I governi iniziano a testare le criptovalute mentre i contanti usano precipitare

vuoto
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print

La spinta globalista a rimuovere denaro dalla società è aiutata dall'ascesa e dall'accettazione delle criptovalute in tutto il mondo. L'ultima pietra di paragone per la valuta digitale sarà l'energia, che è il controllore finale dell'attività economica. Editor TN

Riksbank, la banca centrale svedese, sta prendendo in seria considerazione Bitcoin. Mentre il consumo di denaro precipita e la quantità di valuta in circolazione diminuisce, le banche centrali stanno cercando criptovalute come denaro sostenuto dal governo.

In Svezia, il numero di banconote e monete in circolazione è sceso al livello più basso degli ultimi trent'anni. Riksbank stima che lo scorso anno le transazioni in contanti costituissero solo il 15 percento di tutte le transazioni al dettaglio. Quel numero è sceso dal 40 percento in 2010, grazie in gran parte a servizi di pagamento mobile estremamente popolari. Ciò lascia la banca chiedendosi se una tecnologia simile a quella di Bitcoin potesse essere implementata in Svezia.

Riksbank non è l'unica banca centrale che prende in seria considerazione la blockchain, la tecnologia che fa funzionare Bitcoin e altre criptovalute. Questi sistemi, chiamati anche registri distribuiti, si basano su reti di computer, anziché su un'autorità centrale come una banca, per verificare e registrare le transazioni su un database condiviso, praticamente incorruttibile. I banchieri governativi di tutto il mondo credono che questo abbia il potenziale per sostituire i contanti e rendere più efficienti altri sistemi di pagamento. - Revisione della tecnologia

Riksbank sta studiando non solo la tecnologia del libro mastro distribuito (che descrive come non dimostrata ma "progredendo incredibilmente rapidamente") ma anche metodi di contabilità centralizzati tradizionali per il suo "e-Krone”(Pdf) progetto. Molte banche centrali stanno esaminando questo tipo di valuta, ma la Svezia sembra essere in prima linea nel movimento.

Secondo Rod Garratt, un professore di economia all'Università della California, Santa Barbara, una criptovaluta che è disponibile per tutti i consumatori "apre tutta una serie di problemi" e porrebbe nuove sfide ai creatori di politica monetaria.

Innanzitutto, c'è la domanda su chi, esattamente, dovrebbe verificare le transazioni e mantenere il libro mastro distribuito. Anche se questo fosse risolto, il nuovo sistema sarebbe, in un certo senso, troppo snello, rendendo più facile che si verifichino esecuzioni bancarie in un momento di crisi o panico. Nella maggior parte degli attuali sistemi finanziari, i prelievi di fondi su larga scala sono naturalmente rallentati dal tempo impiegato da una banca centrale per produrre i soldi di carta richiesti dalle persone. Ma se la valuta è puramente digitale, non esistono freni di questo tipo: un cittadino in preda al panico potrebbe svuotare i propri conti quasi all'istante, lasciando il sistema bancario di un intero paese quasi senza un soldo.

Una nuova articolo di giornale (pdf) pubblicato dalla Bank of International Settlement, una sorta di banca centrale per le banche centrali, suggerisce un approccio più diretto rispetto al tentativo di utilizzare la criptovaluta per sostituire i contanti. Nell'articolo, Garratt e Morten Bech, un ricercatore della BRI, tracciano un'importante distinzione tra una criptovaluta "al dettaglio" come FedCoin e una "all'ingrosso" che verrebbero utilizzate solo dalle banche. -Revisione della tecnologia

Anche la banca centrale cinese è iniziata test di una valuta digitale. Discorsi e documenti di ricerca di funzionari di la Banca popolare cinese mostrare che la strategia della banca è di introdurre la valuta digitale insieme al renminbi cinese. Ma al momento non esiste un calendario per questo e la banca sembra procedere con cautela.

Ma il problema principale per i governi è che stanno perdendo la presa e il controllo sulla valuta. La riduzione dell'uso di contanti in Svezia sta aumentando la dipendenza dai sistemi di pagamento mobili rischia di emarginare le persone che non li usano o non possono accedervi. Tali sistemi sono gestiti anche da società private, il che significa che le forze commerciali, anziché le politiche del governo, potrebbero finire per determinare l'efficacia del sistema finanziario al servizio delle persone e dell'economia.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti