L'anno in cui abbiamo perso il buon senso, il coraggio e le libertà civili

Adobe Stock
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
La vita era bella all'inizio di gennaio 2020. Poi, proprio così, tutto si è capovolto e il mondo intero è stato catapultato in una dittatura scientifica gestita da pseudo-scienziati, ingegneri tecnocrati e fanatici del computer incompetenti. Benvenuti nel 1984. ⁃ TN Editor

Una volta che è diventato chiaro all'élite occidentale che i loro sudditi avrebbero accettato prontamente misure anti-Covid draconiane, li ha incoraggiati a inaugurare uno stile di vita in codice in cui non ci sarà alcun `` ritorno alla normalità '' nel prossimo futuro e, forse, mai .

Se non altro, nessuno può dire che non siamo stati avvertiti della follia che sarebbe scesa durante l'anno bisestile 2020, rendendolo uno dei peggiori 366 giorni mai registrati nel calendario gregoriano.

Il 18 ottobre 2019, il Johns Hopkins Center for Health Security, insieme al World Economic Forum e alla Bill and Melinda Gates Foundation ospitato l'incredibilmente visionario Evento 201, un esercizio che simulava lo scoppio di una pandemia "trasmessa dai pipistrelli alle persone che alla fine diventa ... trasmissibile da persona a persona".

La simulazione si è rivelata così misteriosamente simile alla realtà iniziata solo tre mesi dopo - dall'immaginare un drastico calo dei viaggi aerei e degli affari, alle interruzioni nella catena di fornitura globale - che Johns Hopkins alla fine si è sentito in dovere di rilasciare un dichiarazione dicendo che il loro esercizio non voleva essere una profezia di eventi futuri.

"Per essere chiari, il Center for Health Security e i suoi partner non hanno fatto previsioni durante il nostro esercizio da tavolo", il dichiarazione leggi, in quello che potrebbe essere l'avvertimento più inquietante di sempre. "Per lo scenario, abbiamo modellato una pandemia fittizia di coronavirus, ma abbiamo dichiarato esplicitamente che non era una previsione ... Non prevediamo ora che l'epidemia di nCoV-2019 ucciderà 65 milioni di persone".

Poco dopo che l'élite globale ha giocato a Nostradamus, il 15 gennaioth per essere esatti (lo stesso giorno, per inciso, che i Democratici presentata articoli di impeachment contro il presidente Donald Trump al Senato), la prima persona Covid-positiva arrivato a Seattle da Wuhan, la città cinese dove si dice che la malattia abbia preso vita. Da lì è stata una corsa sulle montagne russe senza sosta della follia sponsorizzata dal governo.

Prima di continuare, è importante ricordare il contesto con cui si è verificata la pandemia, ovvero le elezioni presidenziali statunitensi più consequenziali degli ultimi tempi. Non dovrebbe quindi sorprendere che Democratici e Repubblicani usassero il flagello per ottenere una sorta di vantaggio, dimostrando al meglio l'opportunismo machiavellico. In effetti, questa è la natura della bestia politica.

Ad esempio, sebbene Trump abbia chiuso il confine degli Stati Uniti il ​​31 gennaio ai cittadini cinesi, ai democratici e ai media di sinistra si avventa, dicendo che il leader statunitense ha risposto troppo tardi per fare la differenza. Anche l'uso da parte di Trump del termine "virus cinese" è stato criticato dai suoi oppositori come "razzista". Nel frattempo, sono stati gli stessi Democratici a essere i pionieri nel compiere i primi passi draconiani per bloccare la società per fermare il contagio.

Il 16 marzo 2020, sei contee nel nord della California e la città di Berkley ordinato un ordine casalingo senza precedenti per circa 7 milioni di residenti nella Bay Area. Tutto questo faceva parte della logica di "appiattimento della curva" che avrebbe "fatto guadagnare tempo agli ospedali per prepararsi all'assalto ..." Ebbene, 233 giorni dopo i leader politici non solo stanno ancora appiattendo la curva, ma anche appiattendo le loro economie. Oggi, sebbene il tasso di sopravvivenza per le persone infette da Covid-19 si aggiri intorno al 99.85%, i duri blocchi continuano a provocare il caos, non da ultimo per le piccole imprese.

Considera la situazione in California, dove ha il governatore Gavin Newsom mandato ancora un altro ordine di "rifugio sul posto", che ha chiuso, tra le altre attività, parrucchieri, barbieri, servizi di cura personale, cinema, cantine, bar, birrerie, centri di intrattenimento per famiglie e parchi di divertimento. Ciò che è difficile da capire, tuttavia, è come i grandi magazzini aziendali siano considerati "attività essenziali", apparentemente immuni al flagello, mentre il piccolo imprenditore viene cestinato come sacrificabile.

A titolo di esempio, si consideri la tragica situazione di Angela Marsden, proprietaria del Pineapple Hill Saloon and Grill di Los Angeles. Nel tentativo di rispettare le regole anti-Covid in continua evoluzione, Marsden ha speso oltre $ 80,000 per costruire un patio esterno in modo da poter rimanere in attività durante la pandemia. Con le ultime restrizioni di blocco di Newsom, tuttavia, i funzionari della città le hanno negato il permesso di servire i clienti sul posto, anche nel parcheggio.

Per aggiungere la beffa al danno, le autorità hanno concesso a una compagnia cinematografica il permesso di allestire una grande zona pranzo all'aperto per il suo personale proprio dall'altra parte della strada da dove Marsden aveva costruito il suo patio.

"Sto perdendo tutto", ha esclamato in un video pubblicato su Twitter che è stato visto quasi 10 milioni di volte. “Tutto quello che possiedo mi viene portato via. Non ci hanno dato soldi e ci hanno chiusi. Non possiamo sopravvivere; il mio staff non può sopravvivere ... "

Per le aziende Fortune 500, tuttavia, la pandemia si è tradotta in una manna. Tra aprile e settembre, in un momento in cui migliaia di piccole imprese venivano tranquillamente schiacciate sotto i piedi, 45 delle 50 società americane di maggior valore quotate in borsa hanno realizzato un profitto, secondo al Washington Post.

Allo stesso tempo, almeno 27 delle 50 più grandi aziende quest'anno hanno tagliato la loro forza lavoro, tagliando collettivamente più di 100,000 lavoratori e allo stesso tempo distribuendo miliardi di dollari agli azionisti. Come solo un esempio, Walmart ha distribuito più di 10 miliardi di dollari ai suoi investitori durante la pandemia, licenziando 1,200 impiegati.

Per mettere queste cifre in un altro modo, da metà marzo - quando il presidente Donald Trump ha dichiarato un'emergenza nazionale - i 614 miliardari americani hanno visto il loro patrimonio netto esplodere per $ 931 miliardi in totale. Jeff Bezos, ad esempio, fondatore e amministratore delegato di Amazon, ha visto la sua ricchezza privata passare da $ 73.2 miliardi dall'inizio della crisi a un record di $ 186.2 miliardi.

Probabilmente non sarebbe una sorpresa che gli stessi individui che hanno contribuito a spianare la strada alla generazione di ricchezza astronomica tra l'1 per cento, siano gli stessi che infrangono le proprie regole. Il governatore Newsom e sua moglie, ad esempio, hanno partecipato a una festa di compleanno con una dozzina di amici al ristorante French Laundry di San Francisco. Altrettanto esasperante è che anche Dustin Corcoran, il CEO della California Medical Association, fosse presente. E chi potrebbe dimenticare il file foto di Nancy Pelosi che camminava in un parrucchiere in California quando tali attività erano considerate "super diffusori"?

Tali incidenze servirono solo a rafforzare l'idea che i blocchi draconiani, i peggiori dei quali sono incentrati sugli stati controllati dai democratici, erano specificamente progettati per non contenere un contagio, ma per alimentare la stessa rabbia e frustrazione tra la popolazione generale nei casi più consequenziali. elezioni presidenziali in molti decenni. Dopotutto, le persone infelici hanno la tendenza a votare i loro leader che ritengono responsabili di circostanze così terribili. E con i media mainstream quasi totalmente nel campo democratico anti-Trump, dare la colpa al presidente non si è rivelato un compito difficile.

Allora dove andiamo da qui? Ora che siamo arrivati ​​alla fine del 2020, la situazione inizierà a migliorare? I leader politici cominceranno ad allentare le viti e a lasciare che una parvenza di normalità ritorni ancora una volta? O le persone saranno costrette a sollevarsi e chiedere il ritorno della loro libertà e libertà?

In questo grande fermento nella storia umana, si è parlato molto della creazione di "lasciapassare per la libertà" che saranno richiesti alle persone prima di poter viaggiare o visitare di nuovo qualsiasi tipo di intrattenimento.

"Le persone che risultano negative per il coronavirus potrebbero ottenere un pass per la libertà di cinque giorni per partecipare a grandi eventi o accedere a edifici pubblici, secondo i piani presi in considerazione dagli esperti di salute pubblica che eseguono un programma di prova in Inghilterra", segnalati Bloomberg a novembre.

Già cinque compagnie aeree globali - United Airlines, Lufthansa, Virgin Atlantic, Swiss International Air Lines e JetBlue - hanno annunciato che osserveranno il cosiddetto CommonPass ai passeggeri su alcuni voli a partire da dicembre.

"Il progetto, sviluppato dal gruppo senza scopo di lucro The Commons Project e sostenuto dal World Economic Forum, utilizza un certificato digitale scaricato su un telefono cellulare per dimostrare che un passeggero è risultato negativo al Covid-19", secondo al Financial Times. Ecco il kicker: "Le compagnie aeree non stanno rendendo obbligatorio il CommonPass, ma col tempo verrà utilizzato anche per fornire la prova della vaccinazione".

Sembra piuttosto ovvio dove stia andando tutto questo: vaccinazione obbligatoria per chiunque desideri salire a bordo di un aereo o visitare di nuovo un altro luogo di intrattenimento. Nel tempo, non è difficile immaginare un regime vaccinale esteso a tutte le attività umane, compresi gli acquisti e persino la ricerca di un lavoro. E che dire dei milioni di persone che hanno espresso estremo scetticismo nel ricevere un vaccino che è stato sviluppato così rapidamente?

In ogni caso, se un tale piano d'azione diventasse obbligatorio, la vita delle persone sarebbe interamente dominata dalla paura di un virus, insieme a un infinito processo burocratico per essere testati e approvati per muoversi. I vaccini diventeranno un requisito regolare poiché i virus sono in uno stato di mutazione costante, il che li rende lo strumento del dominio dei sogni degli autoritari.

Un tale sistema di controllo totalitario, se mai dovesse realizzarsi, avrà realizzato in pochi mesi ciò che il fascismo non ha potuto fare negli anni: la pacificazione e l'unificazione di una grande fascia della popolazione mondiale non con la baionetta, ma con la siringa. Infatti, oggi i londinesi stanno fuggendo dalla loro bella città non per paura del virus in sé, ma per paura delle restrizioni di blocco messe in atto dalle autorità. Per dirla diversamente, il mondo ha dato un pollice ei globalisti hanno preso un miglio, e una persona dovrebbe essere uno sciocco per credere che sarebbe potuto andare in un altro modo.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
PatriotPene

Non abbiamo perso nulla. Il nostro buon senso, coraggio e libertà sono stati censurati e rubati ad ogni turno. Siamo stati vittime di bullismo, abusi e urla al punto che la paura ha preso il sopravvento. Protesto non indossando una maschera da nessuna parte e bloggando. Almeno sto facendo qualcosa. Gli altri languiscono nelle loro poltrone, si lamentano e piagnucolano. Cosa servirà per convincere la gente a far accettare a questi politici la responsabilità di ciò che stanno facendo al paese, in particolare la nostra economia.

[…] Per saperne di più: l'anno in cui abbiamo perso il buon senso, il coraggio e le libertà civili […]

Sarah M

Se riesci ad andare oltre la chiamata dei nomi, potremmo essere in grado di arrivare da qualche parte. Le tue informazioni sono corrette, la tua chiamata per nome non è utile. Ci sono persone intelligenti che si definiscono liberali, democratici, socialisti, repubblicani, conservatori e la maggior parte NON è IN questa plandemia. Più rendi questa prospettiva una posizione "repubblicana", meno persone vorranno unirsi alla lotta. Sii inclusivo, rubare le nostre libertà è un problema per TUTTI NOI.

EWM

Le persone con buon senso, coraggio e libertà civili non votano per un maestro. Smettila di lamentarti. "La libera elezione dei padroni non abolisce i padroni o gli schiavi". Herbert Marcuse