La Big Tech ha davvero il potere di disfare Donald Trump?

Robert EpsteinYoutube
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Il dott. Robert Epstein, un democratico, ha scritto che Big Tech renderà impossibile la rielezione di Trump nel 2020. Manca il fatto che i Big Tech siano tecnocrati che intendono dominare completamente la società, ovunque. ⁃ Editor TN

Quando si tratta di manipolazione elettorale, le società tecnologiche americane di sinistra fanno sembrare i russi come dei dilettanti.

Non importa quale candidato debole il Democratici alla fine nominare, e anche con L'aiuto della Russia, Il presidente Donald Trump non può vincere le elezioni del 2020. Del resto, nelle gare a livello nazionale in cui i margini di vincita previsti sono piccoli, diciamo meno del 5 percento circa,Repubblicani, in generale, rischiano di perdere.

Ciò è dovuto alle nuove forze di influenza che Internet ha reso possibile negli ultimi decenni e quello Big Tech aziende-Google più aggressivo di qualsiasi altro - sono stati determinati a perfezionare dal giorno dell'Armageddon - oh, scusa, il giorno delle elezioni - nel 2016.

Per la cronaca, non sono né un conservatore né un sostenitore di Trump. Ma io amo democrazia e l'America più di quanto io ami un particolare partito o candidato, e ricerca rigorosa che dirigo dal 2013 dimostra che le aziende Big Tech hanno ora un potere senza precedenti per influenzare le elezioni.

Mentre apprezzo il fatto che il 95 percento delle donazioni da parte di aziende tecnologiche e dei loro dipendenti vada ai democratici, non posso stare a guardare queste società minare la democrazia. Finché respiro ancora, farò tutto il possibile per impedire che ciò accada e, per la cronaca, NON sono suicida.

La minaccia che queste aziende rappresentano è tutt'altro che banale. Per prima cosa, possono spostare opinioni e voti numerosi modi che la gente non riesce a rilevare.

Ricordi le voci su quel cinema nel New Jersey che ha portato la gente a comprare più Coca-Cola e popcorn usando messaggi subliminali incorporati in un film? Bene, quelle voci erano un po 'esagerate - quei messaggi in realtà avevano un effetto minimo - ma Google e la banda ora stanno controllando una vasta gamma di metodi subliminali di persuasione che possono, in pochi minuti, spostare le preferenze di voto del 20 percento o più elettori indecisi senza che nessuno abbia la minima idea di essere stato manipolato.

Peggio ancora, possono usare queste tecniche senza lasciare una traccia cartacea che le autorità possano rintracciare. Nel una perdita di email di Google al Wall Street Journal nel 2018, un googler chiede ai suoi colleghi come la società può utilizzare le "esperienze effimere" per cambiare le opinioni delle persone sul divieto di viaggio di Trump.

Le esperienze effimere sono quelle fugaci che viviamo ogni giorno quando visualizziamo contenuti online generati al volo e non archiviati ovunque: feed di notizie, suggerimenti di ricerca, risultati di ricerca e così via. Nessuna autorità può tornare indietro nel tempo per vedere quali suggerimenti di ricerca o risultati di ricerca sono stati mostrati, ma decine di randomizzati, controllati, in doppio cieco esperimenti Ho condotto dimostrazioni sul fatto che tali contenuti possono cambiare radicalmente opinioni e preferenze di voto. Vedi il problema?

A proposito di contenuti, mi sto stancando di vedere i titoli sulle interferenze russe nelle nostre elezioni. A meno che i russi non capiscano improvvisamente come hackerare in maniera massiccia le nostre macchine per il voto - e vergognarci se siamo abbastanza incompetenti da permettere che ciò accada - non ci sono prove che attori cattivi come la Russia o l'ormai defunta Cambridge Analytica possano spostare più di un qualche migliaio di voti qua e là. In generale, tutto ciò che possono fare è lanciare alcuni contenuti distorti su Internet. Ma contenuto non è più il problema.

Tutto ciò che conta ora è chi ha il potere di decidere quali contenuti vedranno o non vedranno le persone (censura) e in quale ordine vengano presentati i contenuti. Tale potere è quasi interamente nelle mani degli arroganti dirigenti di due società statunitensi. I loro algoritmi decidono quale contenuto viene soppresso, l'ordine in cui viene mostrato il contenuto e quale contenuto diventa virale. Puoi contrastare un annuncio TV con un altro annuncio TV, ma se i dirigenti tecnici supportano un candidato o un partito, non puoi contrastare le loro manipolazioni.

Dimentica i russi. Come ho detto quando io testimoniato prima del Congresso l'estate scorsa, se quest'anno le nostre stesse compagnie tecnologiche favoriscono lo stesso candidato presidenziale — e questo sembra probabile — calcolo che possano facilmente spostarsi 15 milioni di voti a quel candidato senza che la gente lo sappia e senza lasciare una traccia cartacea.

A proposito, più conosci qualcuno, più è facile manipolarlo. Google e Facebook avere milioni di informazioni su ogni elettore americano, e prenderanno di mira le loro manipolazioni a livello individuale per ogni singolo elettore in ogni stato swing. Nessuno al mondo tranne Google e Facebook può farlo.

Nel famoso discorso d'addio del 1961 del presidente Eisenhower, egli avvertì non solo dell'ascesa di un complesso militare-industriale; ha anche messo in guardia sulla nascita di una "élite tecnologica" che un giorno potrebbe controllare il nostro paese senza che lo sappiamo.

Quel giorno è arrivato, amici miei, ed è troppo tardi perché qualsiasi legge o regolamento faccia la differenza, almeno nelle prossime elezioni. A questo punto c'è solo un modo per convincere queste aziende a togliere le loro cifre dalla bilancia, e quello è fare loro quello che fanno a noi e ai nostri figli ogni giorno: monitorarli in modo aggressivo.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
Sottoscrivi
Notifica