I gemelli malvagi del transumanesimo e della tecnocrazia

YouTube dal film Shining (1980), i gemelli Grady
Per favore, condividi questa storia!
I punti tra tecnocrazia e transumanesimo sono facilmente collegabili una volta compreso che entrambi siedono in cima alla religione pseudo-scientifica dello scientismo, che postula che la scienza sia dio e che scienziati e ingegneri siano il suo clero. Questo articolo fornisce il quadro attuale per comprendere questo nesso. Editor TN

La tecnocrazia sta alla trasformazione della società come il transumanesimo sta alla trasformazione della condizione umana delle persone che vivrebbero in quella società.

Entrambi sono sostenuti da una credenza religiosa nota come Scientismo che afferma che la scienza è un dio e che scienziati, ingegneri e tecnologi sono il clero che traduce le scoperte in pratica.

È un errore fatale equiparare lo scientismo alla scienza. La vera scienza esplora il mondo naturale utilizzando il metodo scientifico collaudato nel tempo di sperimentazione e convalida ripetute. In confronto, lo scientismo è una visione del mondo speculativa e metafisica sulla natura e la realtà dell'universo e sulla relazione dell'uomo con esso.

Lo scientismo confuta le concezioni religiose tradizionali, la morale e la filosofia e guarda invece alla scienza come fonte di valore morale personale e sociale.

Il rapporto tra Tecnocrazia e Transumanesimo può essere visto già nel 1933 quando Harold Loeb scrisse La vita in una tecnocrazia: come potrebbe essere:

“La tecnocrazia prevede un'altra forma di addomesticamento, una forma in cui l'uomo può diventare più dell'uomo... La tecnocrazia è progettata per sviluppare le cosiddette facoltà superiori in ogni uomo e non per rendere ogni uomo rassegnato alla sorte in cui può nascere... Attraverso l'accoppiamento con individui specifici per scopi specifici... Una tecnocrazia, quindi, dovrebbe nel tempo produrre una razza di uomini di qualità superiore a qualsiasi ora conosciuta sulla terra... "

Così, Loeb vedeva la tecnocrazia (la società) come la produzione di una qualità superiore dell'uomo applicando la tecnologia avanzata alla condizione umana.

La natura della tecnocrazia

Formalizzato nel 1932 da scienziati e ingegneri della Columbia University, il movimento si definì in un'edizione del 1938 della sua rivista, Il tecnocrate:

"La tecnocrazia è la scienza dell'ingegneria sociale, l'operazione scientifica dell'intero meccanismo sociale per produrre e distribuire beni e servizi all'intera popolazione... Per la prima volta nella storia umana sarà affrontato come un problema scientifico, tecnico e ingegneristico".

In effetti, la tecnocrazia era un sistema economico basato sulla scienza e sull'ingegneria sociale. I tecnocrati erano così sicuri che il loro approccio scientifico fosse così giusto che non ci sarebbe stata alcuna necessità di alcuna struttura politica:

“Non ci sarà posto per la Politica, i Politici, la Finanza o i finanzieri, i racket o i racket… La tecnocrazia distribuirà per mezzo di un certificato di distribuzione a disposizione di ogni cittadino dalla nascita alla morte."

Oggi, la tecnocrazia è incarnata nel World Economic Forum's Ottimo reset e le varie manifestazioni delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile: Agenda 21, Agenda 2030, New Urban Agenda, ecc.

La natura del transumanesimo

Un pilastro filosofico del transumanesimo moderno, Max More, lo definì nel 1990 come:

"... una classe di filosofie di vita che cercano la continuazione e l'accelerazione dell'evoluzione della vita intelligente al di là della sua forma attualmente umana e dei limiti umani per mezzo della scienza e della tecnologia, guidate da principi e valori che promuovono la vita."

Il mezzo per il fine è in definitiva l'ingegneria genetica che prende il sopravvento e accelera la teoria dell'evoluzione per creare l'umanità 2.0.

Dall'avvento della tecnologia di modifica genetica CRISPR, i transumani hanno saturato le università e le società private per modificare tutte le categorie di esseri viventi, compresi gli umani.

Ciò che viene predicato come la conservazione della biodiversità dalle Nazioni Unite è in realtà l'acquisizione di materiale genetico, che è stata notata già nel 1994, appena due anni dopo il debutto di Sviluppo sostenibile e Agenda 21 alla Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo economico (UNCED) a Rio de Janeiro, Brasile.

Il libro del 1994, The Earth Brokers, è stato scritto da due principali partecipanti al processo di Rio che non hanno ingoiato alla cieca ciò che era appena successo. Hanno notato due cose sulla convenzione sulla biodiversità adottata da 156 nazioni del mondo:

“La convenzione equipara implicitamente la diversità della vita – animali e piante – alla diversità dei codici genetici, per i quali si legge risorse genetiche. In tal modo, la diversità diventa qualcosa che la scienza moderna può manipolare... la convenzione promuove la biotecnologia come 'essenziale per la conservazione e l'uso sostenibile della biodiversità'”.

In secondo luogo, hanno osservato che "la posta in gioco principale sollevata dalla convenzione sulla biodiversità è la questione della proprietà e del controllo sulla diversità biologica... la principale preoccupazione era la protezione delle industrie farmaceutiche e biologiche emergenti".

Non c'è da meravigliarsi oggi che l'industria farmaceutica stia producendo colpi di terapia genica utilizzando RNA geneticamente modificato per trasformare il sistema immunitario del corpo. Hanno lavorato duramente dal 1992 per far progredire la tecnologia necessaria per dirottare il genoma umano e iniziare il percorso trasformativo verso l'Umanità 2.0.

Tuttavia, è la tecnocrazia che ha usato le sue tecniche di "scienza dell'ingegneria sociale" per manipolare il ventidue percento della popolazione mondiale affinché accetti di buon grado le iniezioni di alterazione genetica dei transumani.

Il grande reset abbraccia sia la tecnocrazia che il transumanesimo

È stato notato in molte riviste professionali che il World Economic Forum e il suo fondatore/portavoce Klaus Schwab stanno promuovendo allo stesso tempo sia la tecnocrazia che il transumanesimo. Alla luce di questo articolo, questo non dovrebbe sorprendere.

L'Accademia europea di religione e società (EARS), ad esempio, ha scritto che:

"...i membri altamente influenti del World Economic Forum hanno un piano per quello che dovrebbe venire dopo. Si chiama "The Great Reset" e prevede un futuro veramente "transumanista" per tutti noi... Dalla metà del 2020, il WEF ha promosso la sua visione per il nostro futuro post-coronavirus, che chiamano "The Great Reset". A loro avviso, la pandemia ha messo in luce le debolezze del nostro vecchio sistema e rappresenta quindi un'opportunità perfetta per "resettare" il nostro mondo e ricominciare da capo. Ciò che colpisce di questo piano, che il WEF ha condensato in una mappa mentale a forma di virus, è la sua implicita approvazione di una filosofia chiamata "transumanesimo". (enfasi aggiunta)

Come affermato inizialmente, "la tecnocrazia sta alla trasformazione della società come il transumanesimo sta alla trasformazione della condizione umana delle persone che vivrebbero in quella società".

In conclusione, i gemelli malvagi di Tecnocrazia e Transumanesimo, insieme alla loro religione di fondo dello Scientismo, devono essere riconosciuti per quello che sono ma, cosa più importante, devono essere respinti e respinti con ogni fibra del nostro essere.

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
10 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

[…] Quelle: i gemelli malvagi del transumanesimo e della tecnocrazia […]

[…] Fonte: I gemelli malvagi del transumanesimo e della tecnocrazia […]

Walter White

Ottimo articolo, Partick. Un aspetto fondamentale dei tecnocrati è il suo antiumanesimo. Uno degli strumenti non riconosciuti del transumanesimo è il decostrizionismo che vediamo in modo più evidente nella decostruzione delle distinzioni sessuali biologiche e nella sua sostituzione con il concetto di genere. Credo che il transgenderismo sia uno dei segnali sulla strada del transumanesimo.

Pam

Sono d'accordo. Il comandamento contro l'adorazione di falsi dei continua a scorrermi nella testa.

Kerry Bindon

La vita divina supererà tutti gli ostacoli che sono lì solo per superare... la sua parte del Piano Divino o Parusia

Wisenox

“i membri altamente influenti del World Economic Forum hanno un piano per cosa dovrebbe venire dopo? restare al potere"
L'élite non possiede un briciolo di altruismo e tutte le loro stronzate hanno lo scopo di evitare conseguenze e rimanere al potere. Devono più soldi nel gioco d'azzardo in derivati ​​di quanto non ci sia valuta sul pianeta.

Milton Farrow

se la linea temporale del moderno esporre 2019 è vera, allora il virologo e l'intera comunità di tecnocrati coinvolti devono essere accusati di "crimini contro l'umanità"

Nixon Scraypes

Gli autori di Earthbrokers erano molto intelligenti. È come al solito: con le ventose, in questo caso, trasformale nei tuoi prodotti brevettati e usali come desideri.