I legislatori statali si alzano per frenare i poteri COVID dei governatori

Immagine: AZLEG.GOV
Per favore, condividi questa storia!
I legislatori statali si stanno sollevando contro i governatori dittatoriali per limitare o rimuovere la loro capacità di dichiarare emergenze per imporre mandati draconiani che causano danni ai cittadini e alle economie statali. Stati, contee e città hanno un potere immenso e inutilizzato di respingere la tirannia dei tecnocrati. ⁃ TN Editor

Irritati dall'uso radicale di ordini esecutivi durante la crisi del COVID-19, i legislatori statali negli Stati Uniti si stanno muovendo per frenare l'autorità dei governatori e degli alti funzionari sanitari di imporre restrizioni di emergenza come regole sulle maschere e chiusure aziendali.

La spinta è in corso in Stati come Arizona, Michigan, Ohio, Maryland, Kentucky, Indiana e Pennsylvania, dove i legislatori stanno cercando un emendamento costituzionale per privare il governatore di molti dei suoi poteri di emergenza.

Il senatore repubblicano della Pennsylvania Wayne Langerholc ha affermato che l'emendamento "renderebbe inequivocabilmente chiaro che la nostra Assemblea Generale è un ramo co-uguale ... che non siamo una monarchia e che le nostre voci contano".

Il governatore democratico Tom Wolf e alcuni dei suoi omologhi in tutto il paese hanno affermato di aver bisogno dell'autorità per agire rapidamente e con decisione contro la minaccia in rapida evoluzione.

Il coronavirus ha ucciso circa 430,000 americani e sta ancora attraversando la sua fase più letale, nonostante il lancio dei vaccini, con nuove e più contagiose varianti dall'estero che si sono presentate negli Stati Uniti

I legislatori statali hanno generalmente assunto ruoli minori dopo la pandemia colpita, con molti che sospendono il lavoro o si aggiornano. Sono stati i governatori oi loro massimi funzionari sanitari a definire molte delle politiche - imponendo mandati di maschere, limitando le riunioni pubbliche e chiudendo ristoranti, palestre, parrucchieri e altre attività.

Secondo la Conferenza nazionale dei legislatori statali, quest'anno i legislatori in più della metà degli stati hanno presentato progetti di legge per limitare i poteri governativi durante la pandemia e altre emergenze. La maggior parte delle legislature ha iniziato le sessioni questo mese.

La legislatura a guida repubblicana del Kentucky potrebbe valutare già la prossima settimana se ignorare i veti del governatore democratico Andy Beshear su diversi progetti di legge che avrebbero frenato i suoi poteri di emergenza.

Il Senato del Wisconsin, controllato dal GOP, ha votato all'inizio di questa settimana per abrogare l'ordine di emergenza sanitaria del governatore democratico Tony Evers, che porrebbe fine al mandato di maschera dello stato. L'Assemblea controllata dai repubblicani ha annullato un voto simile giovedì di fronte alle critiche da parte dei leader sanitari, scolastici e aziendali e la preoccupazione che possa mettere a repentaglio più di 49 milioni di dollari in aiuti federali.

I repubblicani del Wisconsin hanno sostenuto che Evers ha superato la sua autorità emettendo più dichiarazioni di emergenza durante la pandemia, che gli hanno permesso di estendere il mandato della maschera oltre i 60 giorni consentiti dalla legge senza ottenere l'approvazione del legislatore.

Evers sostiene che la natura mutevole della pandemia ha giustificato nuove dichiarazioni di emergenza.

L'emendamento che i repubblicani della Pennsylvania stanno cercando di inserire nel voto di maggio metterebbe anche un limite alle dichiarazioni di disastro del governatore - 21 giorni, a meno che i legislatori non votino per prorogarli. Il legislatore potrebbe anche fermarli in qualsiasi momento con un voto di due terzi.

Wolf ha detto che porre fine prematuramente alla sua dichiarazione di disastro sarebbe di per sé "disastroso" per lo stato e che richiedere l'approvazione legislativa ripetuta "potrebbe rallentare o fermare la risposta di emergenza quando gli aiuti sono più necessari".

Nel Michigan, i repubblicani della Camera hanno minacciato di trattenere miliardi di dollari per le scuole a meno che il governatore democratico Gretchen Whitmer non ceda il potere della sua amministrazione di vietare l'istruzione e lo sport di persona ai dipartimenti sanitari locali. Whitmer ha definito la mossa "crudele e spericolata".

Whitmer è stata l'obiettivo di un presunto complotto di rapimento lo scorso autunno da parte di estremisti antigovernativi sconvolti dalle sue restrizioni sul coronavirus.

Sebbene la resistenza legislativa agli ordini esecutivi sul coronavirus sia caduta in gran parte su linee partigiane in alcuni stati, i legislatori altrove stanno respingendo i governatori dei loro stessi partiti.

I repubblicani del Senato dell'Arizona vogliono porre fine agli ampi poteri di emergenza che il governatore del GOP Doug Ducey ha utilizzato per limitare i grandi raduni e le capacità imprenditoriali.

Il senatore dell'Ohio Rob McColley ha presentato questa settimana un disegno di legge che potrebbe revocare gli ordini sanitari di emergenza emessi dal governatore Mike DeWine, un collega repubblicano. Creerebbe un comitato per rivederli retroattivamente. DeWine ha posto il veto a un disegno di legge simile l'anno scorso.

McColley ha detto che la Legislatura deve agire "quando il potere relativamente libero del ramo esecutivo durante un periodo di emergenza è durato quanto è durato".

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
6 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Elle

Infine, i politici degli Stati Uniti stanno annuendo contro la tirannia? Beh, non è così speciale E in ritardo per la festa? FALLO E BASTA!!

Ultima modifica 7 mesi fa di Elle
Paul Bryce

Gli verrà detto che perderanno i fondi federali e abbandoneranno i loro tentativi legislativi di cambiare qualcosa. Sono stati messi alle strette molto tempo fa con questa strategia. Ora, se avessero davvero le palle, direbbero al governo federale che qualsiasi denaro federale che perdono proverranno dai trasferimenti dell'imposta sul reddito statale.

Petrichor

Mi piace. . . . passare i popcorn.

MICHAEL

Mi chiedo perché non la California? Il nostro è così brutto se non peggio?

Sembra che questi mandati - blocco, maschera, ecc. - non si aggiornino più sulla scienza - non c'è più collegamento con la scienza e Fauci non rilascia alcuna citazione sui suoi pronostici. Abbiamo bisogno che gli Stati conducano dibattiti online con centinaia di scienziati in modo da poter davvero vedere la verità. I promotori di vaccini hanno un controllo troppo forte sulle nostre politiche.

dP_ted

A un governatore non dovrebbe essere consentito di porre il veto a qualsiasi legislazione che limiti il ​​suo potere, né dovrebbe essere consentito a un presidente. È come lasciare che la volpe protegga il pollaio. La maggior parte di noi Buckeye è così stanca delle regole, soprattutto quella che le aziende devono chiudere tra le 11:5 e le XNUMX:XNUMX (come se il virus fosse contagioso solo in quelle ore!).