Cospirazione medica: con gli occhi ben aperti, hanno ucciso, mutilato migliaia di persone

COMMISSIONE PER LA PIANIFICAZIONE DELLA CONTEA DI FLICKR / MONTGOMERY (https://www.flickr.com/photos/75012107@N05/8020220676)
Per favore, condividi questa storia!
Le atroci iniezioni di mRNA di Pfizer avrebbero dovuto essere interrotte entro 30 giorni dal rilascio iniziale, ma non lo sono state poiché i dati erano nascosti. I documenti interni costretti a essere rilasciati da un'ordinanza del tribunale ora mostrano la profondità e i danni della più grande cospirazione medica nella storia del mondo.

La parola cospirazione è del tutto appropriata perché la FDA e il CDC hanno aiutato la Pfizer a coprire i suoi crimini e hanno inondato i media con la propaganda che ha ingannato il pubblico facendogli fare iniezioni che sapevano avrebbero causato gravi danni. ⁃ Editore TN

STORIA IN BREVE

> Un piccolo gruppo di documenti rilasciati dalla Food and Drug Administration statunitense a metà novembre 2021 ha rivelato che nei primi tre mesi del lancio del vaccino COVID, Pfizer ha ricevuto 42,086 segnalazioni di eventi avversi che includevano 1,223 decessi

> La prima tranche davvero ampia di documenti Pfizer (circa 10,000 pagine) è stata rilasciata dalla FDA il 1 marzo 2022. Sono incluse nove pagine di effetti collaterali registrati, circa 158,000 diversi problemi di salute in tutto

> Una prima revisione dei moduli di segnalazione dei casi (CRF) rivela significativi errori e anomalie nella raccolta dei dati

> I problemi includevano pazienti entrati nel gruppo della “popolazione sana” che erano tutt'altro che sani; numeri di eventi avversi gravi (SAE) che sono stati lasciati in bianco; codici a barre di esempio mancanti; almeno un decesso di un paziente il giorno prima dell'iscrizione alla visita medica; e le seconde dosi che sono state somministrate al di fuori della finestra del protocollo di tre settimane. Ci sono anche domande sul fatto che i partecipanti siano stati adeguatamente osservati per un periodo di tempo adeguato; inoltre gli eventi avversi sono stati elencati come "non gravi" nonostante la degenza ospedaliera prolungata e molto altro ancora

> La maggior parte dei CRF in questa versione proveniva da siti di prova gestiti da Ventavia. Ventavia sta attualmente affrontando una causa intentata da Brook Jackson, un ex direttore regionale di Ventavia. Jackson è stata licenziata poco dopo aver portato all'attenzione della FDA e dei vertici dell'azienda le preoccupazioni sulla potenziale falsificazione dei dati e sulla cattiva gestione del laboratorio

Nel settembre 2021, un gruppo chiamato Public Health and Medical Professionals for Transparency (PHMPT) ha presentato una richiesta al Freedom of Information Act (FOIA) presso la Food and Drug Administration statunitense per ottenere la documentazione utilizzata per approvare Comirnaty, compresi i dati sulla sicurezza e l'efficacia, rapporti di reazione ed elenchi di principi attivi e inattivi.

Quando, dopo un mese, la FDA non aveva ancora risposto alla richiesta FOIA, il Phmpt fece causa.1 Pfizer e la FDA hanno chiesto al giudice di concedere loro 75 anni per rilasciare tutti i documenti (distribuendo solo 500 pagine al mese)2 ma, fortunatamente, il giudice ha stabilito che devono pubblicarli a una velocità di 55,000 pagine al mese.

Il sostenitore di COVID Jab ottiene un mucchio di rosso

A metà novembre 2021, la FDA ha rilasciato le prime 91 pagine,3,4 che da solo ha rivelato che la FDA è a conoscenza di scioccanti problemi di sicurezza dal 30 aprile 2021. Per l'infermiere educatore John Campbell, presente nel video sopra, questi documenti sembrano essere serviti come una "pillola rossa",5 svegliandolo alla possibilità che i colpi potessero essere molto più pericolosi di quanto chiunque si aspettasse, ma fino ad ora non è riuscito a esaminarli.

Nel suo video, Campbell esamina i documenti elencati come “5.3.6. Postmarketing Experience", originariamente contrassegnate come "riservate". Rivelano che, cumulativamente, fino al 28 febbraio 2021, Pfizer ha ricevuto 42,086 segnalazioni di eventi avversi, inclusi 1,223 decessi.

Come notato da Campbell, "Sarebbe stato bello saperlo in quel momento, vero?" riferendosi al lancio dei jab. Campbell è stato abbastanza coerente nel suo sostegno alla narrativa del vaccino "sicuro ed efficace", ma "questo ha appena distrutto la fiducia nell'autorità", dice.

Avere 1,223 decessi e 42,086 denunce di lesioni nei primi tre mesi è un segnale di sicurezza significativo, soprattutto se si considera che il vaccino contro l'influenza suina del 1976 è stato ritirato dopo soli 25 decessi.

Ora, il numero di dosi spedite è stato redatto sotto un codice di redazione FOIA che sta per "Segreti commerciali e informazioni commerciali o finanziarie ottenute da una persona e privilegiate o riservate". Perché il numero di dosi spedite dovrebbe essere riservato?

Campbell è chiaramente infastidito da questa redazione, poiché non è possibile calcolare il tasso di incidenza o gli effetti collaterali se non si conosce il denominatore. Come notato da Campbell, quel numero non può essere proprietario. È stato trattenuto per qualche altro motivo (e ho appena affermato quale potrebbe essere).

Anche senza conoscere il fattore di sottostima, Campbell è sconvolto dal numero di effetti collaterali segnalati. È molto chiaro che questa informazione riempiva di rosso Campbell. Per una panoramica dei tipi di effetti collaterali registrati, guarda il video di Campbell. L'ho già recensito negli articoli precedenti.

Qui, passeremo alla prima tranche davvero ampia di documenti Pfizer, che è stata rilasciata il 1° marzo 2022. In tutto, la FDA ha circa 450,000 pagine di dati dalle sperimentazioni COVID jab di Pfizer e ora abbiamo poco più di 10,000 di quelle pagine. Puoi trovarli tutti su PHMPT.org.6

Risultati della prima revisione dei rapporti sui casi

Il 7 marzo 2022, la giornalista investigativa Sonia Elijah ha pubblicato una recensione delle sue scoperte iniziali su Trial Site News,7 dopo aver sfogliato alcuni dei migliaia di documenti appena rilasciati.

La sua revisione è incentrata principalmente sui moduli di segnalazione dei casi (CRF). Si tratta di documenti utilizzati nella ricerca clinica per registrare dati standardizzati di ciascun paziente, inclusi gli eventi avversi. In quanto tali, sono una parte cruciale del processo di sperimentazione clinica.

La maggior parte dei CRF in questa versione proveniva da siti di prova gestiti da Ventavia. Ventavia sta attualmente affrontando una causa intentata da Brook Jackson, un ex direttore regionale di Ventavia. Jackson è stata licenziata poco dopo aver portato le preoccupazioni sulla potenziale falsificazione dei dati e sulla cattiva gestione del laboratorio all'attenzione della FDA e dei vertici dell'azienda.

La sua testimonianza è stata pubblicata il 2 novembre 2021 sul British Medical Journal, la più antica e prestigiosa rivista medica del mondo, dal giornalista investigativo Paul Thacker.8 I fact checker di Facebook hanno effettivamente cercato di "sfatare" questo articolo di BMJ e lo hanno censurato.

Nella sua revisione delle CRF, Elijah ha riscontrato una serie di errori e anomalie che sembrano corroborare le affermazioni di Jackson, tra cui le seguenti:9

I pazienti sono entrati nel gruppo della "popolazione sana" che erano tutt'altro che sani - Ad esempio, uno di questi partecipanti "sani" era un diabetico di tipo 2 con angina, uno stent cardiaco e una storia di infarto.
I numeri degli eventi avversi gravi (SAE) sono stati lasciati in bianco — Il sito Ventavia n. 1085 ha un numero particolarmente elevato di numeri SAE mancanti.
Codici a barre mancanti per i campioni raccolti — Senza quei codici a barre, non puoi abbinare il campione al partecipante.
Date di inizio e fine SAE dall'aspetto sospetto — Ad esempio, il cosiddetto diabetico "sano" ha subito un attacco cardiaco "grave" il 27 ottobre 2020. La data di "fine" è indicata come 28 ottobre, il giorno successivo, il che è strano perché è stato registrato come abbastanza grave da richiedere ricovero.

Inoltre, lo stesso giorno, il 28 ottobre, al paziente è stata diagnosticata una polmonite, quindi probabilmente è rimasta ricoverata in ospedale. "Questa anomalia solleva dubbi sull'accuratezza di queste date registrate, violando potenzialmente le linee guida sulla documentazione del sito clinico ALOCA-C per gli studi clinici", scrive Elijah.

I team non in cieco erano responsabili della revisione dei rapporti sugli eventi avversi per i segni di casi COVID e della revisione dei casi COVID gravi — Eppure in alcuni casi sembrano aver respinto la possibilità che un evento fosse correlato al COVID, come la polmonite. Questo nonostante il fatto che il protocollo di Pfizer (sezione 8.2.4) elenchi il "covid-19 potenziato" (cioè, il potenziamento dipendente dagli anticorpi) come potenziale effetto collaterale a cui prestare attenzione. Come notato da Elia:

“Inavvertitamente, ciò avrebbe potuto portare a pregiudizi, poiché i team non in cieco sarebbero stati consapevoli a quali partecipanti era stato assegnato il placebo e a coloro che avevano ricevuto il vaccino. Potrebbero essere stati sotto pressione dallo sponsor perché il processo andasse in un certo modo e perché eventi come la "polmonite COVID" fossero classificati semplicemente come polmonite".

Incontri impossibili — Il diabetico che ha subito un infarto seguito da polmonite (che potrebbe essere stata una polmonite COVID non riconosciuta) è morto e la data della morte è indicata come il giorno prima che il paziente presumibilmente andasse per una visita "malato di COVID".

Chiaramente, è impossibile che una persona morta si rechi a una visita medica, quindi qui c'è qualcosa che non va. La nota dello sperimentatore clinico afferma: “Non può esserci una data successiva alla data della morte. Rimuovere i dati dalla visita della malattia COVID e aggiungere tosse e mancanza di respiro come eventi avversi (eventi avversi).” "Che tipo di pressione veniva esercitata qui?" chiede Elia.

Seconda dose somministrata al di fuori della finestra del protocollo di tre settimane.
Il periodo di osservazione sembra essere stato un inserimento automatico — Secondo il protocollo, ogni partecipante doveva essere osservato dal personale per un minimo di 30 minuti.

La maggior parte delle CRF afferma 30 minuti, il che solleva la domanda: i partecipanti sono stati osservati per un periodo di tempo adeguato o hanno semplicemente inserito "30 minuti" come voce automatica? Perché c'è così poca varietà nei tempi di osservazione? Se i partecipanti non venivano adeguatamente osservati, la loro sicurezza veniva messa a rischio, il che era una delle preoccupazioni di Jackson.

Eventi avversi elencati come "non gravi" nonostante la prolungata degenza in ospedale — In un caso, il partecipante è caduto e ha subito lacerazioni facciali il giorno dopo la seconda dose ed è stato ricoverato in ospedale per 26 giorni, ma la caduta non è stata segnalata come grave.

Altre anomalie in questo caso particolare includono elencare la caduta come causata da una "caduta" non correlata al trattamento in studio e la lacerazione del viso come risultato di "ipotensione" (bassa pressione sanguigna). Manca il numero SAE anche per le lacerazioni facciali.

Elia scrive: “Si possono sollevare dubbi sulla credibilità di queste informazioni data la caduta e le lacerazioni facciali erano intrinsecamente correlate. Quindi, se le lacerazioni facciali erano dovute a "ipotensione", anche la caduta dovrebbe essere dovuta a quella". La pressione bassa potrebbe essere un effetto del colpo sperimentale? Possibilmente. Soprattutto se si considera che il paziente è caduto il giorno dopo aver ricevuto la seconda dose.

Ancora più sospetto: la causalità della caduta è stata registrata come “correlata” (al trattamento) sul modulo evento avverso grave, ma indicata come “non correlata” sul CRF evento avverso. Una nota afferma: "Si prega di confermare la corretta causalità".

Rifiutare nuovi problemi di salute in quanto estranei al trattamento - Ad esempio, in un caso, a una partecipante donna senza storia medica di compromissione della funzionalità renale è stata diagnosticata una calcolosi renale e una grave ipokaliemia, che ha richiesto il ricovero in ospedale, un mese dopo la sua seconda dose. Eppure, nonostante non avesse una storia di problemi renali, entrambi gli eventi sono stati liquidati come "non correlati" al trattamento in studio e non sono state condotte ulteriori indagini.

In chiusura, Elia scrive:10

“Tutte le prove raccolte in un periodo di tempo limitato sembrano supportare le affermazioni dell'informatore Jackson sulla cattiva gestione dei dati del sito di sperimentazione e sollevano domande su come Ventavia abbia condotto le sperimentazioni cliniche Pfizer.

Gli errori e le anomalie nelle CRF alludono anche alle sue affermazioni secondo cui i ricercatori clinici associati non erano stati formati adeguatamente, poiché molti non avevano precedenti esperienze cliniche. Se tali eclatanti risultati sono veri in questi siti, potrebbero manifestarsi in altri siti di sperimentazione in tutto il Nord America e oltre?"

Enorme elenco di effetti collaterali

L'ultima tranche di documenti Pfizer include anche ben nove pagine di effetti collaterali registrati: 158,000 in tutto! L'immagine qui sotto parla più forte di qualsiasi cosa io possa dire su questo elenco.

Enorme divario tra ciò che ci è stato detto e la realtà

I documenti Pfizer rivelano un enorme divario tra ciò che ci è stato detto sul jab e ciò che la FDA e la Pfizer ne sapevano effettivamente. In un recente articolo pubblicato da The Defender,11 La dott.ssa Meryl Nass chiede: "Pfizer, i documenti della FDA contraddicono la narrativa ufficiale sulla sicurezza del vaccino COVID - è una frode?"

Come notato da Nass, quello che ci viene detto dai media è una cosa, e quello che rivelano questi documenti è un'altra. E, soprattutto, il contenuto di questi documenti "ci dice quali informazioni Pfizer e la FDA sono disposte a restare a guardare". Stabiliscono inoltre quali sono i requisiti legali per l'autorizzazione e la licenza per l'uso di emergenza.

"Potrebbe essere uno shock, ma ciò che la FDA ha affermato quando ha rilasciato sia l'EUA che la licenza per i vaccini Pfizer era molto diverso da quello che hai sentito dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), dai media e da altre fonti, " Nas scrive.12

Un esempio lampante di raccomandazioni ufficiali in contrasto con i dati è la raccomandazione del CDC di vaccinare durante la gravidanza. Il direttore del CDC, la dott.ssa Rochelle Walensky, ha ripetutamente assicurato al pubblico che il jab non presenta rischi per la salute delle donne incinte o dei loro bambini. Ecco Walensky a maggio 2021:

Ed eccola qui, nell'ottobre 2021, a sostenere ancora che non ci sono rischi.

Allo stesso modo, nell'agosto 2021, quando Comirnaty ha ottenuto la licenza, il dottor Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive, ha confermato che il vaccino COVID era sicuro durante la gravidanza:

Come può essere, quando fino a dicembre 2021, la FDA e la Pfizer hanno affermato che non c'erano informazioni inadeguate per determinare se ci sono rischi in gravidanza? Come possono Walensky e Fauci fare affermazioni definitive sulla sicurezza quando non ci sono dati?

Anche l'American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG) rilascia dichiarazioni definitive sulla sicurezza, affermando che "la vaccinazione può verificarsi in qualsiasi trimestre e l'accento dovrebbe essere posto sulla ricezione del vaccino il prima possibile per massimizzare la salute materna e fetale".13

Su cosa si basano? L'assenza di dati non è certamente una base solida su cui fare affermazioni di sicurezza. Come notato da Nass:14

“... il CDC, nel proprio rapporto settimanale Morbidity and Mortality del 7 gennaio,15 ha dichiarato che non vi erano dati sufficienti per determinare la sicurezza del vaccino COVID nel primo trimestre.

Quindi, mentre le agenzie federali non avevano motivo di credere che il vaccino fosse sicuro in gravidanza e si assicuravano che i loro documenti legali lo dicessero, hanno comunque pubblicizzato il vaccino come sicuro per le donne in gravidanza.

Quindi l'ACOG, un'organizzazione professionale senza scopo di lucro di ostetriche, non solo ha fornito ai propri membri false informazioni sulla sicurezza dei vaccini, ma li ha inoltre istruiti sull'uso della propaganda per convincere le future mamme a sparare".

La guida del CDC contraddice l'etichetta di Comirnaty

Elenca anche diversi casi in cui le dichiarazioni del CDC al pubblico contraddicono chiaramente le dichiarazioni sull'etichetta Comirnaty. Per esempio:16,17

· XNUMX€Sebbene il CDC inizialmente abbia affermato che le reazioni anafilattiche al vaccino si verificano approssimativamente alla stessa velocità di altri vaccini, da allora hanno rimosso tale affermazione e sia il CDC che l'etichetta Comirnaty ora affermano che la somministrazione di Comirnaty è limitata alle strutture che possono gestire le reazioni anafilattiche.

"Questo non è il caso per altri vaccini", afferma Nass, aggiungendo che la ricerca degli ospedali di Harvard rivela che il tasso di anafilassi nei dipendenti che hanno ricevuto il vaccino COVID era da 50 a 100 volte superiore al tasso affermato dal CDC, che calcola quel tasso sulla base dei rapporti nel Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS). È interessante notare che questo corrisponde a quello che riteniamo possa essere il fattore di sottostima per VAERS.

· XNUMX€Mentre il CDC afferma che la miocardite post-jab è lieve e si risolve rapidamente, l'etichetta Comirnaty afferma chiaramente che "Non sono ancora disponibili informazioni su potenziali sequele a lungo termine".

· XNUMX€Il CDC raccomanda il vaccino COVID per le donne in gravidanza, ma l'etichetta afferma che "i dati disponibili su Comirnaty somministrato alle donne in gravidanza non sono sufficienti per informare i rischi associati al vaccino in gravidanza".

· XNUMX€Il CDC, la FDA e i media mainstream sostengono che il jab COVID non può causare cancro o problemi di fertilità, tuttavia l'etichetta Comirnaty afferma chiaramente che "Comirnaty non è stato valutato per il potenziale di cancerogenicità, genotossicità o compromissione della fertilità maschile". Se non è stato valutato, come possono affermare di sapere che non può causare questo tipo di problemi, soprattutto considerando l'elenco degli effetti collaterali riportati sopra?

· XNUMX€Anche se lo scopo dichiarato della vaccinazione di massa è quello di creare "immunità di gregge", la FDA non ha richiesto a Pfizer di valutare se il jab potesse proteggere dall'infezione asintomatica o prevenire la trasmissione di SARS-CoV-2.

A cosa serviva?

Con ogni settimana che passa, le crepe nella narrativa ufficiale del COVID continuano a moltiplicarsi e ad ampliarsi. Sarà interessante vedere cosa romperà finalmente la proverbiale diga.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla è ora disponibile a spingere per un quarto colpo,18 dicendo che un secondo booster sarà "necessario per la maggior parte", poiché tre colpi non solo non possono proteggere dalle varianti, ma diminuiscono rapidamente di forza. Per gli stessi motivi, gli americani devono aspettarsi di ricevere un booster annuale ogni autunno.

In circostanze normali, ciò avrebbe dovuto strappare la lana dagli occhi delle persone, ma il lavaggio del cervello del COVID ha avuto così tanto successo che molti non riescono ancora a vedere quanto sia stato mentito. Credo che la salva finale che sveglierà le masse sarà o rivelazioni sui danni, o la realizzazione di ciò che il sistema di credito sociale pianificato significherebbe effettivamente per l'americano medio.

Nel 2018, Pfizer ha collaborato con orgoglio con una piattaforma di pagamento del Partito Comunista Cinese (PCC), Alipay, che è stata utilizzata per implementare una prima versione cinese dei passaporti vaccinali, chiamata iniziativa "Internet + Vaccinazione", volta a creare "consapevolezza della malattia tramite dispositivi mobili .”19

Secondo il Dipartimento di Stato americano, Alipay è uno “strumento” utilizzato dal PCC nella sua creazione di una rete di “sorveglianza e controllo sociale facilitati dalla tecnologia”, nota anche come sistema di credito sociale. Lo stesso tipo di sistema viene ora implementato in altre parti del mondo, inclusi gli Stati Uniti, quindi è interessante notare il coinvolgimento di Pfizer in quella prima iniziativa sul passaporto del vaccino digitale.

A metà marzo 2022, Bourla ha rilasciato un'intervista al Washington Post Live (sopra), ammettendo che la decisione di utilizzare la tecnologia mRNA nella creazione di un "vaccino" COVID era "controintuitiva", poiché Pfizer ha "buona esperienza" con diverse altre tecnologie di vaccino , ma solo due anni di esperienza con l'mRNA, che non era mai stato utilizzato prima in un medicinale disponibile in commercio.

Alla fine, Bourla potrebbe pentirsi di quella decisione, poiché si è rivelata incredibilmente letale. Anche se immagino che dipenderà dal fatto che sia mai stato tenuto a rendere conto di quelle scelte.

Fonti e riferimenti

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
coronistan.blogspot.com

E poi leggi che Pfizer ha 31 miliardi di contanti!

[…] – MCM 3/23 Infezioni da record negli anziani del Regno Unito super-vaxxati – Blaze 3/23 Cospirazione medica: con gli occhi sbarrati, hanno ucciso, mutilato migliaia di persone – TN 3/23 La discriminazione della Nuova Zelanda contro i non vaccinati è dilagante – CS [... ]

Ian Allan

"Come possono Walensky e Fauci fare affermazioni definitive sulla sicurezza quando non ci sono dati?"
Ascolta, ascolta, e finalmente sono grato di leggere il meritato verbo plurale riferito ai dati inesistenti. Per inciso, non sarebbe possibile perseguire i responsabili di quelle che devono essere viste come bugie per omissione?