Mind Of A Technocrat: The Post-Human World

Yuval Noah HarariYoutube
Per favore, condividi questa storia!

I tecnocrati vedono l'umanità solo come una parte della macchina, un sacco pieno di atomi casuali che non sono migliori di altre specie. Questo si vede nell'affermazione di Harari, “ti rendi conto che non esiste un vero sé. C'è solo una complicata connessione di connessioni biochimiche, senza un nucleo. Non esiste una voce autentica che vive dentro di te. "  Editor TN

Carestia, peste e guerra. Questi sono stati i tre flagelli della storia umana. Ma oggi, nella maggior parte dei paesi, è più probabile che muoiano mangiando troppo piuttosto che troppo poco, più probabilità di morire di vecchiaia che una grande pestilenza e più probabilità di suicidarsi che di morire in guerra.

Con la carestia, la peste e la guerra nel loro crepuscolo - almeno per ora - l'umanità si concentrerà sul raggiungimento dell'immortalità e della felicità permanente, secondo il nuovo libro di Yuval Harari Homo Deus. In altre parole, per trasformarci in dei.

Il precedente lavoro di Harari, Sapiens, è stato una storia spericolata della specie umana. Il suo nuovo libro è un'altra avventura che altera la mente, fondendo filosofia, storia, psicologia e futurismo. Di recente abbiamo parlato delle sue previsioni più audaci. Questa conversazione è stata modificata per concisione e chiarezza.

Derek Thompson: In Homo Deus prevedi la fine del lavoro, la fine dell'individualismo liberale e la fine dell'umanità. Prendiamoli uno per uno.

Primo lavoro. Hai un modo intelligente e spaventoso di guardare alle implicazioni politiche dell'automazione di massa. Alla fine del 19 secolo, Francia, Germania e Giappone offrivano assistenza sanitaria gratuita ai loro cittadini. Il loro obiettivo non era rigorosamente quello di rendere felici le persone, ma di rafforzare il loro esercito e il loro potenziale industriale. In altre parole, il benessere era necessario perché le persone erano necessarie. Ma fai la domanda spaventosa: cosa succede al welfare in un futuro in cui il governo non ha più bisogno delle persone?

Yuval Harari: È uno scenario molto spaventoso. Non è fantascienza. Sta già succedendo.

Il motivo per costruire tutti questi sistemi di servizio sociale di massa era sostenere eserciti forti ed economie forti. Già gli eserciti più avanzati non hanno bisogno di [altrettante] persone. Lo stesso potrebbe accadere nell'economia civile. Il problema è la motivazione: cosa succede se il governo perde la motivazione per aiutare le masse?

In Scandinavia la tradizione dello stato sociale è così radicata che forse continueranno a fornire benessere anche alle masse di persone inutili. Ma che dire di Nigeria, Sudafrica e Cina? Sono stati incoraggiati a fornire servizi principalmente nella speranza di far progredire la prosperità, [che richiede] avere un'ampia base di cittadini sani e intelligenti. Ma portalo via e potresti rimanere con paesi con élite a cui non importa della popolazione.

Thompson: L'ultimo punto è interessante, perché, in Europa e negli Stati Uniti, il contrario sembra più vero: alla popolazione non importa, o pensa di aver bisogno, dell'élite. Questa è una parte di come abbiamo ottenuto Trump e Brexit. Ora vedi questi contraccolpi di destra radicale contro l'establishment che si diffonde in tutta Europa. Perchè sta succedendo adesso?

Harari: Questa è la grande domanda. Non avevo previsto che arrivasse. Non è mia competenza guardare la situazione politica negli Stati Uniti o in Europa. Ma se guardi alle condizioni oggettive della salute e così via, la maggior parte delle persone negli Stati Uniti e in Europa occidentale ha condizioni migliori di quelle che erano solite. Ma hanno la sensazione di essere spinti da parte e di perdere potere. E temono che i loro figli avranno una vita peggiore di quanto non facciano oggi. Penso che queste paure possano essere giustificate. Ma non penso che l'antidoto funzionerà. Trump non aiuterà gli elettori dell'Alabama a riconquistare il loro potere.

Thompson: Gli americani potrebbero essere più ricchi e più istruiti rispetto a una generazione fa, con una migliore assistenza sanitaria e opzioni di intrattenimento superiori. Ma il fatto del progresso non sembra importare. La storia è tutto ciò che conta. E la vittoriosa storia di Trump era che le città americane stavano crollando e "Solo io posso ripararlo".

Harari: [I bianchi americani senza titolo universitario] sono una classe in declino all'interno di un potere in declino. Gli Stati Uniti stanno perdendo potere rispetto al resto del mondo e negli Stati Uniti gli elettori di Trump stanno perdendo il loro status. Anche se stanno vivendo condizioni migliori, l'io narrativo che è dominante nella maggior parte delle persone racconta una storia di declino, che dice che il futuro sarà peggiore del presente. E la felicità della maggior parte delle persone dipende dalle loro aspettative, non dalle loro condizioni.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
trackback

[…] News & Trends ha pubblicato negli anni diversi articoli sulla mente del tecnocrate, come Mind of a Technocrat: The Post Human World e The Technocrat Mind: Pfizer's Unconscionable Crimes, Past and Present. Ecco un altro […]

trackback

[…] News & Trends ha pubblicato negli anni diversi articoli sulla mente del tecnocrate, come Mind of a Technocrat: The Post Human World e The Technocrat Mind: Pfizer's Unconscionable Crimes, Past and Present. Ecco un altro scrittore […]