L'FMI ​​chiede che la cronologia delle ricerche su Internet sia collegata al tuo punteggio di credito

Per favore, condividi questa storia!
Il Fondo monetario internazionale (FMI) sta cercando di forzare il draconiano sistema cinese di punteggio del credito sociale sull'intero pianeta? Chi deciderà quali "storie" di Internet sono cattive e quali sono accettabili? Google, che controlla il 95% del traffico dei motori di ricerca, è senza dubbio al centro di questo. ⁃ TN Editor

In un post sul blog per gentile concessione del Fondo monetario internazionale, ricercatori del FMI Stivale Arnoud, Peter Hoffmann, Luc Laevene Lev Ratnovski ha chiesto che la cronologia delle ricerche su Internet fosse legata al punteggio di credito.

Presentando le loro scoperte da a carta hanno scritto, i ricercatori sostengono che utilizzando dati non finanziari, in particolare "la cronologia delle ricerche e degli acquisti online", possiamo risolvere il problema di "alcuni tipi di persone che non dispongono di dati concreti sufficienti (reddito, tempo di lavoro, beni e debiti ) a disposizione."

Gli autori del pezzo affermano che questa mossa è un'innovazione necessaria per competere con l'ascesa delle criptovalute aziendali come quella in via di sviluppo da Facebook, che sperano di lanciare il prossimo anno. Mentre Facebook è un monopolio che si è impegnato nella censura politica, il loro potere impallidisce rispetto a quello del FMI. Il Fondo Monetario Internazionale è una vera superpotenza con legami con la Banca Mondiale, e loro sovrintende all'intera economia globale.

Va da sé che dare a questa organizzazione il potere di tenere traccia della cronologia delle ricerche di tutti può portare ad alcune oscure ramificazioni. Con banche private, in particolare JPMorgan e Chase Bank, già espellendo i conservatori dai loro servizi, si può solo immaginare quanto questo aumenterebbe con il FMI che tiene traccia della cronologia delle ricerche di tutti. Mentre c'è stato opposizione bipartisan al sistema di credito sociale cinese al Congresso, le distinzioni tra quel sistema e ciò per cui il FMI sta spingendo rimangono mal definite.

L'FMI, compresi alcuni degli autori del post sul blog, ha legami sia con la Great Reset Initiative del World Economic Forum che con il Joe Biden Transition Team. Due dei ricercatori che sostengono che l'FMI tracci la nostra cronologia delle ricerche, Luc Laeven e Lev Ratnovski, avere pagine sul sito web del WEF. Lev Ratnovski, in particolare, l'ha fatto salvataggi bancari difesi così l'economia può restare a galla.

Nel frattempo, il capo del FMI, Kristalina Georgieva, ha pubblicamente sostenuto la Great Reset Initiative, in particolare in questo discorso ai membri della famiglia reale durante l'estate. Il Grande iniziativa di ripristino è un piano del World Economic Forum per, nelle loro parole, "costruire un nuovo contratto sociale che onori la dignità di ogni essere umano". Ecco uno scenario ipotetico proposto da un collaboratore del WEF per come potrebbe essere la vita dopo un grande ripristino.

Uno slogan impiegato dal WEF e dai fautori del Great Reset? "Ricostruisci meglio".

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Cathy

accogliere il nuovo ordine mondiale

Petrichor

Il Grande Fratello ti sta guardando, mentre navighi sul web E il tuo conto in banca

Michael

Quindi, se guardi un sacco di porno online, il tuo punteggio sale o scende? Chiedere un amico.

Erik Nielsen

Probabilmente perché FMI è il protettore.