Il software antivirus raccoglie "ogni ricerca, ogni clic, ogni acquisto, su ogni sito"

Per favore, condividi questa storia!
I dati sono il nuovo olio del 21 ° secolo e i tecnocrati sono i nuovi grovigli. In questo caso, il software è gratuito ma i tuoi dati sono inestimabili e raccolti inavvertitamente senza il tuo consenso o conoscenza. ⁃ Editor TN

Un programma antivirus utilizzato da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo sta vendendo dati di navigazione web altamente sensibili a molte delle più grandi aziende del mondo, secondo un'indagine congiunta di Motherboard e PCMag. Il nostro rapporto si basa su dati utente, contratti e altri documenti aziendali trapelati che mostrano che la vendita di questi dati è altamente sensibile e in molti casi dovrebbe rimanere riservata tra l'azienda che vende i dati ei clienti che li acquistano.

I documenti, di una sussidiaria del gigante antivirus Avast chiamata Jumpshot, gettano nuova luce sulla vendita segreta e sulla catena di approvvigionamento delle storie di navigazione in Internet delle persone. Mostrano che il programma antivirus Avast installato sul computer di una persona raccoglie i dati e che Jumpshot li riconfeziona in vari prodotti diversi che vengono poi venduti a molte delle più grandi aziende del mondo. Alcuni clienti passati, presenti e potenziali includono Google, Yelp, Microsoft, McKinsey, Pepsi, Sephora, Home Depot, Condé Nast, Intuit e molti altri. Alcuni clienti hanno pagato milioni di dollari per prodotti che includono un cosiddetto "feed di tutti i clic", in grado di monitorare il comportamento degli utenti, i clic e il movimento tra i siti Web in modo estremamente preciso.

Avast afferma di hanno oltre 435 milioni di utenti attivi al mesee lo dice Jumpshot ha dati da 100 milioni di dispositivi. Avast raccoglie i dati dagli utenti che optano per la sottoscrizione e li fornisce a Jumpshot, ma più utenti Avast hanno dichiarato a Motherboard di non essere a conoscenza del fatto che Avast abbia venduto i dati di navigazione, sollevando domande su quanto sia informato il consenso.

I dati ottenuti dalla scheda madre e PCMag include ricerche Google, ricerche di posizioni e coordinate GPS su Google Maps, persone che visitano le pagine LinkedIn di aziende, particolari video di YouTube e persone che visitano siti web porno. È possibile determinare dai dati raccolti in quale data e ora l'utente anonimo ha visitato YouPorn e PornHub, e in alcuni casi quale termine di ricerca ha inserito nel sito porno e quale video specifico ha guardato.

Sebbene i dati non includano informazioni personali come i nomi degli utenti, contengono comunque una grande quantità di dati di navigazione specifici e gli esperti affermano che potrebbe essere possibile rimuovere l'anonimato da determinati utenti.

In un comunicato stampa di luglio, Jumpshot afferma di essere "l'unica azienda che sblocca i dati del giardino recintato" e cerca di "fornire agli operatori di marketing una visibilità più approfondita dell'intero percorso del cliente online". Jumpshot ha in precedenza ha discusso pubblicamente di alcuni dei suoi clienti. Ma altre società menzionate nei documenti Jumpshot includono Expedia, IBM, Intuit, che produce TurboTax, Loreal e Home Depot. I dipendenti sono invitati a non parlare pubblicamente dei rapporti di Jumpshot con queste società.

"È molto granulare ed è un ottimo dato per queste aziende, perché è a livello di dispositivo con un timestamp", ha detto la fonte, riferendosi alla specificità e alla sensibilità dei dati venduti. Motherboard ha concesso alla fonte l'anonimato per parlare più candidamente dei processi di Jumpshot.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti