Fintech: la minaccia di finanziamenti conformi alla Sharia continua senza controllo

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Il mondo islamico è impegnato a guidare il mondo in Fintech, il braccio finanziario dello sviluppo sostenibile, perché Fintech è conforme alla Sharia. Questa è un'opportunità back-door per la Sharia di essere sistematicamente diffusa in tutto il mondo. ⁃ Editor TN

Conosciuta di solito con il titolo eufemistico "Finanza islamica", progettato per nascondere la sua base di sharia, la finanza conforme alla sharia continua a crescere in tutto il mondo, con l'aiuto dell'industria finanziaria occidentale, come dimostrato dall'incorporazione relativamente recente della blockchain nella sharia bancaria e finanziaria.

L'incorporazione di strumenti finanziari innovativi può aiutare la finanza sharia a crescere oltre gli attuali $ 2 miliardi di attività, ma nessuno nel contesto normativo o su Wall Street o Fleet Street sembra preoccuparsi dei potenziali aspetti preoccupanti di questo settore.

Lo scopo principale della finanza conforme alla sharia è promuovere la sharia, che è la legge dottrinale islamica considerata nel mondo islamico come immutabile, indivisibile e obbligatoria per tutti i musulmani da seguire in tutti gli aspetti della vita. La sharia può essere accuratamente descritta come reazionaria e, nella sua attuazione, barbara. La sharia è la legge della terra in tre nazioni del mondo oggi: Iran, Sudan e Arabia Saudita, che hanno tutti tristi record sui diritti umani e ampi legami con il terrorismo jihadista.

La Shariah impone un obbligo religioso, conducendo una jihad violenta contro i non musulmani per stabilire il dominio dell'Islam in tutto il mondo in una forma nota come califfato.

Non sorprende quindi che la sharia sia anche la legge della terra nelle aree dell'Afghanistan controllate dai talebani, nelle aree della Nigeria controllate da Boko Haram, nelle aree della Somalia controllate da Al Shabaab e nelle ultime vestigia del califfato dello Stato Islamico in Iraq e Siria.

La finanza della Sharia è indistinguibile dalla sharia stessa poiché ai musulmani non è permesso scegliere e scegliere diversi aspetti della sharia da seguire. Chiunque sostenga che la finanza della sharia è qualcosa di diverso dalla sharia è semplicemente disonesto. In effetti, lo scopo principale della finanza della sharia è promuovere la sharia.

La finanza della Shariah è una minaccia ai valori occidentali, ai diritti umani e alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti. La finanza della sharia ha un obiettivo politico: legittimare la sharia in Occidente. Le prove indicano che la finanza conforme alla sharia fornisce supporto finanziario al terrorismo jihadista. Le istituzioni finanziarie conformi alla sharia impiegano studiosi della sharia, molti dei quali hanno dimostrato di essere associati a organizzazioni jihadiste come i Fratelli musulmani, fino al punto di sostenere i bombardamenti suicidi e la jihad contro l'America. Tra le decisioni prese da questi studiosi vi è la donazione di 2.5% o più dei guadagni annuali a enti di beneficenza musulmani in un sistema noto come zakat. Analogamente allo zakat, i guadagni derivanti da investimenti ritenuti non islamici devono essere purificato anche attraverso donazioni a enti di beneficenza.

Date le tendenze jihadiste di alcuni eminenti studiosi della sharia come lo sceicco Youseff al-Qaradawi e Mufti Taqi Usmani, nonché il fatto che non meno di 27 organizzazioni benefiche musulmane sono state designate come finanziamento del terrorismo dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, dalla commissione di beneficenza del Regno Unito o le Nazioni Unite, ciò rappresenta un pericolo che potrebbe ovviamente minacciare la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

L'effetto di legittimare e promuovere la sharia in Occidente è già visibile nell'Europa occidentale. La promozione della sharia incapsula le comunità musulmane dalla società tradizionale e crea persino enclavi controllate dalla sharia. La finanza conforme alla Sharia svolge un ruolo particolare in questo perché, a un musulmano devoto che vive in un paese occidentale in cui non esistono banche conformi alla sharia, è consentito utilizzare le istituzioni "infedeli" convenzionali secondo la dottrina della sharia di "estrema necessità". Tuttavia, una volta che esistono istituzioni conformi alla sharia, sono religiosamente obbligate a patrocinarle esclusivamente. Pertanto, consentendo la diffusione della finanza della sharia in Occidente e negli Stati Uniti, stiamo spingendo i musulmani verso la sharia.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti