La grande tecnologia combatte i potenziali divieti di riconoscimento facciale

vuoto
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
I Big Tech Technocrats che hanno creato il riconoscimento facciale per la sorveglianza stanno ora combattendo contro qualsiasi iniziativa guidata dai cittadini o dai legislatori per vietare la tecnologia per motivi di privacy. I tecnocrati credono che la scienza dovrebbe sapere tutto di te senza diritti alla privacy. ⁃ Editor TN

Tra le crescenti richieste di regolamentazione, le aziende tecnologiche stanno spingendo per leggi che limiterebbero l'uso dei sistemi di riconoscimento facciale - e scongiurano i divieti più severi che alcune città e stati stanno pesando.

Microsoft Corp., Amazon.com Inc. e altri trarranno profitto dal momento che agenzie governative e aziende espandono l'uso della tecnologia, che può richiedere ingenti investimenti in capacità di apprendimento automatico e cloud computing.

Tale opportunità è minacciata dalle campagne per limitare fortemente il suo utilizzo.

San Francisco e altre sei città hanno approvò leggi per bloccare l'uso del governo di riconoscimento facciale. I legislatori di New York, Massachusetts, Hawaii e Michigan stanno prendendo in considerazione una qualche forma di divieto o limitazione rigorosa.

Pressati da gruppi di patrocinio, i promotori dei concerti LiveNation Entertainment Inc. e AEG Presents, che organizzano il Coachella Arts and Music Festival, affermano di non avere in programma di utilizzare il riconoscimento facciale nei loro eventi.

Più di 60 campus universitari hanno anche negato la tecnologia, affermano gli attivisti, tra cui l'Università della California, a Los Angeles, che ha confermato che ha annullato la proposta di collegare le telecamere di sicurezza ai sistemi di riconoscimento facciale.

Una coalizione di 40 gruppi di attivisti guidati da Fight for the Future sta diffondendo petizioni sul “Ban Facial Recognition” che invitano i legislatori a bloccare le agenzie governative da qualsiasi uso della tecnologia. Erica Darragh di Students for Sensible Drug Policy, parte della coalizione, afferma che il reclutamento di volontari è un gioco da ragazzi: "Il riconoscimento facciale fa impazzire la gente".

Se eletto presidente, il senatore del Vermont Bernie Sanders afferma che avrebbe vietato alla polizia di usarlo.

In questo contesto, Microsoft sta sostenendo i progetti di legge al Congresso e nel suo stato di Washington, che consente l'uso della tecnologia con supervisione.

"Se non superiamo i dibattiti polarizzanti che hanno bloccato i progressi, le persone continueranno a rimanere senza alcuna protezione ai sensi della legge", ha dichiarato il presidente della Microsoft Brad Smith in una nota.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
Sottoscrivi
Notifica