è intenzionale al 100%. ⁃ TN Editor

Qualsiasi strategia che manipoli con successo l'opinione pubblica è destinata a essere ripetuta, e ora possiamo vedere chiaramente come il playbook dell'industria del tabacco viene utilizzato per plasmare la narrativa pubblica su COVID-19 e l'era post-COVID prevista.

Nel 2011, dopo molti anni di sensibilizzazione sugli organismi geneticamente modificati (OGM) e sull'agricoltura industriale, abbiamo deciso che avevamo bisogno di un nuovo piano di gioco. Educare le persone attraverso la nostra newsletter è stato fantastico, ma abbiamo capito che il modo migliore per esporre Monsanto - uno dei principali sostenitori degli OGM e proprietario di semi brevettato all'epoca - era quello di convincerli a impegnarsi direttamente e garantire l'attenzione nazionale.

A tal fine, Mercola.com ha finanziato la raccolta delle firme in California che ha avuto inizio Proposta 37, il diritto di sapere cosa c'è nel tuo cibo assicurando un'etichettatura OGM adeguata. Abbiamo speso più di 1 milione di dollari per l'iniziativa Prop 37, più diversi milioni di dollari in più per iniziative di etichettatura degli OGM in altri stati degli Stati Uniti negli anni successivi.

Questa iniziativa ha costretto la Monsanto a impegnarsi direttamente con il pubblico per difendere i propri prodotti tossici e pratiche commerciali pericolose, il tutto ricevendo una copertura nazionale nel processo.

Il caso Monsanto

La Monsanto ha speso decine di milioni di dollari per attaccare chiunque si trovasse a suo modo, ma lo ha fatto indirettamente, proprio come ha fatto l'industria del tabacco prima di loro. Questo è il punto centrale di ciò che sto per descrivere in seguito.

Hanno usato un team di pubbliche relazioni per fare la maggior parte del loro lavoro sporco: pagare scienziati e accademici per esprimere le loro "opinioni indipendenti", influenzare riviste scientifiche e convincere giornalisti e comitati editoriali a scrivere articoli favorevoli e influenti per aiutarli a mantenere le loro bugie e influenza menti.

Tuttavia, mentre la spesa di decine di milioni di dollari per influenzare gli elettori ha portato a una sconfitta di misura della Prop 37, la nuova, diffusa consapevolezza degli OGM, dei pesticidi e dell'agricoltura industriale alla fine ha portato a La fine della Monsanto.

Nel 2013, in un ultimo disperato tentativo di salvare la sua immagine offuscata, Monsanto ha assunto la società di pubbliche relazioni Ketchum. Come notato in un articolo dell'HuffPost di Paul Thacker,1 "Monsanto ha colpito il riavvio con Ketchum", che "ha creato una campagna chiamata GMO Answers e ha utilizzato i social media e scienziati di terze parti per offrire una contro-narrativa per dissipare le preoccupazioni sui prodotti Monsanto".

Il sito web di GMO Answers è stato creato per consentire ai professori delle università pubbliche di rispondere alle domande del pubblico sugli OGM, presumibilmente senza compenso da parte dell'industria. Ma nel corso degli anni sono emerse prove che dimostrano che questi accademici sono tutt'altro che indipendenti e spesso finiscono per essere pagati per i loro contributi tramite mezzi nascosti, come sovvenzioni illimitate.

Il professore dell'Università della Florida Kevin Folta è un esempio importante descritto nel mio articolo del 2016 "Scientific American - Un altro compagno di letto della Monsanto. " In quell'articolo, rivedo anche come GMO Answers ha co-sponsorizzato una tavola rotonda sugli OGM nel marzo dello stesso anno con la divisione media e partnership di Scientific American.

All'epoca, Jeremy Abatte, vice presidente ed editore di Scientific American, insistette che l'evento non era un evento di Ketchum ma un evento di Scientific American. Pochi però comprarono il suo ragionamento e molti finirono per classificare Scientific American nella categoria degli scellini biotecnologici chimici.

Avere acquistato Monsanto Alla fine del 2016, Bayer ha continuato la strategia di affidarsi alle società di PR per l'accettazione da parte del pubblico. Nell'articolo2 "Bayer's Shady PR Firms: Fleishmanhillard, Ketchum, FTI Consulting", US Right to Know esamina i numerosi scandali di inganni che coinvolgono queste aziende. Una scoperta chiave è stata la prova che mostra "esistono strategie oggettive per mettere a tacere le voci forti".

Dopo aver esaminato le strategie utilizzate da Monsanto e Bayer, ora possiamo vedere che lo stesso playbook viene utilizzato da Big Tech e Big Pharma per plasmare le narrazioni pubbliche su COVID-19 e il Great Reset. Ancora una volta, un aspetto centrale di queste campagne è mettere a tacere i critici, in particolare quelli con un ampio seguito online, incluso il tuo sincero.

Sono stato pubblicamente etichettato come una "minaccia alla sicurezza nazionale" nel Regno Unito da Imran Ahmed, membro del comitato direttivo per la lotta contro l'estremismo Pilot Task Force sotto la Commissione per il contrasto all'estremismo del governo britannico e amministratore delegato della Center for Countering Digital Hate (CCDH).

Secondo Ahmed, io e altri che mettono in dubbio la sicurezza e la necessità di un vaccino COVID-19 potremmo essere inclini all'estremismo violento. Questa dichiarazione diffamatoria chiaramente non ha alcun fondamento nella realtà. Piuttosto, fa parte della propaganda volta a distruggere l'opposizione - in questo caso l'opposizione ai tecnocrati che guida l'agenda del Great Reset, che abbraccia i settori sociali, economici e sanitari.

Come riportato dal National Vaccine Information Center, che era anche nell'elenco CCDH delle minacce alla sicurezza nazionale:3

"Il CCDH finanziato in modo anonimo ha anche un ufficio a Washington, DC e la campagna pubblicitaria diffamatoria creata nel dicembre 2020 è stata progettata non solo per screditare i quattro decenni di esperienza pubblica di NVIC nel sistema democratico statunitense per garantire la sicurezza dei vaccini e la protezione del consenso informato in politiche e leggi di sanità pubblica, ma per distruggere la nostra piccola organizzazione di beneficenza ".

Publicis è una forza organizzativa nell'inganno del grande ripristino

L'inganno pubblico viene ora portato avanti su larga scala e l'intera faccenda sembra essere guidata e organizzata da un'altra importante azienda di pubbliche relazioni, questa volta il Publicis Groupe, autodefinito "uno dei più grandi gruppi di comunicazione del mondo",4 che rappresenta le principali aziende del settore tecnologico, farmaceutico e bancario.

Queste società, a loro volta, hanno varie partnership con il governo degli Stati Uniti e organizzazioni non governative globali (ONG). Publicis stessa è anche partner del World Economic Forum,5 che sta guidando l'appello per un "ripristino" dell'economia globale e una revisione completa del nostro modo di vivere.6 Come vedrai, le impronte digitali di Publicis possono essere trovate in tutta la rete di censura e depistaggio che viene ora proiettata nel panorama digitale.

Il Publicis Groupe ha manipolato ciò che la gente pensa dei prodotti commerciali per quasi un secolo. In quel secolo hanno acquistato o collaborato con vie pubblicitarie mirate, a cominciare dai giornali, seguiti da radio, TV, cinema e Internet. Più recentemente, si sono ramificati in acquisizioni di Big Data e piattaforme di intelligenza artificiale.

Per comprendere il potere che hanno oggi le società di PR come Publicis, è necessario comprendere il ruolo della stampa libera. Mentre la pubblicità pro-industria ha funzionato bene per decenni, c'era ancora il fastidioso problema del Quarto Potere, un termine che si riferisce alla stampa.

Il problema per l'industria era che i giornalisti investigativi professionisti che lavoravano per riviste, giornali e emittenti avrebbero scritto articoli approfonditi, rivelando la verità dietro pubblicità ingannevole e contrastando la propaganda industriale con la scienza, le statistiche e altri fatti documentati - e quando la segnalazione basata su fatti verificabili fa effettivamente il suo lavoro, i prodotti inefficaci o tossici vengono cacciati dal mercato.

La risposta che l'industria ha fornito alla fine del XX secolo per combattere la verità nel giornalismo è stata, pura e semplice, controllare il Quarto Potere con dollari pubblicitari. Le testate giornalistiche semplicemente non pubblicheranno rapporti che potrebbero danneggiare i profitti dei suoi inserzionisti.

Collaborando ulteriormente con i "pezzi grossi" dei media - come il Paley Center for Media - Publicis e i suoi clienti del settore sono stati in grado di influenzare e controllare la stampa per limitare, anzi virtualmente eliminare, la tua capacità di ottenere la verità su molti importanti problemi.

Publicis, Big Pharma e NewsGuard

Per avviare questa rete tentacolare di connessioni industriali che circondano Publicis, diamo un'occhiata ai suoi collegamenti con il cane da guardia di Internet auto-nominato NewsGuard. NewsGuard valuta i siti web in base a criteri di "credibilità" e "trasparenza", apparentemente per guidare gli spettatori alle fonti di notizie e informazioni più affidabili.

In realtà, tuttavia, NewsGuard finisce per agire come guardiano del cancello con la missione di barricare verità impopolari e divergenze di opinione dietro cancelli chiusi. Il suo sistema di classificazione chiaramente distorta dissuade facilmente le persone dal leggere attentamente le informazioni da siti a basso rating, incluso il mio.

NewsGuard ha ricevuto una grossa fetta del suo capitale iniziale da Publicis. NewsGuard ha anche legami con The Paley Center for Media, menzionato in precedenza. Per chiarimenti, The Paley Center è composto da tutti i principali media del mondo, inclusi Microsoft, AOL, CBS, Fox e Tribune Media. Una delle sue attività è sponsorizzare un forum globale annuale per i leader del settore.7

NewsGuard ha sede nel Paley Center di New York City. Nel novembre 2015, il presidente di Publicis per il Nord America, Susan Gianinno, è entrata a far parte del consiglio di amministrazione del Paley Center.8

Leone Ostacolo,9,10 ex partner in affari dei co-CEO di NewsGuard, Steven Brill e Gordon Crovitz, è anche un ex amministratore e direttore del Paley Center. Nel complesso, NewsGuard ha legami abbastanza influenti con The Paley Center oltre ad essere un inquilino nel loro edificio.

Come accennato, Publicis rappresenta la maggior parte delle principali aziende farmaceutiche del mondo e poiché gran parte delle sue entrate proviene dall'industria farmaceutica, non è inverosimile presumere che Publicis possa influenzare le valutazioni di NewsGuard dei concorrenti dell'industria farmaceutica, come i siti di salute alternativa .

Publicis, Big Pharma, NewsGuard e Big Tech

Quindi, aggiungiamo uno strato di Big Tech al mix. Publicis, che rappresenta Big Pharma, non solo ha la capacità di influenzare il pubblico attraverso NewsGuard, ma è anche un partner di Google,11,12 il che gli consente una capacità ancora maggiore di seppellire opinioni indesiderabili che potrebbero danneggiare la sua clientela.

NewsGuard è anche partner di Microsoft, inizialmente tramite il programma Defending Democracy di Microsoft.13 Grazie a una partnership estesa annunciata nel 2020, gli utenti di Microsoft Edge hanno ottenuto l'accesso a NewsGuard gratuitamente e Microsoft Bing ha ottenuto l'accesso ai dati di NewsGuard.14

Publicis, Pharma, NewsGuard, Big Tech, Governo e ONG

Espandendo ulteriormente il web sul territorio del governo e delle ONG, scopriamo che NewsGuard è anche collegato al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, al Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e all'Organizzazione mondiale della sanità. Tutti e tre sono elencati come partner di NewsGuard.15 NewsGuard è anche partner di:16

  • Biblioteche pubbliche
  • Scuole
  • MSN
  • Bing
  • Trend Micro e molti altri

Per riassumere, il web intorno a Publicis include ora compagnie farmaceutiche internazionali, NewsGuard, Google, Microsoft, il Dipartimento di Stato e DoD degli Stati Uniti, l'OMS e il Forum economico mondiale. Intendiamoci, questa non è una revisione completa dei collegamenti. È semplicemente un campionamento di entità per darti un'idea dell'ampiezza di queste connessioni, che se prese insieme spiegano come certe visioni possono essere cancellate in modo così efficace.

Aggiungi nel gruppo "Anti-odio" e nei siti sanitari attendibili da Google

Ma non abbiamo ancora finito. Il servizio relativo alla salute di NewsGuard chiamato HealthGuard17 è anche partner di WebMD, Medscape e CCDH - il leader progressista della cultura dell'annullamento18 con ampi legami con il governo e i think tank globali che recentemente hanno etichettato le persone che mettono in dubbio il vaccino COVID-19 come minacce alla sicurezza nazionale.

Nel 2017, WebMD è stata acquisita da Internet Brands, una società sotto l'ombrello della società di investimento globale Kohlberg Kravis Roberts (KKR). KKR possiede anche molti altri marchi Internet legati alla salute. Poiché WebMD possedeva Medscape, anche questo ora appartiene ai marchi Internet KKR.

Insieme, HealthGuard, CCDH, WebMD e Medscape hanno lanciato una campagna di servizio pubblico chiamata VaxFacts. L'obiettivo della campagna è "fornire fatti e strumenti per aiutare i consumatori a prendere decisioni informate sui vaccini", riferisce WebMD.19

In tandem con quella campagna, Google sta finanziando organizzazioni di controllo dei fatti per un importo di 3 milioni di dollari, con l'obiettivo di contrastare la "disinformazione sui vaccini" e NewsGuard gestisce un "Centro di monitoraggio delle informazioni errate sul Coronavirus" che include un "Top COVID-19 Vaccine Myths Tracker. "20

WebMD domina le ricerche sulla salute effettuate tramite Google e condivide le informazioni degli utenti con il braccio pubblicitario di Google e altre società di terze parti, una pratica illegale in Europa.

Ciò significa che DoubleClick, il servizio pubblicitario di Google, sa quali prescrizioni hai cercato sul sito, fornendoti così annunci di farmaci personalizzati, e Facebook sa cosa hai cercato nel controllo dei sintomi di WebMD, così come qualsiasi diagnosi medica hai ricevuto. Ho esaminato questi risultati in "WebMD e Healthline hanno denunciato la violazione della privacy. "

Poiché la maggior parte delle sue entrate proviene dalla pubblicità, WebMD è lungi dall'essere una fonte indipendente di notizie sulla salute ben studiate. Ad esempio, è stato catturato scellino per Monsanto, pubblicando "articoli" adatti al settore che sono annunci pubblicitari a pagamento conosciuti nel mondo dei media come pubbliredazionali.

Dieci anni fa, anche WebMD è stato sorpreso a pubblicare un file falso test di screening della depressione online. In realtà, era un trucco pubblicitario per l'antidepressivo Cymbalta e non c'era modo per i partecipanti al test di ottenere un certificato di buona salute mentale.

sommario

Quindi, per ricapitolare, troviamo connessioni tra l'industria farmaceutica, NewsGuard / HealthGuard, istituzioni educative, aziende Big Tech come Google, Microsoft e Bing, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e DoD, istituzioni tecnocratiche globali come l'OMS, ONG nazionali e globali come il CCDH e il Forum economico mondiale e siti Web dominanti sulla salute come WebMD e Medscape.

Ancora una volta, questo è ben lungi dall'essere un'indagine esaustiva di questo tipo di connessioni. È solo un piccolo campione di relazioni subito evidenti. Al centro di questo web c'è il Publicis Groupe, i cui clienti includono importanti aziende farmaceutiche, società Big Tech e istituzioni finanziarie in più di 100 paesi.21

A proposito, nel 2017 Publicis ha anche iniziato a investire nella tecnologia dell'intelligenza artificiale22 e ha collaborato con Microsoft nel 2018 per sviluppare una piattaforma AI globale.23 Ha inoltre acquistato la società di dati Epsilon nel 2019,24 stabilendo così la proprietà dei dati di prima parte, una risorsa di valore cruciale quando si tratta dell'uso dell'IA.

Come dettagliato nel suo sito web, le competenze dell'azienda si concentrano in quattro attività principali: comunicazione, media, dati e tecnologia (compresi i servizi di intelligenza artificiale) e tutti i clienti hanno accesso alla sua esperienza in tutte queste aree.

Sebbene sia facile liquidare Publicis come un'altra agenzia pubblicitaria, credo che sarebbe sciocco sottovalutare il suo potere di organizzare il tipo di coordinamento necessario per chiudere le preoccupazioni sui vaccini, i sostenitori dell'anti-lockdown e le persone che cercano di educare i loro simili sui pericoli del Grande Reset, che viene presentato come un passaggio "necessario" post-COVID.

Anche se queste cose possono sembrare non correlate, in realtà non lo sono. Come accennato, il grande ripristino coinvolge tutto: salute, istruzione, governo, economia, ridistribuzione della ricchezza, pratiche commerciali, "protezioni" ambientali e molto altro ancora.

Cosa sai fare?

Tutto ciò che sappiamo è destinato a cambiare e coloro che non sono d'accordo con la narrativa mainstream sono dei piantagrane che devono essere messi a tacere, per evitare che il piano venga spinto fuori strada da un pubblico riluttante.

La risposta a questo dilemma è la trasparenza. Dobbiamo smascherare le macchinazioni che consentono di portare avanti questo programma. Parte di questa esposizione è guardare al ruolo delle grandi società di PR come Publicis, che aiuta a influenzare la mente del pubblico in modo che i tecnocrati possano mantenere le loro bugie fino a quando non è troppo tardi per fare qualcosa al riguardo.

Ricorda che abbiamo SCONFITTO Monsanto e sconfiggeremo anche questa minaccia alla nostra libertà. Abbiamo semplicemente permesso al pubblico di conoscere la vera verità sui problemi, e questo ha innescato il collasso della Monsanto.

Attualmente sto lavorando con alcune delle menti più brillanti nello spazio tecnologico: esperti di cybersecurity e filantropi miliardari che sono molto ben collegati in rete. Questi individui si impegnano a preservare le tue libertà e libertà personali. Stiamo cercando di coinvolgere un massiccio rifacimento dell'intera Internet che non consentirà ai monopoli tecnologici la capacità di censurare la verità perché accade in conflitto con i loro inserzionisti.

C'è stata una crescente richiesta di decentralizzazione di Internet, come espresso in questo articolo su Coin Telegraph la scorsa settimana. Ciò significherebbe che anziché i siti Web ospitati su server centralizzati in un'unica posizione, il loro contenuto sarebbe archiviato e servito da migliaia se non milioni di computer in tutto il mondo, rendendo praticamente impossibile la censura o l'arresto.

Stiamo cercando di attuare una strategia che propone Tim Berners-Lee. Per quelli di voi che non lo sanno, Berners-Lee è la persona che ci ha fornito l'interfaccia grafica di Internet per il world wide web, e non ha preso un centesimo per questo. Se avesse concesso in licenza questa tecnologia, sarebbe sicuramente la persona più ricca del mondo oggi.

Puoi leggere di più sul piano di Berners-Lee in questo 5 febbraio 2021, articolo in The Conversation,25 ma essenzialmente implica la sovranità dei dati, dandoti il ​​controllo sui tuoi dati e sulla privacy. Che cosa si può fare?

Ti preghiamo di comprendere che svolgi un ruolo MOLTO importante, se non critico, in questo processo. La prima parte della strategia è ripetere ciò che abbiamo fatto con la Monsanto ed esporre i loro piani. Quindi, se hai interesse a preservare le tue libertà, ti incoraggio vivamente a condividere questo articolo e il mio video con tutti quelli che conosci in modo che le persone possano iniziare a capire come vengono manipolate. Questo li "immunizzerà" efficacemente contro la propaganda.

In secondo luogo, incoraggia i tuoi amici e la tua famiglia a iscriversi alla newsletter in modo da poter essere aggiornato sui prossimi passi che saranno necessari per sconfiggere questi tentativi tirannici di controllo dei monopoli tecnologici

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

8 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Alfonso

Fai in modo che Parler sia in grado di condividere. Ho lasciato Fakebook e non ho mai usato twater.

ed sez

Una fitta rete di autorità interbloccanti, sovrapponibili ... hanno inghiottito il pianeta.

Corona Coronata

Questa rete è al 100% cancro Zio!

john q pubblico

Sbagliato!
Sbagli di grosso, quell'atteggiamento fa parte del problema… impara a pensare.

[…] Mercola: la rete dei censori dietro i censori […]