La "nuova normalità" della vita post-pandemia è autoritaria

Immagine: Julian Hamilton / Mirrorpix / Newscom
Per favore, condividi questa storia!
La tecnocrazia non è benevola. I negazionisti e gli impenitenti saranno puniti, costretti e modellati in obbedienza. Questa è la natura della dittatura scientifica in cui obbedisci a ciò che i tecnocrati affermano che la scienza dice. La loro scienza è assoluta e non può essere messa in discussione. ⁃ TN Editor

Ci è stato detto che la vita non tornerà mai alla normalità, quindi dobbiamo risucchiarla e accettare un mondo di maschere, interruzioni economiche e allontanamento sociale. È un'eco denaturata degli avvertimenti che abbiamo sentito prima che le risposte del governo al COVID-19 stanno spingendo il mondo verso l'autoritarismo, ma travestiti come se fosse un buono cosa.

È un peccato, dato che le risposte meno invadenti alla pandemia si stanno dimostrando efficaci almeno quanto quelle pesanti. E questo prima ancora di discutere il valore intrinseco della libertà che sembra destinata ad essere messa da parte da preoccupazioni di salute pubblica e da funzionari governativi disonesti.

"Mentre il 2020 scorre e probabilmente infetta il 2021, prova a prendere coraggio in un fatto sconcertante: molto probabilmente le cose non torneranno mai 'alla normalità'", ha scritto Nick Paton Walsh, redattore della CNN per la sicurezza internazionale, la scorsa settimana. Nel suo pezzo discute la probabile permanenza di mandati di maschere, telelavoro, ridotto contatto fisico e simili cambiamenti nella vita.

Alcune delle modifiche menzionate da Walsh possono essere questioni di scelta personale, ma molte di esse sono imposte da "politici che fingono che" normale "sia proprio dietro l'angolo", come dice Thomas Davenport del Babson College nell'articolo.

Dovremmo accettare le nostre vite appena limitate come "la nuova normalità", con un fraseggio che è già molto stanco, in effetti.

In realtà, i ripetuti riferimenti a una "nuova normalità" non sono solo stanchi; sono inquietanti.

"Poiché la necessità di un'estensione della quarantena durante l'estate o oltre sembra più probabile, la nuova normalità includerà sicuramente compromessi imprevisti", Andy Wang avvertito a maggio nel Rivista internazionale di Harvard. “L'ironia centrale della crisi potrebbe essere che gli stessi metodi che le democrazie liberali stanno attualmente utilizzando per combattere efficacemente il virus sono le stesse tattiche che i leader autoritari usano per dominare il loro popolo. Anche se il mondo non sta sprofondando nell'autoritarismo, un mondo post-quarantena potrebbe essere meno democratico della sua precedente iterazione; gli strumenti che sono stati impiegati temporaneamente nella lotta contro una malattia che si verifica una volta nella vita potrebbero diventare permanenti ".

Questi strumenti autoritari possono diventare permanenti perché i funzionari governativi sono raramente puniti per averlo fatto qualcosa, anche se qualcosa è orribile e controproducente. È lasciare che le cose siano risolte dagli individui in base alle loro priorità e preferenze per le quali i politici vengono chiamati.

Inoltre, le persone che entrano nel governo tendono ad essere il tipo che naturalmente gravita verso l'uso del potere. E le crisi sono ottime scuse per accumulare autorità senza precedenti e usarla in modi nuovi.

"Per i leader di mentalità autoritaria, la crisi del coronavirus offre un comodo pretesto per mettere a tacere i critici e consolidare il potere", Human Rights Watch ammonito nel mese di aprile.

"Le 'misure di blocco' adottate da molti stati europei hanno avuto un impatto sproporzionato su individui e gruppi razzializzati che sono stati presi di mira con violenza, controlli di identità discriminatori, quarantene forzate e multe", Amnesty International segnalati nel mese di giugno.

"I governi di tutto il mondo devono agire per proteggere e promuovere la libertà di espressione durante la pandemia COVID-19, che molti Stati hanno sfruttato per reprimere il giornalismo e mettere a tacere le critiche", il Relatore speciale delle Nazioni Unite sulla libertà di espressione noto in luglio.

Gli Stati Uniti sono stati difficilmente immuni dall'autoritarismo guidato dalla salute pubblica durante la pandemia.

"Nelle sale del potere in tutto il paese, la nuova pandemia di coronavirus è stata talvolta utilizzata per estendere, piegare o ignorare la legge e la politica consolidate", Jenny B. Davis ha scritto per il Rivista ABA in Aprile. "Le libertà fondamentali, la tutela della privacy e l'accesso alla giustizia sono state ridotte in nome della sicurezza pubblica, con giustificazioni legali che vanno da appropriate a palesemente inaccurate".

Da allora, i giudici hanno annullato alcuni funzionari, compresi i governatori di Michigan e Pennsylvania, che hanno oltrepassato la loro autorità e violato i diritti fondamentali.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Matteo / Boston

"Questi strumenti autoritari possono diventare permanenti perché i funzionari governativi sono raramente puniti per aver fatto qualcosa, anche se qualcosa è orribile e controproducente". Mi chiedevo perché il 99% dei politici abbia accettato questa menzogna. Paura di rovinare il sistema, presumo. Sopra tra virgolette è un'ottima spiegazione. La risposta era nascosta in bella vista. Come dice Max Igan, "Le maschere diventano un test del QI". Mi rifiuto di indossare una maschera - e non lo faccio. Sono deluso dall'abbondanza di americani che indossano la maschera al punto da essere imbarazzato e vergognoso di far parte della società americana.... Per saperne di più »

GIACOMO Willis

Non credo che la portata dell'autoritarismo, anche in questo momento, sia notata da un vasto numero di persone anche "svegliate".
Il fatto che questo sito abbia ancora una sezione dei commenti mi stupisce poiché Google sta minacciando e agendo per eliminare le sezioni dei commenti sui media alternativi.
Dai un'occhiata mentre sfogli nuovi siti come Yahoo e Google news e simili.
Consentire qualsiasi discussione sulla loro agenda di sinistra è ora vietata ... e senza ricorso.