Ex Google Top Exec: la Silicon Valley deve "porre fine all'autoillusione"

Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
La critica di Powell espone il pensiero di gruppo Technocrat che persiste nella Silicon Valley. Centinaia di dirigenti della tecnologia hanno avuto attacchi di coscienza, molti dei quali sono fuggiti all'Istituto Esalen di Big Sur per essere riprogrammati con la religione orientale e per entrare in contatto con la loro "rete interna". Questa è una lettura obbligata per capire come la Silicon Valley pensa davvero. ⁃ Editor TN

Dopo aver superato la tentazione di pubblicare con uno pseudonimo, l'ex dirigente di Google PR Jessica Powell ha finalmente lasciato cadere il tanto atteso romanzo / libro di memorie satirici “The Big Disruption” la scorsa settimana. Nel libro tanto atteso - e in un saggio personale di accompagnamento pubblicato su Medium - Powell offre quella che potrebbe essere una delle critiche più sconvolgenti della Silicon Valley da un ex dirigente di una delle sue più grandi e influenti compagnie.

Alcune delle sue affermazioni sono a dir poco scioccanti - come quando ha ammesso nel suo saggio di aver lasciato Google lo scorso agosto (era la principale dirigente delle pubbliche relazioni dell'azienda, riferendo direttamente al CEO Sundar Pichai) di non tornare a scuola per studiare scrittura creativa, come riportato all'epoca, ma perché si “stancava” difendendo le azioni senza scrupoli dell'azienda. In particolare, ha citato l'argomentazione di YouTube ai legislatori britannici secondo cui non poteva censurare tutti i contenuti di reclutamento di estrema destra e jihadisti pubblicati sulla sua piattaforma a causa dell'enorme volume di contenuti - un'affermazione che Powell ha detto che era una vera bugia, per la posta giornaliera.

Memorabilmente, ci sono stati alcuni casi in cui Google ha persino pagato alcuni degli account che hanno pubblicato contenuti terroristici.

Google è stato ampiamente criticato per consentire a jihadisti, estremisti di estrema destra e altri predicatori di odio di pubblicare contenuti sulla sua piattaforma video di YouTube. In alcuni casi, ha incanalato denaro dagli inserzionisti agli estremisti che pubblicano video.

Ma l'azienda ha ripetutamente detto ai parlamentari che non è possibile arrestare il contenuto problematico a causa del volume di video che vengono caricati su YouTube.

La signorina Powell era responsabile della risposta dell'azienda alle critiche, riferire direttamente all'amministratore delegato di Google Sundar Pichai.

La sua decisione di abbandonare il ruolo redditizio nell'agosto dello scorso anno ha sorpreso molti nel settore. All'epoca, la signorina Powell sosteneva che sarebbe partita per tornare all'università per studiare scrittura creativa.

Tuttavia, nel suo saggio, pubblicato gratuitamente sul sito Web Medium, ha ammesso di aver bisogno di "prendersi una pausa dai problemi che mi sono stancato di difendere alle feste".

Ha detto: 'In apparenza, le cose sembravano davvero importanti ed eccitanti. Stavamo facendo grandi cose! Portare Internet nel mondo in via di sviluppo! Ma anche, ad un certo livello, è sembrato un po 'fuori luogo, come quando vai in vacanza e ti stai chiedendo quando sarà come se le foto di Instagram che altre persone hanno pubblicato. "

Mentre gli addetti ai lavori della Silicon Valley probabilmente pensano di essere tra le persone più nobili del pianeta mentre combattono per espandere l'accesso a Internet nei paesi in via di sviluppo e sostenere altre cause "nobili", Powell sostiene che esiste una certa dissonanza cognitiva che deriva dalle scuse dell'industria tecnologica per i suoi fallimenti nel combattere l'hacking elettorale e la sua riluttanza a essere trasparenti su come vengono monetizzati i dati degli utenti.

"Questo è un settore che si prende troppo sul serio e la sua responsabilità non abbastanza seriamente".

[...]

"Non puoi dire ai tuoi inserzionisti che puoi indirizzare gli utenti fino al pixel più piccolo, ma poi alzare le mani davanti ai politici e dire che le tue macchine non possono capire se i cattivi attori stanno usando la tua piattaforma".

“Non puoi comprare una grande libreria e poi un grande negozio di pannolini e un grande negozio di articoli per animali e, infine, un grande negozio di alimentari, un quotidiano nazionale e una nave missilistica e poi comportati sorpreso quando le persone iniziano a chiedersi se forse sei un po 'troppo potente. "

Powell ha esortato Silicon Valley a "Porre fine all'autoillusione" ed "Confessare la realtà" o lavorare per tenersi a uno standard etico più elevato.

“Voglio che la Silicon Valley ponga fine all'autoillusione e sia all'altezza della realtà che stiamo creando, sia all'altezza della visione che commercializziamo al mondo ogni giorno. Perché se hai intenzione di dire alla gente che sei il loro salvatore, è meglio che tu sia pronto per essere tenuto ad un livello superiore ”.

Ovviamente, nessuna rivelazione della Silicon Valley sarebbe completa senza i dettagli delle molestie sessuali che a quanto si dice dilagano nella valle. E il saggio di Powell non fa eccezione.

Dovrei iniziare con le aziende della fase iniziale? Come quando ero in una startup e il fondatore per cui lavoravo - un ragazzo che possedeva un centinaio di camicie dello stesso colore e citava Steve Jobs su base giornaliera - mi ha chiesto se dovremmo distribuire dildo come malloppo di società o prendere in considerazione la conversione la nostra piattaforma di social media in un club del sesso anonimo. (L'abbiamo persino fatto una lavagna.)

O forse potrei iniziare con i soldi - tutte le assurde valutazioni con una base apparentemente scarsa nella realtà. O il tempo in cui un partner di un VC "scherzosamente" ha offerto alla mia amica, la sua impiegata, un invito per un fondatore a lavorare con la sua azienda.

A dire il vero, Powell non sta dicendo nulla di nuovo. Tutte queste critiche alla Silicon Valley sono state presentate in passato, ma principalmente da estranei. Il fatto che fosse un dirigente senior che lavorava per la sua tecnologia - e che si allontanò dai soldi perché era disillusa - è quasi rilevante quanto i dettagli della sua storia.

Leggi la storia completa qui ...

Perché ho lasciato il mio lavoro di Big Fancy Tech e ho scritto un libro

Di Jessica Powell su Medium

Sogni anno, ero seduto tra il pubblico in una grande conferenza tecnologica, imparando a conoscere una startup che rendeva facile per le persone affittare stanze nelle case di altre persone per brevi soggiorni. In un mondo in cui le persone possono ora viaggiare in qualsiasi parte del mondo e condividere la casa di qualcun altro, possiamo sperare, ha chiesto il CEO, una maggiore comprensione interculturale? "Le nazioni avrebbero meno guerre se i residenti vivessero insieme?"

Chiusi gli occhi, respirai profondamente e sentii un immenso senso di pace e speranza per l'umanità che mi travolse.

Poi ho aperto gli occhi e ho pensato: "Questo non è fondamentalmente un hotel nella casa di qualcuno - un hotel bello, comodo e non regolamentato?"

Quando fu il mio turno di salire sul palco, anch'io ho avuto un annuncio grandioso: la nostra startup, ho dichiarato, stava aiutando le persone a stabilire connessioni significative nel mondo reale.

Quello che avrei davvero dovuto dire era: aiutiamo le persone a collegarsi.

Sul viaggio in aereo verso casa, ho iniziato a scrivere quello che sarebbe diventato The Big Disruption, un romanzo satirico basato sulla mia esperienza di lavoro sia in una startup che in una delle più grandi aziende tecnologiche al mondo. All'epoca non avevo altro obiettivo che quello di fornire un po 'di fuga catartica dall'industria tecnologica, dove, in superficie, le cose sembravano davvero importanti ed eccitanti.

Stavamo facendo grandi cose!

Portare Internet nel mondo in via di sviluppo!

Cantare canzoni per orfani!

Ma anche, ad un certo livello, tutto sembrava un po 'fuori.

Quindi, da dove cominciare?

Dovrei iniziare con le aziende della fase iniziale? Come quando ero in una startup e il fondatore per cui lavoravo - un ragazzo che possedeva un centinaio di camicie dello stesso colore e citava Steve Jobs su una base quotidiana - mi ha chiesto se dovremmo distribuire dildo come malloppo aziendale o considerare la conversione del nostro piattaforma di social media in un club del sesso anonimo. (L'abbiamo persino fatto una lavagna.)

O forse potrei iniziare con i soldi - tutte le assurde valutazioni con una base apparentemente scarsa nella realtà. O il tempo in cui un partner di un VC "scherzosamente" ha offerto alla mia amica, la sua impiegata, un invito per un fondatore a lavorare con la sua azienda

O forse dovrei iniziare con i lavoratori della tecnologia. I dipendenti del mio lavoro più recente, che gestisce le pubbliche relazioni in un'enorme azienda tecnologica, erano tra le persone più intelligenti e appassionate con cui abbia mai lavorato. Hanno lavorato tutta la notte per aiutare le persone in un disastro naturale. Hanno dato soldi e tempo per le vacanze per aiutare i familiari malati di altri dipendenti. Hanno corso maratone nel fine settimana per raccogliere fondi per l'acqua pulita in Africa.

Hanno anche trascorso il giorno della settimana lamentandosi sulle bacheche aziendali del marchio di acqua immagazzinato nelle micro-cucine.

Poi ci sono i fantastici prodotti. La politica progressista. La potente etica si oppone al male. Queste sono le cose che, a vent'anni, mi hanno portato alla tecnologia in primo luogo e mi hanno fatto pensare che mi stavo imbarcando in qualcosa di veramente diverso.

A dire il vero, la Silicon Valley ha realizzato alcuni ottimi prodotti che hanno davvero cambiato la nostra vita in meglio. E penso che in molti, molti modi, ha preso posizioni nobili in tempi difficili e ha contribuito a ridefinire ciò che le persone si aspettano dalle aziende, ben oltre il solo settore tecnologico. Mi ha anche portato ad alcuni dei miei migliori amici e maggiori opportunità, per i quali sono molto grato. C'è così tanto che amo davvero di questo mondo.

Ma c'è anche ciò che mi ha spinto a lasciare la grande azienda tecnologica lo scorso autunno e fare una pausa. I problemi che mi sono stancato di difendere alle feste. L'uso senza fine della "scala" come scusa per non essere in grado di risolvere i problemi in modo umano. La finta serietà, l'autosufficienza. Tutti quegli annunci di prodotti allegri impostati sulla musica ukulele.

I ha scritto questo libro per due motivi. Innanzitutto, volevo esplorare ciò che guida l'insaziabile espansione delle grandi aziende tecnologiche. Nonostante il modo in cui l'industria viene talvolta descritta nei media, non credo davvero che i team di gestione di Facebook, Google, Apple, Uber o Amazon si svegliano ogni mattina pensando a come rubare più dati utente o portarci fuori dal nostro lavori. Queste sono conseguenze reali, ma non la causa principale. Piuttosto, è la disperazione di rimanere in cima ed evitare di essere relegati in un angolo polveroso del Museo di Storia del Computer che spinge queste aziende in ulteriori e ulteriori traguardi della nostra vita.

In secondo luogo, ho scritto questo libro perché dovremmo essere in grado di amare e celebrare i prodotti che costruiamo, ma senza ignorare le difficili domande che sollevano. Dobbiamo porre fine all'autoillusione e far fronte alla realtà che stiamo creando o essere all'altezza della visione che commercializziamo al mondo. Perché se hai intenzione di dire alle persone che sei il loro salvatore, è meglio che tu sia pronto per essere tenuto ad un livello superiore. Questo libro è il mio piccolo modo di cercare di spingerci tutti per essere migliori. Senso…

Non puoi dire ai tuoi inserzionisti che puoi indirizzare gli utenti fino al più piccolo pixel, ma poi alzare le mani davanti ai politici e dire che le tue macchine non riescono a capire se attori cattivi stanno usando la tua piattaforma.

Non puoi comprare una grande libreria e poi un grande negozio di pannolini e un grande negozio di articoli per animali da compagnia e, infine, un grande negozio di alimentari, un giornale nazionale e una nave missilistica e poi comportarti sorpreso quando le persone iniziano a chiedersi se forse sei un un po 'troppo potente.

E non puoi davvero affermare che stai costruendo per tutti nel mondo quando la tua forza lavoro non assomiglia da remoto al mondo esterno.

Quando ho scritto questo romanzo, ho eliminato quasi tutte le donne e le persone di colore dalla storia per fare un punto. È un'esagerazione - il libro è satira, ricorda - ma è anche vero che la Valle ha un problema di diversità.

Uber avrebbe avuto una cultura interna così tossica, piena di molestie sessuali, se ci fossero state più donne nel team di gestione che hanno contribuito a guidare la cultura dell'azienda? L'app di Google Foto avrebbe etichettato l'immagine di una donna afro-americana come una "scimmia" se ci fosse stata una maggiore rappresentanza di afro-americani nei team di ingegneria, prodotto o controllo qualità - qualcuno che avrebbe potuto mettere in dubbio se il pool di dati si alimentasse l'algoritmo era sufficientemente diversificato? Vedremmo maggiori finanziamenti per la tecnologia che affronta i problemi che colpiscono le comunità a basso reddito se i venture capitalist non si diplomassero solo una manciata di istituzioni d'élite?

Questo è anche il motivo per cui alla fine ho deciso di pubblicare questo romanzo con il mio nome. Sono stato molto tentato di pubblicarlo in forma anonima. Non volevo davvero l'attenzione per me stesso e non volevo che le persone interpretassero il libro come una versione specifica di un'azienda. (Per la cronaca, l'ho scritto tra un lavoro e l'altro.) Né volevo che i lettori siedessero a disegnare i personaggi, cercando di capire quale personaggio corrispondesse a un famoso dirigente della tecnologia. (Suggerimento: nessuno di loro lo fa, tranne l'unico personaggio simpatico. Chiaramente, sono io ... sto scherzando. Nessuno è simpatico in questo libro.) Ma in un momento in cui la tecnologia è sotto esame per una serie di problemi, è importante che quelli di noi che possiamo parlare pubblicamente lo facciamo senza il comodo mantello dell'anonimato.

Scrivere satira sembra un po 'come tagliare un albero dei bonsai con un machete. Ma è sembrato l'approccio giusto per un settore che si prende troppo sul serio e la propria responsabilità non abbastanza seriamente. Perché a volte non stai salvando il mondo; stai solo costruendo un club del sesso anonimo. E va bene - sono sicuro che ci sono molte persone a cui piacciono i sex club anonimi - ma siamo sinceri.

Smetti di cercare di convincere noi e te stesso che i tuoi dildo sono diamanti.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti