IARPA sviluppa l'intelligenza artificiale per aiutare a prevedere il futuro

Giudice AIYoutube.
Per favore, condividi questa storia!
La IARPA, finanziata dal denaro dei contribuenti come sua cugina DARPA, intende raccogliere continuamente tutti i dati su tutti in tempo reale per consentire all'IA di prevedere futuri incidenti ed eventi. Benvenuti nell '"intelligenza anticipatoria". La IARPA sta facilitando la rapida ascesa della tecnocrazia, nota anche come dittatura scientifica. ⁃ TN Editor

Per quanto riguarda i progetti governativi segreti, gli obiettivi di IARPA può essere il più rischioso e di vasta portata. Con la sua missione di promuovere "alto rischio, alto rendimento", Questo braccio di ricerca della comunità dell'intelligence statunitense cerca letteralmente di predire il futuro. Questa organizzazione, composta da spie e dottori di ricerca, mira a fornire ai decisori previsioni reali e accurate di eventi geopolitici, utilizzando l'intelligenza artificiale e "previsori" umani.

IARPA, che sta per Intelligence Advanced Research Projects Activity, è stata fondata nel 2006 come parte dell'Ufficio del Direttore dell'intelligence nazionale. Alcuni dei progetti che ha finanziato si sono concentrati sui progressi nell'informatica quantistica, nell'elaborazione criogenica, nel riconoscimento facciale, nei traduttori linguistici universali e altre iniziative che si adatterebbero bene alla trama di un film d'azione di Hollywood. Ma forse il suo obiettivo principale è produrre "intelligenza anticipatoria". È un'agenzia di spionaggio, dopotutto.

Nell'interesse della sicurezza nazionale, IARPA vuole identificare i principali eventi mondiali prima che accadano, alla ricerca di terroristi, hacker o qualsiasi nemico percepito degli Stati Uniti. Non preferiresti fermare un crimine prima che accada?

Ovviamente, è allora che entriamo in un difficile territorio politico e fantascientifico. Gran parte della ricerca svolta da IARPA è attualmente allo scoperto, utilizzando il pubblico e gli esperti nell'avanzamento delle tecnologie. È disponibile per "sollecitazioni aperte", tornei di previsione e ha sfide a premi per il pubblico. Puoi praticamente invia la tua idea proprio adesso. Ma ciò che accade alla R&S una volta che lascia il laboratorio, ovviamente, spesso lo sanno solo la NSA e la CIA.

L'esperto della National Security Agency James Bamford ha scritto che l'agenzia sta cercando di creare un sistema in cui enormi quantità di dati sulla vita delle persone vengano estratti in tempo reale, allo scopo di prevenire azioni dannose per la nazione. Nel suo articolo per il Pittsburgh Post-Gazette, Bamford ha scritto che l'obiettivo della IARPA è creare sistemi informatici automatizzati molto potenti, gestiti attraverso l'intelligenza artificiale, che sarebbero "in grado di catalogare le vite di tutti ovunque, 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX". Tali programmi sarebbero in grado di accedere istantaneamente ai flussi di dati appartenenti ai cittadini, dai social media o da qualsiasi altro luogo. Come scrive Bamford, essere in grado di analizzare “ogni post di Facebook, tweet e video di YouTube; ogni numero di tag del casello; ogni download GPS, ricerca web e feed di notizie; ogni video della telecamera di strada; ogni prenotazione di ristoranti su Open Table - elimina in gran parte la sorpresa dall'equazione dell'intelligence. "

Naturalmente, si sospetterebbe che molto di questo stia già succedendo. IARPA Programma Mercury, per esempio, si concentra sull'estrazione di dati da milioni di comunicazioni private all'estero raccolte dalla National Security Agency. Sebbene si possa certamente sostenere che un tale programma è una necessità per la sicurezza nazionale, lavorando per individuare terroristi ed elementi che possono portare a disordini sociali, il potenziale di abuso e violazione dei diritti alla privacy ha allertato gli osservatori.

Si chiama un affascinante progetto recente finanziato da IARPA SALVIA, che sta per Anticipazione sinergica degli eventi geopolitici. Come ci si può aspettare da un titolo così elevato, i ricercatori coinvolti in questa impresa stanno cercando di prevedere il futuro. Questo progetto ha lo scopo di utilizzare non esperti, esseri umani che utilizzerebbero l'apprendimento automatico dell'IA per fare dichiarazioni qualificate su ciò che accadrebbe.

Guidati da Aram Galstyan, direttore della Divisione Intelligenza Artificiale presso il USC Viterbi Istituto di scienze dell'informazione (ISI), il progetto è riuscito a fare previsioni concrete, come sapere quando la Corea del Nord lancerà i suoi test missilistici. SAGE funziona utilizzando grandi serie di predittori umani non esperti, unendo i loro poteri lavorando insieme, rendendoli "più accurati e più veloci di un singolo esperto di soggetti umani", come spiega un USC comunicato stampa. Tuttavia, le informazioni che questi umani o "meteorologi" utilizzano per fare previsioni vengono raccolte tramite una varietà di tecnologie di apprendimento automatico.

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

4 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Lorena

Il 15 febbraio la meteora di Chelyabinsk ha colpito la Russia e la NASA non è stata in grado di prevederlo. In questo caso non è che l'IA sia così intelligente da poter prevedere eventi geopolitici, ma che l'IARPA deve solo chiedere ai tecnocrati cosa succederà dopo per programmare la loro IA insieme ai loro meteorologi umani.

Petrichor

Oh, cosa potrebbe andare storto. . . . 🙂
L'unica cosa che non possono prevedere è la Legge delle conseguenze indesiderate.
o, come recita il proverbio, "L'uomo propone, Dio dispone".