La tecnocrazia opera al di fuori di sinistra o destra

tecnocrazia
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
La tecnocrazia non può essere respinta fino a quando non viene riconosciuta per quello che è, e questo è un problema. I repubblicani di destra e la sinistra del New Deal verde sono tutti "utili idioti" dei tecnocrati e non hanno idea che vengano manipolati. ⁃ Editor TN

In 1969, quando scrisse Theodore Roszak La creazione di una contro cultura, era almeno altrettanto difficile essere un ottimista come lo è mezzo secolo dopo. Gli Stati Uniti avevano trascorso gran parte degli anni Sessanta rinchiusi in una guerra sanguinosa e inutile. A casa, le sue città avevano subito il più grande picco di crimini violenti dalla Grande Depressione.

Di fronte a tutto ciò, Roszak, all'età di 37, condusse un'indagine sul populismo tra le generazioni più giovani che era critica in alcuni luoghi ma incautamente spericolata al suo interno. "Sono i giovani", ha scritto, "arrivando con gli occhi che possono vedere l'ovvio, che deve rifare la cultura letale dei loro anziani e chi deve rifarla in fretta disperata".

Oggi, attratto da una serie molto diversa di stereotipi sui giovani, si leggono passaggi come questo con invidia per l'ottimismo di Roszak. Col senno di poi, pochi eminenti intellettuali pubblici della sua generazione avevano talmente torto su così tante cose. Ancora meno erano così giusti sui punti principali.

Roszak è appena ricordato come un grande pensatore. Quando morì in 2011, i necrologi lo descrissero come il mostro il cui più grande successo fu quello di coniare il termine "controcultura" per descrivere l'antistituzionalismo liberale dei radicali degli anni Sessanta.

In 1969 c'erano centinaia di gruppi radicali o quasi-radicali con sensibilità vagamente sovrapposte: Krishna, Pantere Nere, Colombe, Stoner, Acidi, Hippy, Yippies, Weathermen. Riconoscere, come molti hanno fatto, che questi gruppi avevano qualcosa in comune era molto più semplice che precisare dove risiedesse la loro comunanza.

Secondo i calcoli di Roszak, l'unica cosa che questi gruppi condividevano era un nemico. Quello che gli hippy chiamavano l'Uomo o il Sistema o l'Istituto, chiamava "tecnocrazia": l'approccio scientifico manageriale che sosteneva una società industriale iper-organizzata. Per molti della generazione di Roszak, l'esperto tecnocrate era il segretario alla difesa di Lyndon Johnson, Robert McNamara, ex presidente della Ford Motor Company. Mcnamara aveva provato a condurre lo sforzo della guerra del Vietnam più o meno nello stesso modo senza sangue che aveva portato alle linee di fabbrica della Ford, con risultati disastrosi.

La tecnocrazia non era di sinistra (McNamara stesso era un repubblicano), ma non era neppure di destra. Era, certamente, un'ideologia politica - l'elevazione della burocrazia al di sopra della libertà e della dignità - ma il voto democratico o repubblicano non l'avrebbe sconfitta. Né, sosteneva Roszak, le tattiche che la sinistra aveva usato negli ultimi decenni:

“Se la malinconica storia della rivoluzione nell'ultimo mezzo secolo ci insegna qualcosa, è la futilità di una politica che si concentra con risolutezza sul rovesciamento dei governi, delle classi dirigenti o dei sistemi economici. Questo marchio politico si limita a ridisegnare le torrette e le torri della cittadella tecnocratica ".

...

Eppure, nonostante i suoi difetti, l'analisi di Roszak sulla tecnocrazia è ancora illuminante. Gli anni di 50 dalla pubblicazione di La creazione di una contro cultura sono stati buoni per i tecnocrati e cattivi per tutti gli altri, in particolare i giovani. Le principali difficoltà che le persone sotto 40 affrontano ora sono le versioni da incubo di quelle identificate da Roszak: vagare senza meta in un'economia tecnocratica, sottoposte a sorveglianza algoritmica e dipendenti da cibo, svago e praticamente tutto il resto nelle aziende che vedono le persone come punti dati.

Eppure nessuno a sinistra sembra parlare abbastanza della tecnocrazia. Negli Stati Uniti, la sinistra radicale è divisa, invece, tra socialisti in stile Sanders e politici a problema unico che non sono in grado di decidere se il capitalismo, la razza, il genere o una qualche combinazione intersezionale di essi sia l'obiettivo giusto per analizzare la società. Se esiste un discorso pubblico sulla tecnocrazia oggi, è la versione bigotta offerta da uomini di campo di destra - da Steve Bannon, con i suoi discorsi sul Deep State, a Michael Gove, compiaciuto del fatto che i Brexiteers siano stanchi degli esperti di McNamara.

Sicuramente uno dei motivi principali dell'eccitazione della sinistra nei confronti della tecnocrazia è che, nel complesso, sono state le persone di sinistra che lavorano in luoghi come la Silicon Valley a rimodellare la tecnocrazia nell'enorme, affascinante mostro che è oggi. Grazie a Bill Gates, Steve Jobs e altri, i tecnocrati di oggi hanno a disposizione centinaia di dati raccolti digitalmente, che usano per guidare i pensieri e i comportamenti dei loro soggetti più precisamente che mai.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
5 Discussioni dei commenti
5 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
6 Autori di commenti
PFTEllefrgoughPatrick WoodOmega13 Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
D3F1ANT
ospite
D3F1ANT

Dire che la "tecnocrazia" opera al di fuori della sinistra o della destra è un palese RUSE quando OGNI compagnia tecnologica è gestita da un attivista di sinistra radicale e opera per far avanzare gli interessi del Partito Democratico e (forse ancora più importante) per ESEGUIRE i concetti sociali della sinistra Giustizia! LOL! Non siamo stupidi.

Patrick Wood

Signore, sono sicuro che non sei stupido ma hai torto nelle tue conclusioni. Ho fornito a 40 anni di prove del fatto che la globalizzazione non è né sinistra né giusta e che funziona facilmente all'interno di ogni ambiente politico per raggiungere i suoi obiettivi. La sinistra di oggi viene promossa per decostruire la nostra nazione e il suo sistema politico, ma anche l'ala destra sta facendo altrettanto danno. I tecnocrati si aspettano di emergere dalle ceneri occidentali per attuare la vera e propria tecnocrazia, un sistema economico alternativo che è sempre stato progettato per sostituire il capitalismo e la libera impresa.

frgough
ospite
frgough

Quale sarebbe un obiettivo di sinistra. Il genitore ha ragione.

Patrick Wood

No, non è corretto. Finché non ti alzi al di sopra della "guerra infinita" della dialettica sinistra-destra, non vedrai mai il vero nemico della nostra nazione. Inoltre, non puoi sconfiggere un nemico che non puoi identificare. Invece di essere un critico della poltrona, ti incoraggio a leggere i miei libri sulla tecnocrazia e ad avere i fatti.

Elle
ospite
Elle

"Non siamo stupidi". Grandi parole di qualcuno che è chiaramente disinformato su ciò che sta realmente accadendo in tutto il mondo. Solleva la testa dal fango della politica, proprio nel posto in cui la narrazione ufficiale ti vuole girare - indifesa, arrabbiata, accusatrice e cieca. Supera l'elaborazione del pensiero basata sulla polarità di basso livello che sei stato condizionato verso tutta la tua vita, permettendo al cosiddetto dibattito Sinistra / Destra di occupare la tua mente. Fino a quando non lo fai? Stai eseguendo un servizio per coloro che ti governerebbero. È compito del pastoso promuovere un'agenda unilaterale che grida "l'ignoranza dei fatti" (spero), anche se non lo riconosci. Tutti... Leggi di più "

Omega13
ospite
Omega13

Sinistra clueless

frgough
ospite
frgough

Il Vietnam non fu una guerra insanguinata inutile. L'aggressione comunista era una cosa molto reale. Il Vietnam era, era una guerra mal eseguita, guidata dalla politica invece che da obiettivi militari.

Patrick Wood

Una guerra mal eseguita a causa della politica è per definizione una "guerra insanguinata inutile". È stato perseguito da Robert McNamara, un tecnocrate tinto di lana e membro fondatore della Commissione Trilaterale.

PFT
ospite
PFT

Sono d'accordo che non è né a sinistra né a destra. È uno strumento di quello che era noto come comunismo, un obiettivo d'élite per uno stato globale autoritario. Mentre il comunismo come l'eugenetica è ritenuto una reliquia del passato dalla sconfitta dei nazisti e la caduta dell'Unione Sovietica e della Cina che abbraccia la proprietà privata che ha arricchito l'élite del partito, in realtà entrambi sono vivi e bene nonostante subiscano qualche trasformazione con l'aiuto di Orwellian Newspeak. Ignorando la semantica, esiste un'élite dominante guidata dall'ideologia che è a portata di mano per raggiungerla... Leggi di più "