Uccidere il capitalismo: migliaia di imprese statunitensi sono state definitivamente chiuse

Wikimedia Commons
Per favore, condividi questa storia!
Ondate di fallimenti stanno per travolgere l'America mentre ristoranti, fattorie, piccoli produttori, società di servizi, centri commerciali e altro ancora gettano la spugna per sempre. Le vite e i mezzi di sussistenza di queste persone vengono ardentemente sacrificate sull'altare della scienza mentre combattono COVID-19.

Le aziende con meno di 20 dipendenti impiegano circa il 90% di tutti i dipendenti statunitensi. La scorsa settimana ha registrato altri 4.4 milioni di richieste di disoccupazione, portando il totale a 26.5 milioni dall'inizio del blocco a metà marzo. Questo cancella il 100% dei posti di lavoro guadagnati dalla Grande Recessione nel 2007-2008.

La maggior parte delle persone infettate da COVID-19 guarirà entro giorni o settimane senza alcun danno permanente. Le persone che perdono la loro attività - in molti casi aziende agricole familiari generazionali - sono segnate a vita e non si riprenderanno mai. Questi rappresentano milioni mentre COVID-19 rappresenta migliaia.

È importante ribadirlo: l'obiettivo principale della pandemia satura di paura non è "salvare vite umane", ma distruggere il capitalismo e la libera impresa. Lo sappiamo perché le Nazioni Unite hanno affermato chiaramente che questo è il suo obiettivo: sostituire l'intero sistema economico con lo sviluppo sostenibile, alias Tecnocrazia. ⁃ TN Editor

Questa recessione economica si sta rivelando molto più profonda e molto più grave di quanto la maggior parte degli esperti si aspettasse inizialmente. Più di 22 milioni di americani hanno presentato richieste di indennità di disoccupazionee gli economisti ci stanno dicendo che l'economia americana si sta contraendo al tasso più veloce che abbiamo mai visto dalla seconda guerra mondiale. Stiamo già iniziando a vedere alcune aziende di alto profilo andare verso il fallimento, ma la vera storia è ciò che sta accadendo a migliaia e migliaia di piccole e medie imprese a causa dei blocchi. Molti di loro sono sopravvissuti a malapena anche prima di questa pandemia, e ora questi blocchi hanno inferto un colpo mortale.

L'industria della ristorazione è un perfetto esempio. Prima della pandemia, c'erano più di un milione di ristoranti negli Stati Uniti e circa la metà di loro erano indipendenti. Quei ristoranti indipendenti impiegavano circa 11 milioni di lavoratori e ora la stragrande maggioranza di questi lavoratori è stata licenziata.

Una volta terminati i blocchi, sarebbe meraviglioso se tutti quei ristoranti indipendenti tornassero in vita, ma i risultati di un recente sondaggio suggeriscono che semplicemente non accadrà. In effetti, quell'indagine lo ha scoperto Il 28 percento di tutti i ristoranti indipendenti probabilmente non sopravviveranno se i blocchi durano per un altro mese ...

Un sondaggio pubblicato giovedì della James Beard Association ha rilevato che i ristoranti indipendenti licenziano il 91% dei loro dipendenti orari e quasi il 70% dei dipendenti salariati al 13 aprile - aumenti a due cifre in entrambe le categorie da marzo. Il sondaggio di 1,400 ristoranti piccoli e indipendenti ha rilevato che il 38% dei ristoranti ha chiuso temporaneamente o definitivamente e il 77% ha visto le proprie vendite diminuire della metà o peggio.

Forse la cosa più preoccupante: il 28% dei ristoranti ha affermato di non credere di poter sopravvivere a un altro mese di chiusura e solo 1 su 5 è certo di poter sostenere la propria attività fino alla ripresa delle normali operazioni.

Il 28 percento di 500,000 è di 140,000, e quindi se questi blocchi non verranno presto risolti, potremmo trovarci di fronte a uno scenario in cui decine di migliaia di ristoranti indipendenti si perdono per sempre.

Ovviamente molti ristoranti che riapriranno dovranno affrontare una dura lotta perché la paura del coronavirus terrà lontani i clienti per il prossimo futuro. Quindi, anche se tutti i blocchi venissero revocati domani, l'industria della ristorazione non si riprenderebbe del tutto.

Purtroppo, lo stesso si potrebbe dire per l'industria del fitness. In effetti, abbiamo appena scoperto che è una delle più grandi catene di fitness della nazione si sta preparando a presentare istanza di fallimento...

La catena di palestre 24 Hour Fitness sta lavorando con i consulenti della banca di investimenti Lazard e dello studio legale Weil, Gotshal & Manges per valutare le opzioni tra cui un fallimento che potrebbe arrivare nei prossimi mesi, dicono a CNBC persone che hanno familiarità con la questione.

La catena è alle prese con un pesante carico di debiti, deterioramento delle prestazioni e una pandemia di coronavirus che l'ha costretta a chiudere i suoi oltre 400 club.

Sì, un certo segmento della popolazione è piuttosto ansioso di riprendere tutte le normali attività pre-pandemiche, ma anche un calo del 20-30% delle entrate sarà fatale per molte palestre.

E la verità è che molte persone semplicemente non saranno dell'umore giusto per condividere le attrezzature sportive con gli altri per molto tempo a venire.

Anche i settori dell'intrattenimento, del turismo e del commercio al dettaglio sono stati duramente colpiti da questa pandemia. L'altro giorno sono rimasto piuttosto sbalordito quando ho saputo che Neiman Marcus "Secondo quanto riferito è pronto a archiviare il fallimento"...

Secondo quanto riferito, il Gruppo Neiman Marcus, uno dei maggiori rivenditori negli Stati Uniti, è pronto a dichiarare bancarotta in mezzo alla pandemia di COVD-19 dopo aver inadempiuto milioni di pagamenti di obbligazioni la scorsa settimana e aver licenziato 14,000 dipendenti.

Neiman Marcus sarebbe diventato il primo grande magazzino americano a sgretolarsi tra le recessioni economiche dell'epidemia di coronavirus.

No, le cose sicuramente non torneranno alla "normalità" in America, e ci saranno molti più grandi nomi corporativi tra le vittime nei prossimi giorni.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
abinico warez

Covid non sta uccidendo il capitalismo - il capitalismo si sta uccidendo attraverso un'avidità incessante e il rifiuto di mettere da parte risorse per il disastro perché costa troppo.

Draconio

Menzogne ​​terroristiche radicali di sinistra

Bob Breeks

Che schifezza, dove sei stata di recente?

Kurt

Di recente ho visto una clip di notizie su YouTube in cui J. Crew ha presentato istanza per il Capitolo 11. Personalmente non mi interessa perché non ho mai fatto acquisti lì, ma è un segno di ciò che verrà.