La tassa sul carbonio arriva: dove i democratici 2020 resistono al riscaldamento globale

Carbon Tax
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
I candidati democratici alla presidenza sono uniformemente allarmati dal riscaldamento globale, ma la maggior parte spinge anche la carbon tax come soluzione. La carbon tax è a un passo dalla valuta energetica originale di Technocracy formulata negli 1930. ⁃ Editor TN

Due eventi hanno spostato la discussione sui cambiamenti climatici tra i candidati presidenziali democratici di 2020 ad agosto 2019. Jay Inslee, il governatore dello stato di Washington che ha incentrato la sua campagna sulla questione, ha abbandonato la corsa, mentre il senatore del Vermont Bernie Sanders ha lanciato un piano dettagliato per raggiungere gli obiettivi del New Deal verde.

“La crisi climatica non è solo la più grande sfida per il nostro Paese; è anche la nostra più grande opportunità per costruire un futuro più giusto ed equo ”, afferma il piano di Sanders.

Molti candidati hanno piani, alcuni lunghi e dettagliati, alcuni brevi e vaghi, per affrontare i cambiamenti climatici. In generale, i candidati supportano la raccomandazione per l'accordo sul clima di Parigi e l'attuazione di un New Deal verde, almeno in qualche forma. Ma ci sono delle eccezioni.

L'ex rappresentante del Maryland John Delaney, ad esempio, tweeted che l'attuale New Deal verde, che include la garanzia di un lavoro per tutti gli americani, "è realistico quasi quanto Trump dice che il Messico pagherà per il muro".

Questo non è l'unico punto di disaccordo tra i candidati. Le proposte dei democratici sul cambiamento climatico si frammentano in termini di come intendono ridurre le emissioni, in particolare se sostengono o meno l'applicazione di una tassa sul carbonio.

Al momento della stesura di questo documento, i candidati senza piani specifici o dettagliati sui cambiamenti climatici includono il sindaco di New York Bill de Blasio e l'ex segretario del Dipartimento per l'edilizia e lo sviluppo urbano degli Stati Uniti Julián Castro.

Ti illustreremo alcuni dei punti chiave della discussione sui cambiamenti climatici nel campo democratico. Per vedere dove si trovano i singoli candidati nelle politiche sui cambiamenti climatici, controlla la nostra tabella.

Nozioni di base sui cambiamenti climatici

Il cambiamento climatico è una questione espansiva, che comprende aumento delle tendenze della temperatura, innalzamento del livello del mare, perdita di massa di ghiaccio, cambiamenti nella fioritura delle piante ed eventi meteorologici estremi. Il riscaldamento globale si riferisce al riscaldamento a lungo termine della Terra.

La combustione di combustibili fossili, come carbone, petrolio e gas naturale, è stata la principale fonte di emissioni di gas serra nell'atmosfera terrestre. Senza che gli esseri umani contribuiscano a queste emissioni, i gas serra, attraverso il effetto serra, mantieni calda la superficie della Terra. Ma l'aggiunta delle emissioni causate dalle attività umane ha portato a un aumento delle temperature globali.

Diossido di carbonio è il principale gas serra emesso attraverso le attività umane. Emissioni di gas serra negli Stati Uniti provenire principalmente da trasporto, elettricità e industria.

"Non possiamo fare in modo che i cambiamenti climatici scompaiano presto, perché i gas serra che abbiamo già immesso nell'atmosfera non hanno ancora esercitato il loro pieno impatto sul sistema climatico", ha affermato Jennifer Francis, uno scienziato senior presso il Woods Hole Research Center .

Accordo di Parigi e politica estera

I paesi di tutto il mondo hanno fatto un passo drammatico per affrontare il cambiamento climatico nel dicembre 2015 con le Nazioni Unite Accordo di Parigi. L'accordo è un tentativo da parte della maggior parte dei paesi di limitare un aumento della temperatura globale durante questo secolo a 1.5 gradi Celsius al di sopra dei livelli preindustriali.

In base all'accordo, i paesi sviluppati si sono impegnati a prendere la guida nella riduzione delle emissioni e nel sostenere i paesi in via di sviluppo in azioni simili. Gli Stati Uniti sono uno dei principali produttori di anidride carbonica dalla combustione di combustibili fossili, secondo all'Agenzia internazionale dell'energia.

L'ex presidente Barack Obama ha sostenuto l'accordo di Parigi. Ma il presidente Donald Trump promesso di cancellarlo e ha annunciato il suo piani estromettere gli Stati Uniti dall'accordo in 2017, sostenendo che non era giusto per i lavoratori statunitensi. (In passato, Trump ha negato che il riscaldamento globale sia reale.)

Alcuni candidati democratici hanno affermato che renderanno più ambiziosi gli obiettivi dell'accordo sul clima di Parigi.

Il clima dell'ex vicepresidente Joe Biden piano afferma che intensificherà gli obiettivi dell'accordo, renderà gli impegni più trasparenti e applicabili e, più in generale, integrerà i cambiamenti climatici nella sua strategia di politica estera. Ciò include il condizionamento degli accordi commerciali con i partner che raggiungono obiettivi di riduzione delle emissioni.

Il senatore del Massachusetts Elizabeth Warren ha proposto a piano affrontare i cambiamenti climatici nel suo approccio alla sicurezza nazionale. Vuole che il Pentagono raggiunga emissioni di carbonio nette pari a zero per le sue basi e infrastrutture non da combattimento di 2030.

New Deal verde

Sette dei candidati presidenziali democratici 10 che sono membri del Congresso hanno co-firmato il New Deal verde, una risoluzione che affronta i cambiamenti climatici, l'inquinamento, il reddito e la disuguaglianza razziale. La misura democratica era introdotto da Rep. Alexandria Ocasio-Cortez di New York e Sen. Ed Markley del Massachusetts a febbraio 2019.

La risoluzione cita il clima nazionale 2018 Valutazione, prodotto da oltre 300 esperti federali e non federali, che afferma che il cambiamento climatico è peggiorato e aumentato una varietà di eventi negli Stati Uniti, tra cui incendi nel nord-ovest, siccità nel sud-ovest, inondazioni nel sud-est, tempeste di neve nel nord-est e forti piogge nel Midwest. Il clima della Terra sta cambiando più velocemente che in qualsiasi momento della storia della civiltà moderna, ha scoperto.

Il New Deal verde si concentra su obiettivi per combattere i cambiamenti climatici, piuttosto che su percorsi specifici. Chiede una transizione verso un'economia netta zero delle emissioni di gas a effetto serra e un settore energetico alimentato interamente da fonti a zero emissioni.

I candidati presidenziali democratici che hanno co-sponsorizzato l'accordo sono Warren, il senatore del New Jersey Cory Booker, il senatore Kamala Harris di New York in California, il senatore del Minnesota Amy Klobuchar, il rappresentante del Massachusetts Seth Moulton e Bernie Sanders.

Warren vuole investire $ 2 trilioni in oltre 10 anni nella "ricerca verde, produzione ed esportazione", con l'obiettivo di creare posti di lavoro. Anche lei lo è proposto divieto di tutti i nuovi contratti di locazione di combustibili fossili, comprese le perforazioni offshore e su terreni pubblici.

Sanders '2020 Green New Deal piano promette di porre fine alla disoccupazione creando 20 milioni di posti di lavoro nell'industria automobilistica, nell'edilizia, nell'adeguamento dell'efficienza energetica e in altri settori per combattere i cambiamenti climatici. Sanders prevede inoltre di stanziare $ 40 miliardi per un Fondo per la resilienza della giustizia climatica che fornisce alle comunità di colore, nativi americani, persone con disabilità, bambini e anziani una transizione equa verso un'economia più verde.

Candidati multipli hanno incorporato la giustizia economica e razziale nelle loro proposte sul cambiamento climatico attraverso la protezione delle terre pubbliche, affrontando le minacce ambientali e sanitarie e creando posti di lavoro.

Ad ottobre 2017, Booker ha introdotto una giustizia ambientale agire al Senato per richiedere, in parte, alle agenzie federali di attuare strategie che identificano e affrontano la salute umana o gli effetti ambientali dei loro programmi e politiche rispetto alle comunità di colore, comunità indigene e comunità a basso reddito. Harris, Sanders e Warren hanno sponsorizzato il disegno di legge, che non è mai stato approvato.

Alvaro Palacios Casanova, un alto sostenitore della politica presso il Center on Race, Poverty and the Environment, ha detto a PolitiFact che trovare soluzioni a beneficio delle cause di giustizia ambientale e sociale è difficile a causa dell'influenza politica dell'industria dei combustibili fossili.

A partire da agosto 26, 2019, 20 candidati presidenziali democratici hanno firmato a pegnonon ricevere alcun contributo superiore a $ 200 da dirigenti del settore petrolifero, del gas e del carbone, da lobbisti e comitati di azione politica (PAC). Bullock e Delaney non hanno firmato l'impegno.

Prezzi del carbonio

Vari democratici hanno incorporato la fissazione di un prezzo sulle emissioni di gas a effetto serra, in genere attraverso un'imposta, nei loro piani di cambiamento climatico. Includono Biden, Delaney, South Bend, il sindaco indiano Pete Buttigieg, l'ex rappresentante della Pennsylvania Joe Sestak, l'autore e attivista Marianne Williamson e l'imprenditore Andrew Yang.

In un parere 2019 di gennaio pezzo, un gruppo bipartisan di economisti ha affermato che una tassa sul carbonio è il metodo più conveniente per ridurre le emissioni "nella scala e nella velocità necessarie".

Ma le tasse sul carbonio non sono senza polemiche. Dieci gli stati hanno programmi di tariffazione del carbonio attivi, secondo il Center for Climate and Energy Solutions, ma gli elettori hanno respinto iniziative di tariffazione del carbonio in altri stati come Washington, dove Inslee ha approvato il programma.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
2 Discussioni dei commenti
0 Discussione risposte
0 Seguaci
Per molti commenti
Discussione più calda del commento
2 Autori di commenti
ElleNNG Autori di commenti recenti
Sottoscrivi
ultimo il più vecchio più votati
Notifica
NNG
ospite
NNG
Elle
ospite
Elle

La tassa sul carbonio riguarda il pagamento da parte del pubblico di decisioni aziendali / pratiche di gestione pessime nei settori dell'energia, dell'agricoltura e del governo, ecc. Queste entità hanno permesso a tutto il patrimonio netto di essere svuotato dalla loro attività e dato agli azionisti mentre la società non trattiene nulla per coprire le infrastrutture, la manutenzione, il riattrezzamento e la tecnologia futuri. In che modo spingono il pubblico a pagare per le loro pratiche miopi, avide e manipolative? Tassazione, come sempre. Questa volta è una tassa sul carbonio che deve essere alleggerita da una falsa notizia di un gioco di potere sui cambiamenti climatici guidato dalle Nazioni Unite. Soldi, soldi, soldi - potere, potere, potere.... Leggi di più "