La Cina cerca di gestire un database globale per i "passaporti dei vaccini"

Immagine per gentile concessione di TheVerge.com
Per favore, condividi questa storia!
In quanto tecnocrazia, la Cina ha confezionato ed esportato nel mondo il suo malvagio sistema di controllo sociale e pseudo-scientifico. I cittadini globali, inclusi gli americani, negano totalmente questi obiettivi espansionistici, anche se la Cina chiude la trappola. ⁃ TN Editor

L'8 marzo, la Cina ha lanciato il suo mercato interno passaporto vaccinale, che mostra lo stato di vaccinazione di un cittadino cinese ei risultati del test del virus tramite un programma sulla piattaforma dei social media cinesi wechat.

Il giorno successivo, il 9 marzo, la Cina ha sollecitato l'Organizzazione mondiale della sanità (CHI) per consentire a Pechino di costruire e gestire un file database globale per "passaporti vaccinali", Suscitando timori sulla privacy e sull'espansione della sorveglianza governativa.

Il programma WeChat e altre app per smartphone cinesi includono un codice QR crittografato che consente alle autorità di ottenere informazioni sulla salute di un viaggiatore. Le app tengono traccia della posizione di un utente e producono un file codice colore di verde, giallo o rosso per indicare la probabilità che abbia il virus e se la persona può camminare liberamente o meno. Questi "codici sanitari QR" sono già necessari per accedere ai trasporti nazionali e a molti spazi pubblici in Cina.

Tuttavia, secondo a New York Times articolo, l'utilizzo di un software per dettare le quarantene e inviare dati personali alla polizia può costituire un pericoloso precedente per il controllo sociale automatizzato, ed erode ulteriormente la sottile linea che separa i titani tecnologici cinesi dal Partito Comunista Cinese.

Tuttavia, i media statali cinesi Tempi globali ha sostenuto il controllo di Pechino su un sistema globale di "passaporto vaccinale", citando la sua esperienza con un sistema di codice sanitario, la capacità di costruire una piattaforma internazionale entro una settimana, in tempo per i Giochi Olimpici di Tokyo in programma tra il 23 luglio e l'8 agosto. Cina ha anche un'esperienza impressionante sistema di sorveglianza domestica, per l'avvio, con over 626 milioni di telecamere a circuito chiuso per i suoi 1.4 miliardi di abitanti.

Attualmente il problema con il sistema del codice sanitario cinese è la mancanza di interoperabilità con altri paesi, e come tale Pechino ha bisogno dell'OMS per internazionalizzare gli standard cinesi. Secondo il Tempi globali articolo, le autorità sanitarie pubbliche cinesi hanno già studiato la questione e sono preoccupate "se diversi paesi accetterebbero il riconoscimento reciproco [del codice sanitario] rimane una questione importante considerando che le misure di prevenzione antiepidemia sono diverse senza valutazione e standard unificati . "

Per porre rimedio a questo problema, la Cina ha lanciato "Standard cinesi 2035", Una strategia di lunga data per internazionalizzare gli standard cinesi.

China Standards 2035: Pechino come nuovo egemone per gli standard globali

Tradizionalmente, le aziende tecnologiche occidentali hanno fissato standard globali, che definiscono il funzionamento delle tecnologie e delle industrie e la loro interoperabilità (ad esempio, due o più sistemi che lavorano insieme) in tutto il mondo. Ad esempio, società statunitensi ed europee come Qualcomm ed Ericsson hanno stabilito standard in vari settori, ma ora la Cina vuole stabilire gli standard standard per le industrie emergenti come AI, droni, Internet of Things, smart health e pensionamento, apparecchiature per la tecnologia dell'informazione e interconnessione, tra gli altri.

Questa ambizione non è nuova, ma è stata chiaramente dichiarata quando la Cina ha aderito all'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) nel 2001 e contemporaneamente ha lanciato la sua strategia nazionale di standardizzazione. Ora, sta promuovendo questo ambizione via Standard cinesi 2035.

Negli standard cinesi 2035 rapporto, Le autorità cinesi hanno espresso l'obiettivo di "cogliere l'opportunità" che Covid-19 ha creato proliferando il sistema di informazione autoritario cinese. Mira a cooptare l'industria globale catturando l'Internet delle cose industriale, definire la prossima generazione di infrastrutture tecnologiche e biotecnologiche ed esportare la Cina sistema di credito sociale.

Per come la vede Pechino, la pandemia Covid-19 crea una finestra per una trasformazione globale radicale, dove si stanno ancora formando nuove tecnologie e standard tecnici. Secondo Dai Hong, Direttore del secondo dipartimento degli standard industriali del Comitato nazionale di gestione della standardizzazione cinese nel 2018, "Questo garantisce all'industria e agli standard cinesi l'opportunità di superare i mondi".

Tuttavia, la creazione di una piattaforma internazionale potrebbe richiedere del tempo, quindi nel frattempo la Cina si affida alla cooperazione bilaterale. A tal fine, sia gli Stati Uniti che la Cina stanno attualmente cercando cooperazione bilaterale in questioni di salute, e l'amministrazione Biden sta già lavorando con Big Tech per adottare il sistema del codice sanitario cinese e a passaporto vaccinale nazionale, possibilmente utilizzando Codici QR come la Cina o qualcosa di più semplice come un segno di spunta verde per lo stato di vaccinazione.

Altri paesi stanno seguendo l'esempio. Israele, per prima cosa, vuole essere il primo paese su cui firmare un accordo riconoscimento reciproco dei vaccini con la Cina, secondo l'ambasciatore israeliano in Cina Irit Ben AbbaAb. Israele aveva anche lanciato un passaporto vaccinale "green pass" per garantire ai suoi cittadini il diritto di visitare luoghi pubblici come cinema e stadi, e ha raggiunto accordi con Grecia e Cipro per consentire ai titolari di "green card" di viaggiare liberamente senza essere messi in quarantena. E poiché più paesi firmano accordi bilaterali basati sul modello cinese, il passaporto vaccinale cinese e lo standard del sistema sanitario possono finalmente essere internazionalizzati.

Tuttavia, mentre altri paesi iniziano a imporre il modello di passaporto vaccinale cinese come criterio per riaprire le loro economie, permangono preoccupazioni per la privacy individuale e la sicurezza dei dati.

Accesso ai dati, sorveglianza e privacy personale

Nel settembre 2020, la Cina aveva lanciato un'iniziativa per impostare regole globali per la sicurezza dei dati, che sostiene la sua attuale offerta di gestire il sistema globale di passaporti vaccinali tramite l'OMS. Tuttavia, alcuni esperti di tecnologia hanno espresso preoccupazione per le ambizioni di definizione degli standard della Cina. Secondo Nathan Picarsic di Horizon Advisory, "gli standard cinesi si sovrappongono e intende espandere la sua strategia di accesso asimmetrico ai dati". Più tecnologia e standard tecnici sono definiti da Pechino, più sono associati i dati saranno soggetti alle politiche di accesso del governo cinese, come quello di Pechino legge sull'intelligence che obbliga tutte le società con una connessione in Cina a condividere i dati con le autorità cinesi su richiesta.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Questa potrebbe sembrare la novità. Non è. TPTsB è in Cina da molti, molti decenni, creando società IT ed elettroniche nate proprio qui negli Stati Uniti. Anche il costante toro che la Cina è il nemico è tipico. È semplicemente il vero looky-loo mano destra / mano sinistra che conosciamo in inglese. Ora è in cinese per scaricare qualsiasi responsabilità locale sul nuovo nemico cinese. Il vero nemico è TPTsB (Mano Nera). Attualmente tengono il mondo in ostaggio con paura, controllo e avidità. Sono predatori. Loro hanno... Per saperne di più »

[…] La Cina cerca di gestire un database globale per i "passaporti dei vaccini" (technocracy.news) […]

[…] La Cina cerca di eseguire il database globale per i "passaporti dei vaccini" […]