Le città e gli stati si ribellano contro Trump sui cambiamenti climatici

vuotoWikipedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

Che la ribellione abbia inizio. Le città e gli stati di tutta l'America stanno dicendo a Trump che continueranno a sostenere le iniziative sui cambiamenti climatici indipendentemente da ciò che fa. Questo è sulla scia della conclusione di Trump dell'accordo di Parigi sul clima. Coloro che aderiranno all'accordo di Parigi saranno presto presentati come anti-lavoratori, anti-industria e anti-americani. Editor TN

Se il presidente Donald Trump ritira il sostegno all'accordo di Parigi sul cambiamento climatico, gli sforzi negli Stati Uniti per combattere il riscaldamento globale prosciugheranno?

Quasi. Decine di stati e molte città hanno politiche intese a ridurre le emissioni di gas a effetto serra e ad affrontare gli effetti dell'aumento delle temperature. E i piani per di più sono in lavorazione. Nei locali di sinistra, è una buona politica. Anche negli stati rossi in cui la resistenza è forte all'idea che gli esseri umani stanno facendo riscaldare il pianeta, la prevenzione delle inondazioni e l'energia rinnovabile sono considerate affari intelligenti.

Eppure molto rimane incerto su come un drastico cambiamento nella politica federale influenzerebbe le iniziative statali e locali, in particolare se il Congresso taglierà i finanziamenti per loro, come vuole Trump.

Uno sguardo a ciò che gli stati e le città stanno facendo riguardo ai cambiamenti climatici e il loro potenziale da colmare se l'amministrazione Trump si ritirasse:

STATI FACILITANO

Anche se più di due dozzine di Stati hanno intentato azioni legali che hanno ostacolato il Clean Power Plan dell'amministrazione Obama, che ha cercato di limitare le emissioni di anidride carbonica dalle centrali elettriche, molti stati hanno compiuto notevoli progressi verso il raggiungimento degli obiettivi. Quaranta stati sono sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi 2030 previsti dal piano, secondo l'Environmental Protection Agency. Trentacinque sono già conformi ai requisiti provvisori per 2022, in parte perché i servizi pubblici hanno deciso di chiudere le centrali a carbone e passare al gas naturale.

Ventinove stati e Washington, DC, richiedono servizi elettrici per produrre quantità specifiche di elettricità da fonti rinnovabili o alternative come l'energia eolica, solare e geotermica, secondo il Centro no profit per soluzioni climatiche ed energetiche. La California e New York hanno ordinato alle loro utility di fornire metà dell'energia elettrica da fonti rinnovabili di 2030.

La legislatura del Maryland a febbraio ha superato il veto del governatore e ha aumentato il suo standard al 25 percento di 2020. Il Michigan, che ha supportato Trump nelle elezioni di novembre e ha un governatore repubblicano e la maggioranza legislativa, il mese scorso ha aumentato il suo standard da 10 percento a 15 percento di 2021.

La maggior parte degli stati ha anche "piani d'azione per il clima" pieni di idee su argomenti diversi come l'uso del suolo, i trasporti e la gestione del territorio. La California sta incoraggiando la proprietà di auto elettriche con agevolazioni fiscali e accesso a corsie veloci.

Il Governatore del Massachusetts Charlie Baker ha assegnato più di $ 1.8 milioni in sovvenzioni alle comunità 19 per progetti legati al clima. Ma tali spese sono ben al di sotto dei miliardi che il governo federale ha fornito.

MESSA A FUOCO DELLE CITTÀ SULL'ADATTAMENTO

Molte città sono abbastanza grandi da fare la differenza con i limiti di emissione. Il sindaco Rahm Emanuel ha annunciato in aprile che tutti gli edifici pubblici di Chicago sarebbero stati interamente alimentati con energia rinnovabile da 2025. Altri stanno intensificando l'uso del trasporto pubblico.

Altre città riconoscono che il clima si sta già riscaldando e si stanno preparando a far fronte agli effetti, in particolare alluvioni e forti tempeste. Nelle aree conservatrici in cui il cambiamento climatico è un argomento tossico, i funzionari spesso descrivono i loro sforzi con termini come "resilienza" e "adattamento". Stanno costruendo le acque di scolo, migliorando i sistemi di trattamento delle acque reflue per evitare traboccamenti e incoraggiando l'uso di giardini delle piogge e altri " infrastruttura verde ".

Charleston, nella Carolina del Sud, sta raccomandando che tutta la costruzione pianificata ipotizzi un aumento del livello del mare da 1.5 a 2.5 nei prossimi anni 50.

La Florida è particolarmente vulnerabile all'innalzamento del livello del mare, ma lo stato ha intrapreso poche azioni. Le città hanno cercato di colmare il vuoto. Sotto un patto regionale, Miami e le aree circostanti hanno lavorato per proteggere case, strade e infrastrutture contro le inondazioni.

Perfino Tulsa, in Oklahoma, casa del senatore James Inhofe, che chiama una bufala il riscaldamento globale, si è trasferito su case e attività commerciali di 12,000 da una pianura alluvionale.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
1 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
1 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
1 Autori di commenti
John Smith Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
John Smith
ospite
John Smith

Il momento migliore per la creazione di opportunità di lavoro e l'inversione della tecnologia di uccisione del lavoro.
La grande iniziativa di supporto al cambiamento clinico, in modo da ridurre i robot affamati di elettricità e l'automazione negli impianti di produzione e ridurre le emissioni delle centrali elettriche che producono carbonio, eliminare le fabbriche di robot, automazione e computer e assumere lavoratori umani più puliti con alimentazione muscolare, aumentando mercato del lavoro industriale e creazione di più posti di lavoro americani della classe media in modo da togliere la popolazione di massa dai programmi di assistenza del governo e ridurre il deficit e / o il debito degli Stati Uniti !!!