Navy pronta a scatenare le navi robot killer sugli oceani del mondo

Immagine: Defense Advanced Research Projects Agency
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
I tecnocrati di guerra all'interno del DARPA hanno una risposta per spazzare via il nemico: macchine autonome. Quando DARPA ha rilasciato Sea-Hunter per la prima volta, ci sono stati impegni per il fatto che era solo per la sorveglianza e non per uccidere. Il flip-flop è stato anticipato. ⁃ Editor TN

La più grande marina del mondo ha trascorso gli ultimi anni con la sensazione di essere stata messa sotto controllo.

Cina e Russia hanno investito pesantemente in tecnologie anti-accesso volte a tenere a rischio le sue principali risorse di proiezione di forza - le portaerei. Ora la Marina degli Stati Uniti e le forze superiori dell'esercito si stanno preparando a riprendere il controllo del tabellone di gioco, ed è cosìalla ricerca di tecnologie senza pilota aiutare.

Lo Flotta di superficie statunitense ha cercato negli ultimi anni di girare la sceneggiatura su attori come la Cina. La flotta mirava a passare da un ruolo di semplice difesa del vettore a passare all'offensiva.

L'obiettivo era diffondersi su una vasta area per mettere a dura prova i servizi segreti e di ricognizione cinesi e quindi esercitare un certo controllo del mare in luoghi come i mari del sud e della Cina orientale che la Cina cerca di negare con missili anti-nave a lungo raggio e una flotta in continua crescita.

Inizialmente, la spinta era quella di aggiungere grandi combattenti di superficie per contenere i pesanti impegni della Marina per la presenza in tempo di pace, mantenendo al contempo sufficiente potenza di fuoco per difendersi e proiettare il potere in un ambiente anti-accesso.

Ma questo sta cambiando.

La Marina ha in programma di passare quest'anno facendo i primi passi in un futuro nettamente diverso, che, se dovesse accadere, sconvolgerà il modo in cui la flotta ha combattuto dalla Guerra fredda. E tutto inizia con qualcosa che potrebbe sembrare controintuitivo: sta cercando di ridursi.

“Oggi ho un requisito per i combattenti 104 su grandi superfici nella valutazione della struttura della forza; Ho 52 combattenti di piccola superficie ", ha detto Ronald Boxall, direttore della Surface Warfare. “È un po 'sottosopra. Devo uscire qui e avere più piattaforme di piccole dimensioni? Penso che il futuro studio sull'architettura della flotta abbia intimato "sì" e i nostri giochi di guerra dimostrano che c'è un valore in questo ".

Enter: l'ascesa delle macchine.

Il cambio di paradigma sta allontanando la flotta da piattaforme come i cacciatorpediniere di classe Arleigh Burke: enormi navi strette irte di capacità, armi e sensori, ma enormemente costose da costruire, mantenere e potenziare.

"È un cambiamento di mentalità che dice, invece di mettere sulla nave più roba per quanti soldi ho, inizi a pensare in un modo diverso", ha dichiarato Boxall in un'intervista di dicembre. "Inizi a dire: 'Quanto piccola può essere la mia piattaforma per ottenere tutto ciò di cui ho bisogno per essere su di essa?'

“Vogliamo che tutto sia grande solo quanto deve essere. Lo rendi più piccolo e più distribuibile, dato che tutti i dollari sono quasi uguali. E quando guardo la forza, penso: "Dove possiamo usare senza pilota in modo da poterlo spingere su una piattaforma più piccola?" ”

La Marina si sta preparando per scoprirlo.

All'interno del negozio OPNAV N96 di Boxall, i funzionari stanno preparando una richiesta di informazioni dall'industria per due nuove classi di navi da guerra con equipaggio o opzionalmente presidiate: una piattaforma di sensori medi lungo le linee del Sea Hunter dell'Agenzia di progetti di ricerca avanzata di difesae un grande combattente di superficie senza equipaggio in grado di trasportare sensori e armi - una nave senza pilota su una scala mai tentata.

La RFI è il primo passo nel processo verso la creazione di un programma per progettare e costruire le navi.

L'idea

I combattenti di superficie senza equipaggio fanno parte di una struttura generale della flotta che è stata approvata dallo staff congiunto, ha affermato Boxall, e include sia Fregata di prossima generazione della Marina e la combattente di grande superficie che alla fine sostituirà sia gli incrociatori che i cacciatorpediniere.

In questo costrutto, i combattenti con equipaggio fungeranno da comando e controllo per i sensori e i tiratori senza pilota, mantenendo saldamente gli umani nel circuito.

Per il combattente di superficie senza pilota medio, la flotta sta guardando una piattaforma di sensori in avanti in grado di connettersi ai combattenti di superficie con equipaggio in grado di elaborare e agire sui dati.

“Dovremmo mettere un sensore in avanti su una piattaforma senza pilota media [per rilevare bersagli aerei]? Dovremmo guardare alla [guerra antisommergibile] con i sensori davanti alla forza o su una schermata preliminare? Questi sono i tipi di cose che osserviamo quando parli del mezzo senza pilota - per lo più parli di sensori e li comunichi in qualche modo ”, ha detto Boxall. "Rilevare, comunicare e forse un po 'di comando e controllo."

Per quanto riguarda il grande combattente di superficie senza equipaggio, Boxall e il suo team stanno cercando ciò che è necessario per ottenere un grosso sensore come un radar a schiera a stato solido a bordo, insieme a missili per renderlo un killer no-bs.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti