Primo: debutta la bistecca ribeye stampata in 3D, chiede l'approvazione

Aleph Farms e The Technion rivelano la prima bistecca di ribeye coltivata al mondo
Per favore, condividi questa storia!
Gli scienziati tecnocrati sono intenzionati a guidare l'allevamento del bestiame nella pattumiera della storia, ma non riescono a riconoscere la miriade di sottoprodotti prodotti dal bestiame. La carne di manzo contraffatta sarà dirompente per l'industria agricola in più di un modo. ⁃ TN Editor

Un'azienda israeliana ha svelato martedì la prima bistecca di costata stampata in 3D, utilizzando una coltura di tessuti animali vivi, in quello che potrebbe essere un balzo in avanti per la carne coltivata in laboratorio una volta ricevuta l'approvazione normativa.

Durante la pandemia di coronavirus, i prodotti proteici alternativi sono aumentati di popolarità, spingendo quasi tutte le multinazionali del cibo ad affrettarsi a portare le proprie versioni sul mercato. Spesso i prodotti a base vegetale sono stati polpette o pepite lavorate - alimenti "quotidiani" più facili da produrre per le aziende - che mirano ad alleviare gli effetti sul clima del peggior colpevole: gli americani mangiano quasi 50 miliardi di hamburger all'anno, secondo il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti. .

La nuova tecnologia di bioprinting 3D di Aleph Farms, che utilizza cellule animali viventi anziché alternative a base vegetale, consente l'arrivo sul mercato di tagli muscolari integrali premium, ampliando la portata della carne alternativa in quella che dovrebbe essere un'area ricca di espansione per aziende alimentari. Un sondaggio su oltre 1,000 adulti statunitensi, condotto dalla società di ricerca MRS per l'azienda agricola Proagrica, ha mostrato che il 39% dei consumatori americani ha considerato di diventare vegetariano o vegano dall'inizio della pandemia. Le preoccupazioni per la salute, i cambiamenti climatici e il benessere degli animali sono i fattori trainanti.

Diverse altre aziende stanno correndo per catturare quello che dovrebbe essere un forte appetito per quella che viene spesso chiamata "carne coltivata". BlueNalu, con sede a San Diego, ha annunciato la sua intenzione di portare sul mercato prodotti ittici a base di cellule nella seconda metà di quest'anno; Future Meat Technologies, con sede in Israele, e le società olandesi Meatable e Mosa Meat mirano ad avere prodotti a base di carne nel mercato entro il 2022, ciascuna con metodi proprietari di crescita di tessuti di carne da biopsie di punch di animali vivi o macellati.

Ma la mancanza di un quadro normativo potrebbe ostacolare la corsa delle aziende al mercato. A dicembre, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è diventato il primo capo di stato al mondo a mangiare carne coltivata, e nello stesso mese Singapore è diventato il primo paese al mondo a concedere l'approvazione normativa per la vendita di carne coltivata. Non è chiaro quando altri paesi seguiranno l'esempio. Negli Stati Uniti, la Food and Drug Administration non ha fissato una data per la quale si pronuncerà sulla questione.

Il nuovo processo di produzione della carne, sviluppato con i partner di ricerca dell'Israel Institute of Technology, stampa cellule viventi incubate su una matrice a base vegetale per crescere, differenziarsi e interagire per ottenere la consistenza e le qualità di una vera bistecca. Ha un sistema simile al sistema vascolare di un animale, che consente alle cellule di maturare e alle sostanze nutritive di muoversi attraverso il tessuto più spesso, risultando in una bistecca con una forma e una struttura simili al tradizionale tessuto di vacca prima e durante la cottura.

"Non si tratta solo di proteine, è un prodotto complesso ed emozionale", afferma Didier Toubia, amministratore delegato di Aleph. Dice che il prodotto rispecchia la qualità sensoriale, la consistenza, il sapore e la marmorizzazione grassa di una costata prodotta tradizionalmente.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
13 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Karen

Chi dire quando imprimeranno gli esseri umani ??

Kat

No no e diavolo NO! Non mangerò mai nulla di cresciuto in laboratorio o realizzato con una stampante 3D. I nostri corpi sono progettati per mangiare cibo vero, non questa finta merda che stanno sfornando.
C'è da meravigliarsi perché le persone sono così maledettamente malate in questi giorni?
Buon Dio, finta bistecca ????? Davvero?
Ora vado ad accendere la griglia al freddo gelido per godermi un vero ribeye nutrito con erba e finito!
Dì solo NO al cibo finto, il tuo corpo ti ringrazierà!

Brad

Mi chiedo se ci sono anche gli ormoni della crescita in questa roba nella capsula di Petri?

morgana

Ancora un altro tentativo di portarci via dal mondo naturale e di imporre una "soluzione" tecnologica giù per la gola. Che arroganza! Oh, e comunque ... anche le élite mangeranno questa merda? O è solo per noi gente comune?

Corona Coronata

Ma le persone compreranno, se è abbastanza economico ...

Joe F.

Ricordi il sostituto della carne a base vegetale, Beyond Meat? Questo dovrebbe essere chiamato Beyond Disgusting.

Non c'è bisogno di pagarmi i diritti d'autore per inventare il nome.

Ultima modifica 1 anno fa di Joe F.
Corona Coronata

Vogliono davvero uccidere con tutti i mezzi e nessuno capisce che questa è la verità. E come è possibile. Un articolo di Henry Makow potrebbe: sono tutti “fratelli” nello stesso club.

Alfred

Penso che preferirei una mucca.

Pittypat

Se questa "carne" viene coltivata da "cellule" di animali vivi, significa che o faranno diventare le cellule cancerose, per consentire loro di riprodursi indefinitamente, o dovranno avere MOLTI animali disponibili per ottenere le cellule necessarie in corso. Ad ogni modo, non ha senso per me. Invece, dovremmo chiedere ai nostri governi statali e locali non solo di introdurre leggi, ma incoraggiare l'agricoltura rigenerativa, che include gli animali. La zonizzazione dovrebbe essere attuata per richiedere anche un certo numero di piccole fattorie rigenerative intorno ai centri abitati... Per saperne di più »

Gordon

Blechhh! Non mangerei quella roba con un palo di 39 piedi e mezzo. Immagino che se uno fosse in una nave stellare e il cibo stampato sintetico sia l'unica scelta ... ma non credo che mi iscriverei per quello in primo luogo!