Esperto di tecnologia verde: "La proprietà dell'auto non ha senso"

Foto di Tyrone Turner / WAMU
Per favore, condividi questa storia!
L'Agenda 21 e l'Agenda 2030 delle Nazioni Unite sono personificate da questa propaganda: “l'andare al primo posto, le biciclette e gli scooter al secondo e il trasporto pubblico al terzo. Le auto dovrebbero arrivare solo al quarto posto. " Esatto, puoi camminare ovunque tu debba andare. ⁃ TN Editor

L'economia della condivisione può uccidere due piccioni con una fava abbassando il costo delle tecnologie verdi e riducendo le emissioni inquinanti, ha detto l'esperto cleantech Radoslav Mizera a EURACTIV Slovacchia.

Radoslav Mizera è vicepresidente e Chief Innovation Officer di Solved, un servizio di consulenza cleantech che collega le aziende verdi e gli esperti di smart city con governi e aziende.

L'anno scorso, le istituzioni dell'UE hanno concordato nuovi standard di emissione CO2 per auto e furgoni e sono in corso discussioni sui limiti per i veicoli pesanti. Il commissario dell'Unione europea per l'energia Maroš Šefčovič afferma che le nuove norme costringeranno l'industria automobilistica a modernizzarsi e diventare più competitiva sul mercato mondiale. Ma altri dubitano della capacità dei costruttori di automobili di adattarsi. Cosa ne pensi?

Concordo con l'onorevole Šefčovič. Si può fare. La società croata Rimac Automobili fondata da Mate Rimac ne è un buon esempio. È estremamente innovativo. È considerato un leader tecnologico nel suo campo. Si concentra esclusivamente su auto sportive, ma le sue tecnologie possono avere un impatto anche su altri settori. E si stanno diffondendo grazie alla cooperazione con altre case automobilistiche.

Questo esempio ci mostra che anche paesi come la Croazia possono fare la differenza a livello globale. È molto importante avere leader come questo anche in Slovacchia.

Limiti di emissione rigorosi aiuteranno la competitività dell'industria automobilistica?

Sì, perché possono spianare la strada a produttori alternativi che stanno arrivando sul mercato con innovazioni.

Negli ultimi dieci anni, la Cina ha fortemente sostenuto i "nuovi veicoli energetici". Ora, la Cina è sul punto di diventare il leader globale in questo campo. Questa è la cosiddetta competizione globale che sta minacciando le nostre industrie.

Se non ce ne rendiamo conto, le case automobilistiche cinesi supereranno le nostre. Nei prossimi dieci anni vedremo un massiccio sviluppo della mobilità elettrica.

Se non ci adattiamo, finiremo per acquistare veicoli elettrici cinesi in Europa?

È possibile, si. Uno dei motivi per modernizzare la produzione automobilistica è l'incremento della produzione locale. Un altro è la competitività globale. La terza e forse la ragione più importante è il continuo spostamento dei modelli di business. Non si tratta più di automobili come tali. Riguarda l'infrastruttura di ricarica che occupa una posizione importante nel settore energetico, perché fa parte di reti intelligenti.

Ancora più importante, vedremo una transizione verso l'economia condivisa. In futuro non avremo le auto. Giudicato dall'efficienza, è una sciocchezza. Fino a dieci persone possono condividere un solo veicolo. L'industria automobilistica sostiene che la produzione di auto sia costosa e difficile, che non abbiano sufficienti input produttivi per un numero così elevato di auto. Ma perché dovrebbero produrne così tanti?

I consumatori sono pronti ad accettare che la proprietà dell'auto non ha senso?

Forse arriveranno naturalmente a quella conclusione da soli. Scopriranno che non possedere un'automobile è più comodo ed economico. Sarà una decisione razionale del consumatore. Non ha senso pagare dieci volte di più per il trasporto solo perché voglio possedere un'auto.

In futuro, la proprietà automobilistica potrebbe finire per essere riservata solo ai veicoli super lusso e alle persone super ricche. Ma considerando l'efficienza, non è sicuramente la strada da percorrere. Le reti di trasporto saranno ottimizzate, le emissioni ridotte. La condivisione consentirà un trasporto più economico e meno dispendioso in termini di tempo. I costi condivisi apriranno la strada a nuove tecnologie.

Eppure le città dovrebbero consentire soluzioni di mobilità, in cui la camminata viene prima, le biciclette e gli scooter in secondo luogo e il trasporto pubblico in terzo luogo. Le auto dovrebbero arrivare solo al quarto posto.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite
7 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Quincey

Sono sicuro che ci sono molti posti in cui questo è vero. Molti dove è impossibile

JERRY

L'America rurale non sarà mai d'accordo con questo. Oh, è vero, AGENDA 21 CI IMPILA NELLE CITTÀ COME CORD WOOD.

NO GRAZIE

DSimpson

Se qualcuno ha mai avuto una famiglia con un'auto, sa che l'auto significa libertà di andare dove e quando vuoi andare. Perché non ce l'hai.

No, la proprietà del trasporto individuale non sarà mai e poi mai completamente soppiantata dal trasporto di massa. Solo sotto il dominio totalitario. Ma la gente di città di oggi crede a tante cose che non sono vere, che siamo diretti in quella direzione.

Rudi Simon

I "commissari" (persone grasse senza volto che indossano occhiali spessi) e altre organizzazioni ombra che amano il comunismo entreranno nel potere locale e cercheranno di schiacciare questo. Prepara le armi.

James

L'intero regime federale degli Stati Uniti è un'organizzazione ombra senza legge. Anche molti “governi” statali e locali.

La loro "gestione" incompetente ha portato a un deficit riconosciuto di oltre 20 trilioni. Il loro furto criminale di oltre 21 trilioni e la successiva classificazione a posteriori è un altro crimine da aggiungere alla loro procedura operativa standard. La falsa bandiera dell'9 settembre ha cementato il colpo di stato e cambiato completamente il nostro "governo". La politica estera di Washington non è altro che una follia criminale internazionale.

Elle

Idem!

Elle

Senza dubbio, tutti dovrebbero consumare meno carburante, camminare e andare in bicicletta di più per un corpo sano e lasciare l'auto dietro quando possibile. Tuttavia, l'articolo non afferma COME funziona la loro rivoluzione automobilistica al di fuori di una grande città, eh? Come al solito, coloro che immaginano / finanziano il cambiamento del mondo lo fanno da un punto di vista etnocentrico (quello del globalista indottrinato). Non possono o non vedranno la GRANDE IMMAGINE. Esempio: il continente americano, tutti i suoi paesi, è altamente rurale. La maggior parte della popolazione vive su entrambe le coste come in altri continenti, ma la popolazione è distribuita su migliaia di miglia nel mezzo. L'economia... Per saperne di più »