Internet si divide in due mentre emerge la controversia con la Cina

Youtube.
Per favore, condividi questa storia!
Poiché la Cina è una vera e propria tecnocrazia, i valori strategici sono opposti polari alla libertà e alla libertà. La Cina vuole il controllo totale sul contenuto e sulle menti che lo consumano, ma i tecnocrati negli Stati Uniti non sono molto indietro. ⁃ Editor TN

Le bigwigs occidentali sono state un no-show alla più grande conferenza web della Cina. Ma in loro assenza, i sorveglianti locali dell'industria tecnologica nazionale erano fin troppo felici di collegare la loro visione unica a Internet globale.

A differenza del 2017, quando Tim Cook e Sundar Pichai hanno onorato la Conferenza mondiale su Internet a Wuzhen, l'incontro di quest'anno è stato un affare decisamente interno, presieduto da artisti del calibro del presidente di Tencent Holdings Ltd. Ma Huateng. Data la parola, hanno nuovamente spinto il concetto di un mezzo rigidamente controllato che, tuttavia, è una fonte di innovazione per rivoluzionare le imprese e modernizzare l'economia cinese.

Quella prima parte vola di fronte al familiare modello guidato dagli Stati Uniti, ma ha prodotto due delle società più preziose 10 del mondo: Alibaba Group Holding Ltd. e Tencent. Quella rapida ascesa ha spinto l'ex honcho di Google Eric Schmidt a dichiarare che Internet si dividerà al centro entro il prossimo decennio, poiché i governi autoritari adottano i controlli onnicomprensivi della Cina.

Da un lato c'è un'arena del cyberspazio che sposa la comunicazione aperta mentre l'altro è un mondo recintato e completamente spazzato via in cui molti sono desiderosi di firmare i propri dati in cambio di servizi. Durante la più importante confusione dell'industria tecnologica cinese questa settimana, Ma e un gruppo di funzionari governativi hanno sottolineato che è il destino del Paese diventare una potenza di Internet e hanno chiesto una governance più equilibrata del cyberspazio.

I regolatori cinesi hanno trombato il suo concetto di "cyber-sovranità" dalla conferenza inaugurale di 2014. Ma la dicotomia tra le industrie tecnologiche americane e cinesi non ha mai attirato così tanto scrutinio come oggi, quando i due paesi più ricchi del mondo si scontrano in un conflitto che potrebbe plasmare un nuovo ordine mondiale. Mentre icone statunitensi come Google e Facebook vengono messe a fuoco a causa di violazioni della privacy e possibilità di incitamento all'odio, le loro controparti cinesi stanno rivendicando il loro come modello superiore: uno orientato verso gli interessi dello stato.

“L'economia cinese è un vasto oceano. Le tempeste non possono interromperlo ”, ha detto ai delegati Ma, che è anche noto come Pony. “Questo oceano ha un enorme potenziale di mercato e offre anche spazio per l'innovazione. Credo che questa non sia solo un'opportunità di sviluppo per l'industria di Internet, ma per tutti i settori. Non è solo un'opportunità per la Cina, ma per il mondo intero. "

Le osservazioni del presidente cinese Xi Jinping lette all'inizio della conferenza hanno richiesto il "rispetto reciproco" nel cyberspazio tra le due nazioni. L'attuale frattura nei loro approcci ha tuttavia profonde implicazioni e può escludere artisti del calibro di Facebook Inc. e Alphabet Inc. da qualsiasi presenza significativa nella più grande arena di Internet e mobile del mondo. È un'altra manifestazione di ciò che l'ex segretario al Tesoro americano Hank Paulson ha definito un "economico cortina di ferro ”che divide il mondo se le due nazioni non riescono a risolvere le loro differenze strategiche.

A differenza del modello americano relativamente privo di responsabilità, l'approccio cinese è orientato verso un imperativo globale: spingere e salvaguardare il Partito Comunista al potere. Tutto ciò che si ritiene possa minare tale obiettivo, dalla pornografia e giochi avvincenti alle tasche del dissenso, viene sradicato senza pietà una volta scoperto. In altre parole, la Cina ha il livello più basso di Internet libertà tra i paesi 65 intervistati da Freedom House.

I critici del modello dicono che giocatori come Alibaba e Tencent prosperano perché Pechino smorza la concorrenza rendendo quasi impossibile per operatori globali come Facebook operare. Dicono che la mano pesante e l'imprevedibilità del governo siano controproducenti. Allegato A: un giro di vite di mesi che ha contribuito a spazzare via oltre $ 200 miliardi del valore di mercato di Tencent quest'anno. Ciò coltiva un clima pervasivo di paura, ha affermato Gary Rieschel, socio fondatore di Qiming Venture Partners.

"Ogni volta che vedi una di queste enormi perdite, puoi vedere il governo cinese", ha detto. "Non abbiamo mai visto un paese risolvere i problemi che la Cina sta cercando di risolvere, quando le persone migliori e più brillanti non sono completamente impegnate ad essere lì. Questo è un nuovo territorio, non l'abbiamo mai visto prima. ”

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti