L'allarmista del clima ammette il vero motivo dietro la paura del riscaldamento: la ridistribuzione della ricchezza

vuotowikipedia
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

Nota TN: questo articolo è giusto per i soldi. Gli allarmisti climatici sono completamente disingenui quando nascondono i loro veri obiettivi di ridistribuzione globale della ricchezza. Questo è a dir poco una completa sostituzione della libera impresa e del capitalismo a favore della tecnocrazia - alias Green Economy e / o sviluppo sostenibile.

Frode: mentre gli allarmisti del riscaldamento globale hanno fatto un buon lavoro nel diffondere la paura, non sono stati così bravi a nascondere la loro vera motivazione. Ancora un altro è scivolato e ha rivelato il catalizzatore che guida la paura del clima.

Ci è stato detto per quasi tre decenni che l'uomo deve cambiare i suoi modi o che le sue emissioni di combustibili fossili bruceranno la Terra con un riscaldamento catastrofico. Scienziati, politici e attivisti hanno sostenuto che la loro preoccupazione riguarda solo la cura del nostro pianeta e dei suoi abitanti. Ma questo non è semplicemente vero. La narrativa è uno stratagemma. Stanno cercando qualcosa di completamente diverso.

Se fossero onesti, gli allarmisti del clima ammetterebbero che non stanno lavorando febbrilmente per contenere le temperature globali - riconoscerebbero che sono invece consumati con l'obiettivo di contenere il capitalismo e stabilire uno stato sociale globale.

Hai dei dubbi? Quindi ascolta le parole dell'ex funzionario delle Nazioni Unite per il clima Ottmar Edenhofer:

“Bisogna liberarsi dall'illusione che la politica internazionale sul clima sia una politica ambientale. Ciò non ha quasi più nulla a che fare con la politica ambientale, con problemi come la deforestazione o il buco dell'ozono ”, ha affermato Edenhofer, che ha co-presieduto il gruppo di lavoro intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici da Mitigazione dei cambiamenti climatici da 2008 a 2015.

Qual è l'obiettivo della politica ambientale?

"Ridistribuiamo di fatto la ricchezza del mondo in base alla politica climatica", ha affermato Edenhofer.

Per coloro che vogliono credere che forse Edenhofer abbia sbagliato e non significhi davvero questo, considera che poco più di cinque anni fa ha anche affermato che “il prossimo vertice mondiale sul clima a Cancun è in realtà un vertice economico durante il quale la distribuzione di le risorse del mondo saranno negoziate ".

Per quanto siano matti, i commenti di Edenhofer sono comunque coerenti con altri allarmisti che hanno svelato lo sporco segreto del movimento. L'anno scorso, Christiana Figueres, segretaria esecutiva della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ha rilasciato una dichiarazione simile.

"Questa è la prima volta nella storia dell'umanità che ci stiamo ponendo il compito di intenzionalmente, entro un determinato periodo di tempo, cambiare il modello di sviluppo economico che regna da almeno 150 anni, dalla rivoluzione industriale", ha detto in previsione del vertice sul clima di Parigi dell'anno scorso.

"Questo è probabilmente il compito più difficile che ci siamo mai affidati, ovvero trasformare intenzionalmente il modello di sviluppo economico per la prima volta nella storia umana."

Il piano è di consentire ai paesi del Terzo Mondo di emettere tutta l'anidride carbonica che desiderano - perché, come ha detto Edenhofer, "per diventare ricchi bisogna bruciare carbone, petrolio o gas" - limitando allo stesso tempo le emissioni in fase avanzata nazioni. Ciò, naturalmente, strozzerà la crescita economica nelle nazioni sviluppate, ma meritano quel destino in quanto "hanno sostanzialmente espropriato l'atmosfera della comunità mondiale", ha detto. Il fanatismo è così profondo che un professore ha persino suggerito che dobbiamo immergerci nella depressione per combattere il riscaldamento globale.

Forse Naomi Klein ha riassunto al meglio ciò che è il riscaldamento nel clamore nel suo libro "Questo cambia tutto: capitalismo contro il clima".

"E se il riscaldamento globale non fosse solo una crisi?" Chiede Klein in un'anteprima di un documentario ispirato al suo libro. "E se fosse la migliore possibilità che potremo mai costruire un mondo migliore?"

Nella sua mente, il mondo deve "cambiare o essere cambiato" perché un "sistema economico" - che significa capitalismo di libero mercato - ha causato "rottami" ambientali.

Ecco come pensa la comunità allarmista del riscaldamento globale. Vuole spaventare, intimidire e quindi assumere il comando. Ha bisogno di una "crisi" di cui approfittare, un folletto per minacciare le persone, in modo che chiedano protezione dalla minaccia immaginaria. Il "mondo migliore" degli allarmisti è uno in cui governano uno stato sociale globale. Lo hanno ammesso loro stessi.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Frank Saworski

Ciò è estremamente allarmante e dovrebbe essere portato all'attenzione del pubblico, tuttavia i media e i politici hanno subito un lavaggio del cervello completo e non vogliono sentirlo

Al

Purtroppo, le società "favorite" e le élite saranno esenti da qualsiasi regolamento, in quanto si applicano solo ai servi globali. Saremo costretti a alloggiare in stack e pack, e avranno le loro sontuose riduzioni nella più scenografica delle vedute, alimentate con il meglio di tutto; non essere viziati dai servi umili, chiedendo lavoro e sostentamento.

Tom

Bene, cavolo. Perché non tutti noi facciamo finta che le nostre braccia siano ali, le sbattiamo e voliamo via verso il Nirvana tra le nuvole. Non sarebbe una pretesa più grande che fingere che i governi possano ridistribuire la prosperità senza allo stesso tempo produrre e / o ridistribuire una quantità ancora maggiore di povertà.
I fanatici fascisti sono davvero strani e diversi - e non dirò le persone perché non sono sicuro che si qualifichino. Sembra che ci siano un paio di fatti basilari che tendono a ignorare: siamo esseri umani e viviamo sul pianeta Terra.

Joe

Niente di nuovo qui.
Ecco un vecchio saggio adagio che ho scoperto che non fallisce mai e che ti dà la verità dietro QUALSIASI storia del pianeta: "Segui The Money Trail". Questo è tutto. Abbastanza semplice, hmm? Se ci sono soldi da guadagnare, la gente lo farà. Questo è tutto ciò che il cambiamento climatico è mai stato. Credo pienamente nel sistema capitalista (nominami un paese che non è sopravvissuto sotto di esso); ma il socialismo istituzionalizzato è un cancro (nominami un paese che ha prosperato sotto di esso - non ce n'è uno): ed è anche questo il movimento. Una piaga globale.

Elle

Nelle ultime due generazioni la gente ha completamente dimenticato quel vecchio adagio Joe: "Segui i soldi". Trova sempre la verità dietro ogni inganno.