Il grande ripristino ora include cibo "modificato geneticamente".

Per favore, condividi questa storia!
Questo articolo conferma inequivocabilmente il mio argomento al Tour Crimini contro l'umanità: "The Takeover Of All Genetic Material On Earth", che è scioccante per portata e conseguenze. Questi scienziati megalomani hanno pianificato metodicamente questa acquisizione indesiderata sul serio dal 1992. ⁃ Editor di TN

Il discorso della regina è stato interessante quest'anno.

Per tutte le persone al di fuori del Regno Unito che non capiscono cosa sia in realtà il "Queens Speech", è un'occasione di stato farsesca in cui la regina (o, in questo caso, il principe Carlo poiché sua maestà è malata/segretamente morta/ha " problemi di mobilità") fa un discorso su ciò che il "suo governo" intende fare per i prossimi 12 mesi.

Naturalmente, la regina in realtà non scrive il discorso, né ha alcun input sul suo contenuto, né ha alcun controllo su ciò che il "suo" governo intende fare. È solo un portavoce con un grande cappello d'oro.

È l'equivalente britannico dello Stato dell'Unione, realizzato solo con costumi di Halloween fatti di pietre rubate luccicanti.

L'intera faccenda non è altro che una grande e dorata dichiarazione di intenti del Deep State britannico, avvolta in visone e drappeggiata con medaglie che non hanno mai guadagnato. È uno scherzo, ma vale la pena ascoltarlo.

Oppure, se hai uno stomaco sensibile, puoi semplicemente leggere il testo completo il giorno successivo sul Sito web del governo del Regno Unito (questo è ciò che faccio).

Gran parte del contenuto è del tutto prevedibile.

Più soldi all'Ucraina, con la promessa che lo farà il Regno Unito "aprire la strada nella difesa della sicurezza in tutto il mondo". Più censura online tramite il "Bilancio sulla sicurezza online". Un registro obbligatorio per i bambini scolarizzati a casa tramite il "Disegno di riforma delle scuole".

Si parla anche di "garantire la costituzione" introducendo la "Carta dei diritti" del Regno Unito. Abbiamo abbattuto quel particolare cavallo di Troia di nuovo a febbraio.

Ma la parte che ho trovato più interessante è il piano dichiarato per "incoraggiare l'innovazione agricola e scientifica a casa" attraverso il progetto di legge sulla tecnologia genetica (allevamento di precisione).

La proposta di legge (che, per qualche ragione, è non disponibile attraverso il sito web del parlamento) fa seguito all'annunciato "regolamento allentato" della ricerca genetica del DEFRA di nuovo a gennaio.

Per citare l'Istituto Nazionale di Botanica Agraria (NIAB), la normativa lo farebbe "eliminare alcune tecniche di allevamento di precisione dall'ambito delle norme restrittive sugli OGM".

In sostanza, questo vedrebbe nuovi “gene-modificato" Alimenti come distinti dal vecchio stile “geneticamente modificata” alimenti, e quindi non soggetti alle stesse regole e controlli.

Lo pretesa distinzione è quel gene montaggio, al contrario di genetico quale modifica, non introduce DNA di altre specie. Pertanto, in effetti, sta semplicemente accelerando ciò che potrebbe potenzialmente accadere naturalmente nel tempo.

Ora, potresti pensare che questa sia solo semantica e che una tale legge fornirà solo una scappatoia per TUTTI gli alimenti "geneticamente modificati" per ribattezzarsi semplicemente come "geneticamente modificato” alimenti, e quindi evitare la regolamentazione. Ma questo è disgustosamente cinico e vergogna anche solo per averlo pensato.

Tutto sommato, questa è roba piuttosto sul messaggio e non particolarmente sorprendente. Ciò che è degno di nota è che – per puro caso, ne sono certo – sembra coincidere con una rinnovata spinta sul fronte degli alimenti GM in altri paesi del mondo.

Nel dicembre 2021 la Svizzera ha aggiunto un emendamento alla sua moratoria sulle colture OGM, consentendo l'uso di determinati Tecniche di “editing genetico”..

Il mese scorso, l'Egitto ha annunciato il loro nuovo ceppo di grano GM. Solo due giorni fa, il Centro nazionale di ricerca sulla biotecnologia agricola dell'Etiopia ha annunciato avevano studiato, e ora il paese crescerà, cotone e mais geneticamente modificati.

Nonostante quello della Russia divieto assoluto sulla coltivazione e/o importazione di colture geneticamente modificate, hanno comunque creato un progetto da 111 miliardi di rubli per creare fino a 30 varietà di piante e animali da fattoria geneticamente modificati.

La deregolamentazione britannica degli alimenti GM è sempre descritta come una mossa "post-Brexit". – con l'UE che ha rimproverato in tutto il mondo il suo “principio di precauzione” sulle colture GM – eppure, già lo scorso aprile, l'UE chiedeva un “ripensamento” sulle colture GM.

Infatti, proprio oggi, European Biotechnology Magazine rapporti:

La Commissione Ue ha avviato la consultazione finale sulla deregolamentazione delle nuove tecniche di allevamento in agricoltura

PERCHÈ QUESTO? PERCHÉ ORA?

Quindi, stiamo assistendo a un improvviso aumento della varietà di colture GM disponibili e una spinta simultanea alla deregolamentazione dell'industria nelle nazioni occidentali.

Perché dovrebbero farlo adesso?

Bene, ecco is una crisi alimentare.

O, più precisamente, lo hanno appena creato una crisi alimentare. E come inevitabilmente va la dialettica hegeliana del cliché, il loro "problema" fabbricato ha ora bisogno della loro "soluzione" artificiosa.

Dovremmo aspettarci di vedere l'ingegneria genetica proposta come una soluzione alla nostra crisi alimentare in un futuro molto prossimo... come ieri. O meglio, due mesi fa.

È così che funzionano velocemente ora, con a malapena la pretesa di nascondere il piano. Sputando la risposta così velocemente da rendere evidente che conoscevano la domanda in anticipo.

Il 15 marzo, quando l'“operazione speciale” in Ucraina aveva meno di 3 settimane, il Time era già in prima pagina:

La guerra costringe gli agricoltori a ripensare alle colture GM

…e segnalazione:

La modificazione genetica potrebbe rendere il sistema alimentare britannico meno suscettibile alle turbolenze geopolitiche

Una settimana dopo Verdetto ha pubblicato un articolo intitolato "Migliorare l'autosufficienza alimentare con le colture GM durante le crisi geopolitiche"

La scorsa settimana, il I tempi di Israele chiedonod:

L'editing genetico può aiutare gli agricoltori a soddisfare la crescente domanda di cibo?

Quattro giorni fa, ha pubblicato il Manila Times un articolo intitolato “In tempi di scarsità alimentare: rivisitare le colture geneticamente modificate”.

Due giorni fa (quindi prima del discorso della regina che menzionava specificamente il disegno di legge sull'editing genetico), quello della Scozia Stampa e diario ha pubblicato un pezzo di opinione intitolato: "Il governo scozzese deve revocare il divieto delle colture GM per alleviare la crisi del costo della vita".

Ieri ha pubblicato la società di “servizi informativi” IHS Markit un articolo sulla regolamentazione GM in Europa, in cui affermavano:

Il conflitto Ucraina-Russia ha dimostrato la fragilità e la vulnerabilità delle filiere alimentari globali ed europee. In tutto il mondo, i governi dei principali paesi produttori agricoli stanno recuperando terreno con gli Stati Uniti, sia per legiferare meglio sui prodotti geneticamente modificati (GE), sia per differenziarli dalla vecchia tecnologia degli organismi geneticamente modificati (OGM) e dalla sua connotazioni negative per alcuni consumatori, commentatori, agricoltori, rivenditori, politici e legislatori.

E proprio oggi, il Progetto di alfabetizzazione genetica pubblicato un articolo dell'ucraino-canadese David Zaruk, inveendo contro il "principio di precauzione" dell'UE sugli OGM e chiedendo l'adozione di "nuove tecnologie" per prevenire la fame diffusa e aumentare la sovranità alimentare.

Va avanti e avanti e avanti.

…NON DIMENTICIAMO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO, RAGAZZI

Naturalmente, non si tratta solo della crisi alimentare: dare libero sfogo ai giganti aziendali per modificare geneticamente tutto il cibo che mangiamo sarà anche un bene per il pianeta. Ne parlano molto di recente.

L'8 febbraio di quest'anno, l'Università di Bonn ha pubblicato un nuovo studio sostenendo "L'ingegneria genetica può avere un effetto positivo sul clima"

Il 24 febbraio di quest'anno, l'ONG con sede a Cornell "Alliance for Science" pubblicato un articolo sostenendo "Gli OGM potrebbero ridurre l'impronta climatica dell'Europa", sulla base dello studio di cui sopra.

In risposta al discorso della regina, il National Institute of Agriculture and Botany del Regno Unito ha affermato che la modificazione genetica renderà l'agricoltura “più sostenibile”.

In un promemoria non stiamo solo parlando colture ma ingegneria genetica bestiame anche, a febbraio Suggerì Deutsche Welle quello geneticamente modificato “Le pecore climatiche e i maiali ecologici potrebbero combattere il riscaldamento globale”.

Tre settimane fa, Stuff.NZ ha chiesto semplicemente:

GM può salvare il pianeta?"

La narrazione è chiaramente impostata: il cibo geneticamente modificato ci salverà tutti dalla crisi alimentare e anche dal riscaldamento globale. Più qualsiasi altra cosa a cui riescono a pensare.

I COLTELLI SONO FUORI PER I BIOLOGICI

Non contenti del fluffing semi-costante del business degli OGM, gli MSM stanno anche puntando le armi sull'agricoltura biologica e dandogli entrambe le canne.

The Wall Street Journal rapporti:

La crisi in Ucraina rivela la follia dell'agricoltura biologica: mentre i prezzi dei generi alimentari salgono alle stelle, il mondo deve ammettere che non può vivere senza un'agricoltura moderna ed efficiente.

Il Telegraph incolpa le politiche sull'agricoltura biologica "portando lo Sri Lanka in un caos sanguinoso”

L'articolo "Alleanza per la scienza" di cui sopra fa di tutto per criticare i piani pro-biologico dell'UE "dal campo alla tavola", affermando "[l'agricoltura biologica] ha rendimenti più bassi e sarebbe associata all'aumento delle emissioni globali [di gas serra] causando cambiamenti nell'uso del suolo altrove".

Nel frattempo, Erik Fyrwald, l'amministratore delegato del gruppo svizzero di prodotti agrochimici Syngenta (quindi in qualche modo in conflitto di interessi), ha detto al quotidiano svizzero NZZ am Sonntag che l'Occidente deve “Stop all'agricoltura biologica per aiutare la futura crisi alimentare”, aggiungendo che l'agricoltura biologica è peggio per il pianeta, perché l'aratura dei campi rilascia più anidride carbonica nell'atmosfera.

Abbiamo già visto i “culti” del benessere accusato di spacciare “teorie del complotto anti-vax” l'anno scorso, questo si estenderà facilmente agli agricoltori biologici e ai loro clienti.

NOTA: In un parallelo interessante (di nuovo, probabilmente del tutto accidentale), l'attuale "epidemia di influenza aviaria" ha anche colpire duramente gli agricoltori biologici e ruspanti, con un articolo del Guardian (sponsorizzato) che chiedeva se l'influenza aviaria "tutto l'anno" potesse essere scritta “La fine delle uova allevate all'aperto”.

CONCLUSIONE

Avendo appena visto come si è svolta la campagna del “vaccino” Covid19, non è difficile vedere come andrà da qui la spinta pro-GM. Le colture modificate dal genoma e gli animali da fattoria diventeranno la nuova "scienza stabilita".

Saranno venduti al pubblico come più economicopiù nutriente, meglio per l'ambiente e buono per “prevenire future pandemie” (sì, letteralmente l'ho già detto).

Naturalmente, chiunque resista alla spinta per il cibo geneticamente modificato e/o piange la morte pianificata dell'agricoltura biologica, sarà accusato di “mettere in discussione la scienza”.

Mangiare cibi GM britannici "farà la tua parte" e "aiuterà l'Ucraina", mentre le persone che desiderano prodotti biologici più costosi saranno considerate "antipatriottiche" o "egoiste".

Così come abbiamo visto gli scettici del Covid denunciati come diffusione “Disinformazione russa”, nonostante la volontaria complicità della Russia nella menzogna del Covid, si dirà che coloro che argomentano contro il cibo modificato dal genoma “condivisione di punti di discussione russi” or “facendo il lavoro di Putin per lui” nonostante la Russia sia ben a bordo del treno per l'editing genetico.

Tutto diventa molto prevedibile da lì. Gli agricoltori biologici saranno probabilmente "spie russe teoriche della cospirazione anti-vaxxer" entro la fine dell'estate.

...Questo probabilmente spiega perché Bill Gates lo era comprando così tanto terreno agricolo l'anno scorso, Anche.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

1 Commento
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Diane DiFlorio

DEPOPOLAZIONE: ascolta questo! Inizia a 1:30 min mark. Questo è Dennis Meadows, coautore di The Limits to Growth (1972) – The Club of Rome, un libro/rapporto che ha gettato le basi del moderno pensiero ambientale. Meadows è uno scienziato americano e professore emerito di Systems Management, ed ex direttore dell'Institute for Policy and Social Science Research presso l'Università del New Hampshire. È Presidente del Laboratorio per l'Apprendimento Interattivo e ampiamente conosciuto come coautore di The Limits to Growth. >>>> hanno escluso il sociopatico bizzarro e folle: lo hanno pianificato per decenni. https://www.youtube.com/watch?v=Dbo6uvJBtZg Questo è... Per saperne di più »