La liberale Naomi Wolf denuncia l'abuso autoritario dei poteri di emergenza

Youtube
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Ci sono molti democratici in America che evitano la presa di potere da parte della sinistra radicale del loro partito e della loro nazione. Naomi Wolf si è pronunciata contro la perdita delle libertà civili, i rischi per la Costituzione e la necessità di un ritorno del discorso civile. ⁃ TN Editor

L'autrice Naomi Wolf potrebbe essere l'ultima vera “liberale” d'America. Non uso mai la parola "liberale" per descrivere la sinistra totalitaria statalista, favorevole alla cultura dell'annullamento, perché la parola non si adatta a ciò che realmente sono. Non c'è niente di "liberale" nelle persone che vogliono controllare ogni aspetto della tua vita, inclusa la quantità di ossigeno che puoi respirare in pubblico. Non sono "liberali" con uno sforzo di immaginazione, né supportano la libertà di parola come fanno i veri liberali. La sinistra americana annulla il discorso attraverso bombe incendiarie o rivolte o qualsiasi altra attività violenta in cui si impegna regolarmente per porre fine alla libertà di parola in America. (Vedi qualsiasi discorso tenuto da Ann Coulter o Milo Yiannopoulos nei campus universitari.)

https://youtu.be/tg7eMexqdwY

Ma Naomi Wolf si è guadagnata il titolo di "liberale" nel senso classico, secondo me, per essere stata una delle critiche più esplicite delle politiche di blocco COVID. È apparsa sul Spettacolo di Tucker Carlson supplicare gli americani di svegliarsi prima che sia troppo tardi. Quello che ha da dire è incredibilmente importante e il suo messaggio dovrebbe essere amplificato.

"Stanno usando quel [potere] per impegnarsi in ordini di emergenza che semplicemente ci spogliano dei nostri diritti: diritti di proprietà, diritti di riunione, diritti di culto e tutti i diritti garantiti dalla nostra Costituzione", ha detto. “Studio le democrazie in chiusura da dodici anni, quindi ho riconosciuto subito. Una volta che mi sono reso conto che lo Stato di New York aveva poteri di emergenza, so dalla storia che nessuno rinuncia volontariamente ai poteri di emergenza ... solo studiando la storia so quanto sia prevedibile quando inizi a far dire ai funzionari eletti 'non seguiremo la Costituzione perché c'è una pandemia ".

Nello stato di New York e in altri stati in questa nazione, i governatori hanno continuamente esteso gli ordini di "stato di emergenza" che li hanno coperti per imporre limiti incostituzionali ai nostri diritti civili. Ciò include chiudere le scuole e privare i bambini di un'istruzione, mettere al bando funerali, servizi religiosi, privare gli americani di diplomi, riti di passaggio, battesimi rituali, il diritto di gestire attività commerciali private senza l'interferenza dello stato e molto altro.

"Da nessuna parte nella Costituzione si dice che tutto questo può essere sospeso se c'è una brutta malattia", ha continuato. “Abbiamo vissuto il tifo, il colera, il vaiolo, l'HIV, la tubercolosi, la poliomielite, l'influenza spagnola. Abbiamo vissuto un attacco al nostro suolo. Non ci sono mai stati mesi e mesi e mesi di poteri di emergenza in cui non stavamo effettivamente combattendo una guerra ".

Le preoccupazioni di Wolf sono valide. Lei ha ragione. Questo è un attacco senza precedenti ai nostri diritti costituzionali dall'interno che non è mai stato fatto prima in questo paese. E se tu, come Wolf, sei uno studente di storia delle democrazie, dovresti essere spaventato in questo momento.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

INFINE! Qualcuno che si identifica come liberale (che NON è più liberale ma totalitario) manda una grande bandiera rossa sui tiranni che trasformano gli Stati Uniti stato per stato in un luogo fascista. Di prima mano? NM, per esempio, dove la RED QUEEN LUJAN redige con un aspide di ferro. Che scherzo è come governatore: folle di potere. Vivo lì. Non più. Me ne sono andato quando ha iniziato a correre selvaggiamente terrorizzando il villaggio con i suoi arrendevoli cavalieri neri al seguito. L'unica persona sana di mente in NM in questo momento è lo sceriffo Bernalillo, il signor Gonzales. Complimenti a lui. TIENILO SU NAOMI WOLF !!!! voi... Per saperne di più »

Ultima modifica 1 mese fa di Elle
Alfred

Non importa agli oppressi, se i segni sul loro viso provengono da uno stivale con impresso a sinistra o uno stivale con impresso a destra, è comunque uno stivale.