La globalizzazione affronta il disastro con la catena di approvvigionamento che lascia la Cina

Virus WuhanImmagine dal video del China News Service via Wikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
La catena di approvvigionamento globale finemente sintonizzata costruita da Technocrats aziendale viene interrotta dall'evento Black Swan del micidiale virus Wuhan in Cina. Lo shock di stallo economico, mancanza di viaggio, scadenze mancate, ecc., Potrebbe fornire un "momento Lehman" e un effetto domino. ⁃ Editor TN

Tutti si aspettano una rapida risoluzione dell'epidemia e un rapido ritorno alle condizioni pre-epidemiche sarebbero ben serviti guardando oltre gli effetti del primo ordine.

Mentre i media si concentrano naturalmente sugli effetti immediati dell'epidemia di coronavirus, i possibili effetti del secondo ordine ricevono poca attenzione: il primo ordine, ogni azione ha una conseguenza. Secondo ordine, ogni conseguenza ha una sua conseguenza.

Quindi l'attenzione dei media sono le conseguenze del primo ordine: il numero di persone infette e vittime, le risposte del governo come le quarantene e così via. L'aspettativa generale è che queste conseguenze del primo ordine si dissiperanno presto e la vita tornerà al suo stato pre-epidemico praticamente senza cambiamenti significativi.

Attenzione agli effetti del secondo ordine: non così veloce. Le conseguenze del secondo ordine possono manifestarsi per mesi o addirittura anni, anche se l'epidemia si interrompe rapidamente come previsto dal consenso.

La dinamica sottovalutata qui è il punto di non ritorno, il punto impreciso in cui una decisione di apportare cambiamenti fondamentali si sposta da "forse" a "sì".

Questi punti di non ritorno sono spesso influenzati dall'esaurimento o dalla frustrazione. Prendi una piccola impresa che è stata colpita da aumenti delle tasse, tasse aggiuntive, più requisiti di conformità normativa, ecc. Quando arriva il prossimo aumento delle tasse, lo spettatore potrebbe dichiarare che la somma è relativamente modesta e l'imprenditore può permettersi di pagarla, ma il lo spettatore sta prendendo in considerazione solo gli effetti del primo ordine: l'entità della commissione e la capacità del proprietario di pagarla.

Con sorpresa dello spettatore che si concentra solo sugli effetti del primo ordine, l'effetto del secondo ordine è che il proprietario chiude l'attività e si allontana. Invisibile a tutti coloro che si concentrano esclusivamente sugli effetti del primo ordine, il senso di impotenza e l'indebolimento del proprietario decideranno di continuare nonostante l'aumento dei costi e il calo dei profitti si sia lentamente spostato verso un punto di non ritorno.

Sotto la superficie, ogni nuova tassa, ogni aumento delle tasse e ogni nuovo regolamento ha avvicinato il proprietario a "Ce l'ho, sono fuori".

Quando il proprietario interrompe l'attività, gli spettatori non riescono a capire come una piccola tassa aggiuntiva possa innescare un cambiamento così fondamentale. L'osservatore sta osservando la nuova tassa solo come una causa con una sola conseguenza. Nel mondo reale, ogni nuova tassa, aumento fiscale e regolamentazione erano un altro anello di una catena causale di conseguenze che generavano conseguenze.

Passando ai possibili effetti del secondo ordine dell'epidemia in Cina, iniziamo con la decisione di mantenere le catene di approvvigionamento in Cina. I motivi per mantenere le catene di approvvigionamento in Cina sono in calo da anni: salari e altri costi sono aumentati, il governo centrale ha aumentato le richieste di condivisione della tecnologia, il senso generale che gli stranieri e le società straniere non sono più necessari o desiderati, e il commercio guerra, che è più o meno in una fase di tregua piuttosto che finita.

Una convinzione comune è che è "impossibile" spostare le catene di approvvigionamento dalla Cina. Questa è una classica analisi degli effetti del primo ordine. Quando la catena di approvvigionamento viene interrotta per un motivo o per l'altro e devono essere trovate alternative, vengono trovate alternative. Ciò che diventa "impossibile" non è spostare la catena di approvvigionamento dalla Cina ma mantenerla in Cina.

L'errore fatto da coloro che considerano solo gli effetti del primo ordine è che un effetto modesto "dovrebbe" generare solo conseguenze modeste. Per l'osservatore focalizzato esclusivamente sugli effetti del primo ordine, se l'epidemia di coronavirus esplode come previsto, le catene di approvvigionamento “dovrebbero” non essere influenzate perché l'effetto è quantitativamente modesto.

Ma una volta che iniziamo a considerare gli effetti cumulativi del secondo ordine e i potenziali punti di ribaltamento, quindi l'interruzione delle catene di approvvigionamento causata dall'epidemia, non importa quanto modesta, potrebbe essere "l'ultima goccia" per coloro che avevano già sotto la superficie spostato da "mai lasciare la Cina "per" forse lasciare la Cina ". L'epidemia potrebbe ribaltare il processo decisionale in" deve lasciare la Cina ".

Prendi in considerazione due dirigenti, uno che ha esaminato le conseguenze a lungo termine della dipendenza dalla produzione in Cina e ha iniziato a stabilire fornitori alternativi all'inizio della guerra commerciale 18 mesi fa, e un altro dirigente che ha esaminato le seccature del primo ordine e le spese di trasferimento fuori dalla Cina e rimase messo per ridurre al minimo le spese a breve termine.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
7 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
justsayin

Evento cigno nero. Hahaha. Non offendere, ma sul serio non penso che accada nulla per caso.

JCLincoln

Non ha detto che è successo per caso. Sono sicuro che Patrick sia più consapevole della maggior parte del fatto che la maggior parte delle tragedie di oggi sono orchestrate.

justsayin

Non preoccuparti, ho detto di non offendere. So che Patrick sa cosa sta facendo. Ero solo faceto.

via di mezzo

Ci sono pochi che si rendono conto che una grande percentuale di farmacie occidentali specializzate proviene e viene prodotta in Cina. La maggior parte di questi farmaci sono gli ultimi farmaci farmacologici "mirati" all'avanguardia per terapie antitumorali, cardio-polmonari ed endocrine che mantengono in vita molti di noi in Occidente. Questo scenario sembra essere un altro grande segno distintivo della stupidità tecnocratica globalista ... a meno che, cioè, gli schiavi salariali comuni siano irrilevanti e sacrificabili nel loro grande piano utopico, che ora credo sia il caso.

JCLincoln

Sai …. con le pressioni economiche sulla Cina in aumento e con la sua sempre crescente popolazione urbana che ha bisogno di lavoro, probabilmente non danneggerebbe le previsioni economiche della Cina se ci fossero meno persone. Hmmm, ... corona virus ... hmmm.