La nuova normalità: la biometria vista come il futuro dei viaggi aerei

Per favore, condividi questa storia!
Sei costretto a indossare una maschera facciale, a mostrare la prova dell'iniezione, a mostrare il viso, gli occhi e le impronte digitali per arrivare a destinazione. I tecnocrati credono che più tecnologia possa risolvere tutti i problemi; se non ci sono problemi da risolvere, creane alcuni. Editor TN

Se è passato un anno o più da quando hai viaggiato, in particolare a livello internazionale, potresti notare qualcosa di diverso negli aeroporti degli Stati Uniti: più passaggi, dal controllo di un bagaglio allo sdoganamento, vengono automatizzati utilizzando la biometria.

Biometria sono tratti individuali unici, come le impronte digitali, che possono essere utilizzati per automatizzare e verificare l'identità. Promettono maggiore sicurezza ed efficienza nello spostamento dei viaggiatori in un aeroporto dove, durante le fasi dal check-in all'imbarco, i passeggeri sono normalmente tenuti a mostrare un documento d'identità con foto rilasciato dal governo.

Nell'interruzione del viaggio causata dalla pandemia, molti aeroporti, compagnie aeree, aziende tecnologiche e agenzie governative come la Transportation Security Administration e la United States Customs and Border Protection hanno continuato a investire in progressi biometrici. La necessità del distanziamento sociale e delle interazioni contactless non fa che aumentare l'urgenza.

"Le tecnologie sono diventate molto più sofisticate e il tasso di precisione molto più elevato", ha affermato Robert Tappan, amministratore delegato del gruppo commerciale Associazione internazionale di biometria + identità, che ha definito l'impulso per alleviare le folle e ridurre i contatti attraverso questi strumenti "accelerato dal COVID".

Molti degli ultimi sviluppi biometrici utilizzano il riconoscimento facciale, che il Istituto Nazionale di Standard e Tecnologie recentemente trovato è accurato almeno al 99.5%, piuttosto che la scansione dell'iride o le impronte digitali.

"La scansione dell'iride è stata pubblicizzata come la più infallibile", ha affermato Sherry Stein, capo della tecnologia nelle Americhe per SITA, una società di tecnologia biometrica con sede in Svizzera. “Perché la biometria funzioni, devi essere in grado di associare una fonte di dati attendibile nota perché stai cercando di confrontarla con un record su file. La faccia è la cosa più semplice perché tutti i documenti che usiamo per provare la tua identità (patenti di guida, passaporti ecc.) si basano sulla faccia”.

Poco dopo l'9 settembre, il Congresso incaricò un sistema di ingresso e uscita utilizzando la tecnologia biometrica per proteggere i confini degli Stati Uniti. Alcuni viaggiatori hanno espresso preoccupazioni sulla privacy e, mentre le aziende e le agenzie che utilizzano la tecnologia affermano di non conservare le immagini, i sistemi si basano in gran parte su viaggiatori volenterosi che acconsentono al loro utilizzo.

"La privacy è una delle principali preoccupazioni, come dovrebbe essere, quindi la maggior parte di questi programmi sarà opt-in e il governo sta cercando di far crescere quel pubblico pre-controllato", ha affermato Jason Van Sice, vicepresidente dell'aviazione in la Divisione Sistemi di Riconoscimento Avanzato di NEC Corporation of America, che lavora nel campo della biometria dal 1971. Ha aggiunto che la perdita di affari durante la pandemia ha spinto le compagnie aeree e gli aeroporti ad automatizzare come misura di risparmio sui costi. "Questo ha davvero guidato una trasformazione digitale che era già in corso".

Ci sono segnali che la pandemia possa favorire l'accettazione biometrica. Nel suo sondaggio sui passeggeri del 2021 pubblicato di recente, il Associazione internazionale per il trasporto aereo ha rilevato che il 73% dei passeggeri è disposto a condividere i propri dati biometrici per migliorare i processi aeroportuali, rispetto al 46% del 2019.

Parte dell'abbraccio della biometria può derivare dalle sue applicazioni quotidiane, come l'utilizzo del riconoscimento facciale per aprire il telefono o per accedere alla tua app bancaria.

"L'implementazione di piattaforme senza soluzione di continuità e contactless è attualmente a piena velocità in tutto il mondo e si prevede che l'impatto maggiore di ciò si farà sentire entro il 2022, poiché la pianificazione e l'implementazione di solito richiedono da 12 a 18 mesi per essere efficaci", ha affermato Jeff Lennon. , il vicepresidente delle vendite strategiche e delle partnership globali presso Vision-Box, che gestisce la tecnologia biometrica in più di 100 aeroporti in tutto il mondo, incluso l'aeroporto internazionale John F. Kennedy di New York. "Questo è ben allineato con il previsto ritorno dei viaggi internazionali di massa il prossimo anno".

In breve, i cambiamenti tecnologici stanno arrivando rapidamente e furiosamente negli aeroporti, inclusi i seguenti progressi nella biometria.

Riconoscimento facciale dal check-in all'imbarco

A novembre, Delta Air Lines ha lanciato un nuovo programma di identità digitale per i membri TSA PreCheck presso l'aeroporto internazionale di Atlanta Hartsfield-Jackson che possono scegliere di utilizzare il riconoscimento facciale per fare qualsiasi cosa, dal controllo di un bagaglio allo sgombero dei controlli di sicurezza e all'imbarco sul volo nazionale.

L'iscrizione richiede che il passeggero inserisca il proprio numero di passaporto statunitense, che fornisce il controllo back-end della tua identità utilizzando la foto del passaporto, anche se il nuovo programma è solo nazionale.

Utilizzando la scansione facciale a mani libere, i viaggiatori possono ottenere un'etichetta per il bagaglio e quindi procedere a una linea dedicata PreCheck TSA per la scansione facciale, senza necessità di identificazione.

Al momento Delta dispone nell'atrio T di otto gate attrezzati per l'imbarco domestico con riconoscimento facciale; la maggior parte di questi voli è diretta verso destinazioni di viaggio d'affari come New York City e Boston. I volantini non devono mostrare una carta d'imbarco e la loro assegnazione del posto apparirà sulla schermata di riconoscimento facciale dopo la scansione.

Delta sta testando la tecnologia dal 2018 e prevede di portarla nel suo hub di Detroit entro la fine dell'anno.

"Vogliamo dare ai nostri clienti più tempo per godersi il viaggio sbloccando esperienze semplificate, senza soluzione di continuità ed efficienti da un capo all'altro", ha affermato Byron Merritt, vicepresidente del design dell'esperienza del marchio di Delta.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Stoney

aveva una carta TWIC quando un ufficiale portuale nell'area di Tampa Bay ... biometrico, è stato controllato 1 volta in 3 anni dalla costa / sicurezza nazionale ... se avevi un crimine o una condanna per violenza domestica in passato, non potevi entrare nel sistema portuale, quindi radar riparazione e altri venditori si sono lamentati di avere la carta quindi è stata fatta una nuova esenzione, se qualcuno della compagnia li ha scortati e sono rimasti con loro erano esenti, quello che è successo è che il mons. dal carcere starebbe facendo paesaggistica lì…no TWIC……credimi si è trasformato in uno scherzo!…il... Per saperne di più »

Anne

Mi sembra che la biometria sia solo uno strumento in più che verrà utilizzato per controllare e schiavizzare le masse. Non importa quanto la tecnologia o le leggi suonino in superficie in questi giorni. Tutto questo porta al regno dell'anticristo e alla grande tribolazione.

[…] La nuova normalità: la biometria vista come il futuro dei viaggi aerei […]