Mercola, Delingpole & Wood: Tecnocrazia e il grande ripristino

Per favore, condividi questa storia!
Questo articolo approfondito del dottor Joseph Mercola mette in evidenza la recente intervista di Patrick Wood del noto giornalista / autore britannico James Delingpole. Il grande ripristino del World Economic Forum con qualsiasi altro nome è ancora Tecnocrazia.

Sempre più, altri esperti globali stanno cogliendo l'intera portata della Tecnocrazia e le sue differenze fondamentali rispetto a Comunismo, Socialismo e Fascismo. La dittatura scientifica è il peggior risultato possibile perché sfuggirle sarà virtualmente impossibile. ⁃ TN Editor

Nel video sopra, James Delingpole intervista Patrick Wood, un economista, analista finanziario e costituzionalista americano che ha dedicato una vita alla ricerca e alla comprensione della tecnocrazia, un sistema economico basato sulle risorse creato da zero che non ha davvero eguali in termini di ciò che la media persona ha qualche comprensione di.

Wood ha scritto due libri affascinanti su questo argomento: "Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation"1 e "Technocracy: The Hard Road to World Order".2

Come spiegato da Wood, questo nuovo sistema economico - che non è naturale - non si basa su meccanismi di prezzo comuni come domanda e offerta o libero commercio. Invece, l'economia della tecnocrazia si basa sulle risorse energetiche, che poi determina i tipi di prodotti che vengono prodotti, acquistati, venduti e consumati. In sostanza, l'energia sostituisce il concetto di denaro come merce.

È abbastanza strano, ma diventa ancora più strano. La tecnocrazia, emersa negli anni '1930 durante l'apice della Grande Depressione, nata da un'idea di scienziati e ingegneri, richiede anche l'ingegneria sociale per mantenere il sistema funzionante.

Se le persone sono autorizzate a fare ciò che vogliono, la domanda dei consumatori alla fine guida il commercio, ma qui non funzionerà. Invece, i consumatori devono essere indirizzati, ammassati se volete, a consumare ciò che il sistema ha bisogno che consumino, e affinché ciò avvenga, devono essere più o meno sottoposti a lavaggio del cervello. Di conseguenza, il sistema tecnocratico richiede un'ampia sorveglianza e tecnologie guidate dall'intelligenza artificiale per tenere tutti sotto controllo.

La tecnocrazia non è un sistema politico

Inoltre, la tecnocrazia cerca di eliminare i funzionari eletti e il governo nel suo insieme. Non hanno posto in questo sistema che, una volta completamente implementato, funzionerebbe da solo in modo più o meno automatico, con input ai vertici delle menti tecnologiche. Inoltre, non c'è spazio per nazioni o nazionalismo che potrebbero influenzare il comportamento.

Come notato da Wood, il romanzo distopico di Aldous Huxley “Brave New World” offre uno sguardo avvincente sulla tecnocrazia. Non esiste un sistema politico. È tutto gestito da ingegneri e scienziati e dagli algoritmi che creano. Come indicato nella descrizione di "Tecnocrazia: The Hard Road to World Order:"3

In quanto sistema economico basato sulle risorse, lo Sviluppo Sostenibile intende assumere il controllo di tutte le risorse, tutta la produzione e tutto il consumo sul pianeta terra, lasciando che tutti i suoi abitanti siano micro-gestiti da una dittatura scientifica.

Mentre il piano tecnocratico è in corso da decenni, le cose sono state implementate in rapida successione quest'anno. Se hai avuto l'impressione che soffriamo tutti di una sorta di sindrome della "rana bollita", probabilmente avresti ragione.

I diritti evidenti ci sono stati spogliati e le persone sono più o meno cresciute per accettare situazioni che sarebbero state impensabili un anno fa. Ci è stato detto di lavorare da casa ed evitare di andare da nessuna parte. Le nostre attività sono state chiuse "per proteggere la salute pubblica".

Ci è stato detto di indossare coperture per il viso anche all'aperto, mentre mangiamo e nelle nostre case. Ora ci è stato detto che dovremo avere passaporti vaccinali se vogliamo prendere un volo in futuro, e i leader mondiali ne parlano apertamente il grande ripristino.

Ovviamente anche le banche centrali hanno fatto parte di questo piano, fin dall'inizio. Il sistema della banca centrale sta crollando mentre parliamo, avendo raggiunto la fine della sua vita funzionale poiché il peso del debito globale supera la capacità dei paesi di pagare gli interessi, ma il ripristino di cui stanno parlando non è un altro sistema di banca centrale.

Sarà centralizzato, sì, ma ancora una volta, la base stessa dell'economia globale si sposterà dalla merce del denaro alla merce dell'energia. Nell'intervista, Wood spiega come l'élite tecnocratica, membri della Commissione trilaterale in particolare, abbia influenzato e manipolato le normative economiche per garantire il loro successo.

Sviluppo sostenibile, Agenda 21 - È tutta tecnocrazia

Come spiegato da Wood, molti dei termini di cui abbiamo sentito parlare sempre di più negli ultimi anni si riferiscono alla tecnocrazia con un nome diverso. Gli esempi includono lo sviluppo sostenibile, l'Agenda 21, l'Agenda 2030, la Nuova Agenda Urbana, l'economia verde, il New Deal verde e il movimento per il riscaldamento globale in generale.

Fanno tutti riferimento e fanno parte della tecnocrazia e dell'economia basata sulle risorse. Altri termini che sono sinonimo di tecnocrazia includono Great Reset,4 la quarta rivoluzione industriale5 e lo slogan Build Back Better.6 Anche l'accordo di Parigi sul clima è parte integrante dell'agenda tecnocratica.

L'obiettivo comune di tutti questi movimenti e programmi è catturare tutte le risorse del mondo - la loro proprietà - per un piccolo gruppo d'élite globale che ha il know-how per programmare i sistemi informatici che alla fine determineranno la vita di tutti. . È davvero l'ultima forma di totalitarismo.

Quando parlano di "ridistribuzione della ricchezza", ciò a cui si riferiscono veramente, osserva Wood, è la ridistribuzione delle risorse da noi a loro. Il mio articolo precedente, "L'acquisizione globale è in corso", Presenta un video del World Economic Forum in cui dicono apertamente che entro il 2030 non possiedi nulla. Tutto ciò di cui hai bisogno lo affitterai.

Tecnocrazia 2030 - Uno sguardo al futuro

Uno sguardo a questo futuro è stato offerto anche in un articolo di Forbes del novembre 2016 scritto da una persona anonima del team di strategia di leadership del World Economic Forum. Si legge, in parte:7

"Benvenuti nell'anno 2030. Benvenuti nella mia città, o dovrei dire, "la nostra città". Non possiedo niente. Non possiedo una macchina. Non possiedo una casa. Non possiedo elettrodomestici o vestiti.

Potrebbe sembrarti strano, ma ha perfettamente senso per noi in questa città. Tutto ciò che consideravi un prodotto, ora è diventato un servizio. Abbiamo accesso a mezzi di trasporto, alloggio, cibo e tutte le cose di cui abbiamo bisogno nella nostra vita quotidiana ...

Nella nostra città non paghiamo l'affitto, perché qualcun altro usa il nostro spazio libero ogni volta che non ne abbiamo bisogno. Il mio soggiorno viene utilizzato per riunioni di lavoro quando non ci sono.

Di tanto in tanto, sceglierò di cucinare da solo. È facile: l'attrezzatura da cucina necessaria viene consegnata alla mia porta in pochi minuti ... Shopping? Non riesco davvero a ricordare cosa sia. Per la maggior parte di noi, si è trasformato nella scelta delle cose da usare. A volte lo trovo divertente, a volte voglio solo che l'algoritmo lo faccia per me. Conosce i miei gusti meglio di me ormai ...

Il concetto di ora di punta non ha più senso, poiché il lavoro che facciamo può essere svolto in qualsiasi momento. Non so più se lo chiamerei lavoro. È più come il tempo di pensare, il tempo di creazione e il tempo di sviluppo ...

La mia più grande preoccupazione sono tutte le persone che non vivono nella nostra città. Quelli che abbiamo perso per strada. Quelli che hanno deciso che fosse troppo, tutta questa tecnologia. Quelli che si sentivano obsoleti e inutili quando i robot e l'IA hanno assunto gran parte del nostro lavoro.

Coloro che si sono arrabbiati con il sistema politico e si sono rivoltati contro. Vivono diversi tipi di vita fuori città. Alcuni hanno formato piccole comunità di autoapprovvigionamento. Altri sono rimasti nelle case vuote e abbandonate di piccoli villaggi del XIX secolo.

Ogni tanto mi infastidisce di non avere una vera privacy. Da nessuna parte posso andare e non essere registrato. So che, da qualche parte, tutto ciò che faccio, penso e sogno è registrato. Spero solo che nessuno lo usi contro di me. Tutto sommato, è una bella vita. "

Tuttavia, se affittate tutto e non avete una proprietà privata di vostra proprietà, allora chi possiede tutte quelle cose? L'élite tecnocratica che possiede tutte le risorse energetiche lo fa. In modo abbastanza preoccupante, una forma di risorsa energetica che i tecnocrati moderni apparentemente intendono raccogliere, se i brevetti sono un'indicazione, è il corpo umano.

Attività del corpo umano come risorsa energetica

Brevetto internazionale di Microsoft8 WO / 2020/060606 descrive un "sistema di criptovaluta che utilizza i dati sull'attività corporea". Il brevetto internazionale è stato depositato il 20 giugno 2019. La domanda dell'ufficio brevetti degli Stati Uniti,9 16128518, è stato depositato il 21 settembre 2018. Come spiegato nell'abstract:10

“L'attività del corpo umano associata a un'attività fornita a un utente può essere utilizzata in un processo di mining di un sistema di criptovaluta. Un server può fornire un'attività a un dispositivo di un utente che è accoppiato in modo comunicativo al server. Un sensore accoppiato comunicativamente a o compreso nel dispositivo dell'utente può rilevare l'attività corporea dell'utente.

I dati sull'attività corporea possono essere generati in base all'attività corporea rilevata dell'utente. Il sistema di criptovaluta accoppiato comunicativamente al dispositivo dell'utente può verificare se i dati sull'attività del corpo soddisfano una o più condizioni impostate dal sistema di criptovaluta e assegnare la criptovaluta all'utente i cui dati di attività corporea sono verificati. "

La domanda di brevetto statunitense include il seguente diagramma di flusso del processo.11 Questo brevetto, se implementato, trasformerebbe essenzialmente gli esseri umani in robot. Se ti sei mai chiesto come si guadagnerà da vivere la persona media nel mondo senza contanti guidato dalla tecnologia AI del futuro, questa potrebbe essere parte della tua risposta.

Le persone saranno ridotte al livello di droni insensati, trascorrendo le loro giornate a svolgere compiti assegnati automaticamente, ad esempio da un'app per cellulare, in cambio di un "premio" di criptovaluta. Questo tipo di fusione di sistemi digitali e biologici è in definitiva ciò che significa "la quarta rivoluzione industriale".

Chi sono i tecnocrati?

Mentre la tecnocrazia era un vero club privato, i tecnocrati di oggi non hanno necessariamente le tessere associative, quindi può essere difficile identificarle tutte correttamente. Gli attori chiave, tuttavia, sono i membri della Commissione trilaterale, afferma Wood.

Non puoi semplicemente unirti alla Commissione Trilaterale. Selezionano i propri membri ed è solo su invito. Un elenco dei membri a partire dal 2020 può essere trovato su FredDonaldson.com.12 Nomi noti nel gruppo trilaterale degli Stati Uniti includono David Rockefeller, Henry Kissinger, Michael Bloomberg e i pesi massimi di Google Eric Schmidt e Susan Molinari, vicepresidente per le politiche pubbliche di Google.

Riconoscendo la necessità dei media, c'è anche David Ignatius, editorialista del Washington Post; David Sanger, corrispondente principale da Washington del New York Times; e Gerald Seib, direttore esecutivo del Wall Street Journal.

È un elenco interessante di persone che può valere la pena rivedere per avere un'idea di dove, come e attraverso chi la tecnocrazia sta guadagnando terreno e viene implementata. Altri gruppi da considerare includono:

  • Il club di Roma
  • L'Aspen Institute, che ha curato e guidato dirigenti di tutto il mondo sulle sottigliezze della globalizzazione. Molti dei suoi membri del consiglio sono anche membri della Commissione Trilaterale
  • L'Istituto Atlantico
  • Il Forum economico mondiale
  • Il Brookings Institute e altri think tank

Alcuni individui possono anche essere identificati dalle loro azioni. Gli esempi forniti nell'intervista includono Bill Gates e il primo ministro britannico Boris Johnson. Una volta acquisita familiarità con l'agenda tecnocratica, puoi iniziare a riconoscere i giocatori piuttosto facilmente.

Anche la pandemia fa parte della conquista tecnocratica

Ultimo ma non meno importante, la pandemia è parte integrante del Great Reset dei tecnocrati che inaugurerà un mondo completamente nuovo di restrizioni inimmaginabili alla libertà. Ha già realizzato una massiccia ridistribuzione della ricchezza - ancora una volta, dalla classe media, dai piccoli imprenditori, alle grandi multinazionali come Amazon.

Alla fine, non sorprenderti se senti parlare di fornire a tutti un reddito di base - un passo verso l '"utopia" senza contanti del 2030 in cui non possiedi nulla - e la remissione universale del debito in cambio della decadenza di tutti i diritti di proprietà privata in futuro .

I blocchi hanno anche avuto l'effetto di demolire le economie locali in tutto il mondo: una situazione creata dall'uomo del tutto inutile che ora viene utilizzata come scusa per il motivo per cui abbiamo così disperatamente bisogno di "resettare" il sistema economico e, già che ci siamo, "Ricostruire meglio."

I blocchi e le chiusure delle scuole hanno inaugurato la richiesta di un maggiore apprendimento online, che blocca i giovani nella matrice della sorveglianza digitale in misura ancora maggiore rispetto a prima, e poiché il Vaccino contro il covid-19 è in fase di lancio, pone le basi per la sorveglianza biometrica, il monitoraggio e il tracciamento, che alla fine saranno collegati a tutte le altre cartelle cliniche, ID digitale, banca digitale e un sistema di credito sociale.

Tutto questo a sua volta richiede 5G, che si sta diffondendo proprio nel bel mezzo di questa pandemia. Ancora una volta, una volta acquisita familiarità con l'agenda tecnocratica, vedrai come tutti questi eventi apparentemente casuali non sono affatto casuali, ma si intrecciano insieme, formando una grande rete - e noi siamo ciò che è per cena.

La risposta è, in primo luogo, istruire te stesso e gli altri. Vi esorto ad ascoltare l'intervista di Wood nella sua interezza, poiché ripercorre molte cose che non ho riassunto qui. Una volta che puoi vedere il piano, il passo successivo è resistere e opporsi a qualsiasi implementazione dell'agenda tecnocratica. Possiamo vincere, per il semplice fatto che siamo più di quanti ce ne siano, ma dobbiamo essere espliciti al riguardo: dobbiamo unire le forze e presentare un fronte unito.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

9 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Deborah

Grazie Patrick e James. Ho saputo della Commissione Trilaterale diversi anni fa sul tuo sito web originale. . Dio ti benedica Patrick.

Marie Angela Dineen

Le persone hanno bisogno di sapere cosa stanno pianificando e resistere.
Grazie

Deborah

Ci provo da diversi anni. Anche i miei figli adulti semplicemente non vogliono sentire nulla che non si adatti al loro pregiudizio di normalità. Li spaventa. Temo che non abbiano ancora visto niente. prego

Jennifer

Questo articolo e l'intervista hanno messo insieme molti pezzi per me. Patrick Wood, grazie per il tuo vasto lavoro. Non riesco a immaginare che i tuoi libri siano migliori di quell'intervista, ma dovrò comprare una copia del numero 2. Dr. Mercola, grazie per la tua prospettiva sempre perspicace e per aver condiviso questa importante intervista.

Lynn

Grazie Patrick. Video eccellente. È molto difficile trasmettere questo messaggio alle persone. Sono solo così lavati il ​​cervello, anche i membri della famiglia. Quegli psicopatici d'élite non ci vogliono per le strade, ergo i blocchi. Beh, non ci arrenderemo e non ci arrenderemo.

Erik Nielsen

Sì, siamo una minoranza e quando le pecore saranno vaccinate, l'esercito di zombi darà la caccia ai veri umani rimasti.

Robert Plilliott

Patrick assolutamente di prima classe! Riempie così tante lacune. Penso che ci sia un'ulteriore dimensione con cui dovremo fare i conti se vogliamo superare questo problema: i vaccini, il modello allopatico della medicina e l'agrobusiness, tutte aree di cui i Rocks sono stati a capo. L'orrore assoluto di ciò che hanno inflitto solo vaccini, chem ag e "trattamenti" per il cancro sta gridando per ottenere un risarcimento - da qui questa crisi che ci ha spinto in faccia questi problemi (incluso il mio). Tutti questi si basano su una visione della capacità del nostro corpo di guarire e... Per saperne di più »

Pietra angolare

Qualcuno sa che posso prendere il dottor Mercola?
Il grande grafico di reset?

[…] riporta anche il Dr. Joseph Mercola, riprendendo un'intervista a Wood del giornalista inglese James Delingpole, la visione di Wood del Great Reset è […]