Lo stato di sorveglianza prospera durante la pandemia di COVID-19

Lettore di targheWikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
Technocracy News & Trends potrebbe essere stato uno dei primi a sottolineare l'enorme aumento della sorveglianza a causa del coronavirus, ma molti altri giornalisti e organi di stampa stanno ora riportando la stessa identica osservazione. ⁃ TN Editor

Dal monitoraggio del cellulare agli occhi dei droni nel cielo, alle cartelle cliniche esaminate e ai braccialetti alla caviglia GPS, un'epidemia di misure di sorveglianza si sta diffondendo in tutto il mondo. È tutto fatto nel nome della lotta contro la diffusione del COVID-19, ovviamente, poiché ogni crisi viene utilizzata per giustificare le incursioni nella nostra libertà. Ma molto tempo dopo che il virus ha fatto del suo peggio ed è andato avanti, è probabile che rimarremo bloccati con queste invasioni della nostra privacy, a meno che non respingiamo, difficile.

Le motivazioni della sorveglianza sono di facile comprensione, entro certi limiti. Le autorità di sanità pubblica che combattono la pandemia vogliono sapere chi sta diffondendo il virus, quali persone potrebbero aver infettato e i movimenti di coloro che potenzialmente portano il bug.

La Cina, dove è iniziata l'epidemia di COVID-19, ha sfruttato il suo sistema di controllo sociale già profondamente invadente costringere le persone a installare app per cellulari che ha assegnato loro un codice in base (presumibilmente) al rischio percepito di diffusione del contagio. Il permesso di viaggiare o entrare in spazi pubblici dipendeva da quel codice, anche se il software tracciava anche la loro ubicazione e condivideva i dati sui telefoni degli utenti con le autorità.

La Corea del Sud democratica non è arrivata fino alla Cina, ma comunque rintracciava i cellulari delle persone e utilizzo della carta di credito. I funzionari hanno anche usato telecamere di sorveglianza per monitorare i movimenti di coloro che sono sospettati di essere infetti.

Emulazione a Tattica cinese, Autorità spagnole trasformato in droni aerei rilevare incontri di persone non autorizzati - già un concetto degno di nota per quelli di noi che non sono inclini a chiedere il permesso di incontrarsi con gli amici. Gli altoparlanti dei droni hanno quindi ordinato ai violatori di tornare a casa.

Qui negli Stati Uniti, funzionari del governo congiunto a tech per esaminare i dati sulla posizione che la maggior parte di noi condivide con le app del cellulare. L'idea è di determinare se le persone stanno a casa come ordinato; in caso contrario, le informazioni rilevano dove ci stiamo raggruppando.

Anche le regole sulla privacy sono state rilassato per consentire una più facile condivisione delle cartelle cliniche dei pazienti con funzionari sanitari del governo.

E alcune agenzie governative lo sono collegare i monitor della caviglia GPS ai pazienti COVID-19 e ai sospettati di esposizione per non fare una passeggiata nel paese o fare la spesa da un marciapiede.

Nella maggior parte dei casi, le tattiche del Grande Fratello sono state vendute come misure temporanee intese a combattere il pericolo reale derivante dalla pandemia COVID-19. La sorveglianza ha lo scopo di rafforzare le distanze sociali e rintracciare i portatori del nuovo coronavirus in modo da poter porre fine alla crisi sanitaria e tornare alla normalità. Ma possiamo prendere in parola i funzionari del governo che alla fine abbandoneranno i loro nuovi poteri?

"Le richieste del governo di nuovi poteri di sorveglianza ad alta tecnologia sono fin troppo familiari", mette in guardia Adam Schwartz, un avvocato senior del personale della Electronic Frontier Foundation (EFF). “Ciò include proposte ben intenzionate per utilizzare varie forme di dati sulla trasmissione di malattie tra le persone. Anche nel mezzo di una crisi, il pubblico deve valutare attentamente tali richieste del governo, perché la sorveglianza invade la privacy, scoraggia la libertà di parola e grava ingiustamente sui gruppi vulnerabili ".

"E", aggiunge Schwartz, "i nuovi poteri di sorveglianza tendono a restare".

L'avvocato della EFF non è solo nelle sue preoccupazioni.

"Penso che gli effetti di COVID-19 saranno più drastici degli effetti degli attacchi terroristici dell'9 settembre: non solo per quanto riguarda la sorveglianza, ma attraverso molti aspetti della nostra società", ha scritto esperto di sicurezza Bruce Schneier. "E mentre molte cose che non sarebbero mai accettabili durante il tempo normale sono cose ragionevoli da fare in questo momento, dobbiamo assicurarci di poterle ripristinare una volta che l'attuale pandemia sarà finita".

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite
2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti