War on Cash mette la BCE, la UE in rotta di collisione con la Germania

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

La guerra al contante è globale mentre le banche centrali lo riempiono alla gola delle rispettive nazioni-clienti. Il contagio è la famigerata Banca dei regolamenti internazionali (BRI) che è la banca centrale per le banche centrali e la mente della politica monetaria globale. Per implementare la tecnocrazia (ovvero lo sviluppo sostenibile), il sistema monetario globale deve essere digitale e non devono esserci vincoli. Pertanto, l'eliminazione della liquidità costringerà tutti nel sistema bancario 100%. Il mantra di "nessuna persona lasciata indietro" è visto in tutti i documenti delle Nazioni Unite che supportano lo sviluppo sostenibile. Editor TN

Le relazioni tra la Germania e la BCE sono state ridotte negli ultimi tempi su una questione chiave: il ruolo della liquidità. I tedeschi hanno un punto debole per lucro fisico mentre la BCE e il ramo esecutivo europeo, la Commissione europea, hanno espresso apertamente il loro desiderio di reprimere o addirittura punire il suo uso.

Per la banca centrale tedesca, la Bundesbank, la guerra in contanti è una guerra alla libertà e alla scelta personale, in nome del salvataggio di un sistema finanziario e dei suoi assurdi tassi di interesse negativi. L'anno scorso il presidente della Bundesbank Jens Weidmann avvertito che sarebbe "disastroso" se la gente iniziasse a credere che il denaro sarebbe stato abolito - un riferimento obliquo al rischio di tassi di interesse negativi e alla crescente guerra al denaro che ha scatenato una corsa al denaro.

In Germania, la fiducia nelle istituzioni finanziarie europee è già ai minimi storici, con solo uno su tre tedeschi detto hanno fiducia nella BCE. Questo è stato prima che il presidente della BCE Mario Draghi tenesse un famoso discorso a maggio dell'anno scorso attribuendo gran parte della colpa per la debole economia dell'Eurozona sulla propensione dei tedeschi a salvare, piuttosto che schizzare sulle importazioni straniere o investire nel mercato azionario.

Ora, è il turno del comitato consultivo scientifico del Ministero federale dell'economia e della tecnologia di dire la sua. In un nuovo rapporto, il consiglio di amministrazione, che comprende l'ex capo economista della BCE Otmar Issing, avverte che qualsiasi tentativo da parte del governo o delle banche centrali di imporre controlli obbligatori o di ritirare banconote di più grandi dimensioni, come la BCE si è impegnata a fare l'anno prossimo a partire da € 500, potrebbe avere molto ripercussioni negative, in particolare per il grande pubblico.

"I limiti di liquidità superiori danneggeranno i normali cittadini, mentre l'economia sommersa e la criminalità organizzata probabilmente sfuggiranno al monitoraggio e ai metodi di pagamento alternativi", avverte. Il rapporto evidenzia una serie di potenziali conseguenze negative della soppressione o fuorilegge del contante:

  • Il potenziale di abuso o uso improprio dei dati personali: "L'anonimato dei pagamenti (offerto in contanti) protegge dall'uso improprio di ... informazioni".
  • Meno controllo sulla finanza personale: "Chiunque effettui un pagamento in contanti può vedere immediatamente quante monete e banconote hanno lasciato nella borsa o nel portafoglio." Questo è molto più difficile in un'economia puramente digitale.
  • Una minaccia alla libertà personale e all'anonimato: Il rapporto descrive anche le potenziali "interferenze" nella libertà dei cittadini comuni come "sproporzionate".

La Commissione europea non vorrebbe essere d'accordo. Di recente ha dichiarato la sua intenzione "esplorare la rilevanza dei potenziali limiti superiori ai pagamenti in contanti", al fine di attuare misure interregionali in 2018. Nel piccolo documento che accompagna il progetto di legge, sottolinea con disinvoltura che la privacy e l'anonimato non costituiscono diritti umani "fondamentali":

… Prevenire (ing) l'anonimato consentito dai pagamenti in contanti potrebbe essere considerato una violazione del diritto alla privacy sancito dall'articolo 7 della Carta dei diritti fondamentali dell'UE. Tuttavia, come integrato dall'articolo 52 della Carta, le limitazioni possono essere soggette al principio di proporzionalità se sono necessarie e soddisfano realmente obiettivi di interesse generale riconosciuti dall'Unione o la necessità di proteggere i diritti e le libertà altrui.

Qualsiasi tentativo da parte della Commissione europea di stabilire un limite obbligatorio per tutto il continente doveva incontrare una forte resistenza, in particolare da parte di paesi che non hanno limiti di pagamento in contanti come Germania e Austria. La Bundesbank è anche uno dei maggiori produttori mondiali di denaro fisico. In totale, 592 miliardi di € dei trilioni di banconote in circolazione di 1.1 alla fine di 2016 hanno dato vita alla Bundesbank.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti