Eco-zeloti verdi puntano a rimuovere la diga del Glen Canyon sul fiume Colorado

Glen Canyon DamCredito immagine: ANDR3W A
Per favore, condividi questa storia!
L'ex segretario dell'Interno Bruce Babbitt, originariamente iniziò la politica di rimozione della diga in America; era membro della Commissione Trilaterale, così come Bill Clinton e Al Gore. 

La rimozione della diga faceva parte del piano della Commissione trilaterale per implementare la tecnocrazia a favore del capitalismo e della libera impresa, perché ridurrebbe l'abbondanza di energia idroelettrica a basso costo, aprendo la strada a `` energie alternative '' più controllabili come turbine eoliche, parchi di pannelli solari , ecc. ⁃ TN Editor

I gruppi ambientalisti che da tempo spingono per far cadere una grande diga lungo il fiume Colorado stanno facendo causa al governo federale, sostenendo che ha ignorato la scienza del clima quando ha approvato un piano operativo 20 per la diga vicino al confine tra Arizona e Utah.

Glen Canyon Dam trattiene Lake Powell, uno dei più grandi bacini artificiali degli Stati Uniti. It e Lake Mead, che si trova a cavallo della linea Arizona-Nevada, sono fondamentali per garantire che l'acqua del fiume Colorado arrivi a 40 milioni di persone e ai più di 7,000 miglia quadrate di terreni agricoli che dipendono da esso.

La siccità e i cambiamenti climatici hanno già ridotto il flusso del fiume, costringendo sette stati occidentali ad adottare un piano all'inizio di quest'anno per garantire che le alture del lago non scendano troppo in basso.

I gruppi ambientalisti - Save the Colorado, il Centro per la diversità biologica e i fiumi viventi - hanno affermato che i cambiamenti climatici porteranno a una tale scarsità di acqua fluviale che il Glen Canyon potrebbe diventare inutilizzabile.

Martedì hanno fatto causa al Bureau of Reclamation presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti. Oltre a voler rivedere il piano operativo 2016 della diga, vogliono forzare una discussione sul drenaggio del lago Powell e sulla rimozione della diga.

“Abbiamo bisogno di qualcosa di nuovo. Non funziona ", ha dichiarato John Weisheit, co-fondatore di Living Rivers. “Non è vero ripristino del fiume. Non stiamo ottenendo sostenibilità per le persone o l'agricoltura. Abbiamo bisogno di pensieri e discussioni lungimiranti e visionari, e questa causa contribuirà a crearlo ”.

Il portavoce del Bureau of Reclamation Marlon Duke ha rifiutato di commentare la causa.

L'agenzia ha contestato che ha ignorato la scienza del clima e ha affermato che l'utilizzo del Lago Mead come il serbatoio principale o unico sul fiume Colorado non rientrava nell'ambito del suo studio sul piano operativo del Glen Canyon.

Il piano prevede rilasci sperimentali di acqua per mantenere l'energia idroelettrica e imitare il flusso naturale del fiume. Gli esperimenti ad alto flusso hanno lo scopo di costruire banchi di sabbia attraverso il Grand Canyon a beneficio dei pesci nativi come il cavedano, creare spiagge per le travi fluviali e proteggere i siti archeologici.

Glen Canyon Dam si trova ai margini di Page, in Arizona. Completata in 1964, è la seconda diga ad arco in cemento più alta degli Stati Uniti, dietro Hoover Dam vicino a Las Vegas. Mentre Hoover Dam è ancorata in solido basalto vulcanizzato, la Glen Canyon Dam attraversa una gola fiancheggiata da arenaria.

Anne Castle era assistente segretaria per l'acqua e la scienza presso il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti quando i lavori iniziarono a rivedere il piano operativo della diga di Glen Canyon. Ha detto che la revisione ambientale iniziale includeva una discussione "abbastanza ampia" sugli effetti del clima e si è chiesta perché gli ambientalisti vorrebbero che fosse rivista sotto un'amministrazione spesso criticata per il rollback delle normative.

Castle ha affermato che è improbabile che oggi venga costruita la diga di Glen Canyon, ma la sua disattivazione avrebbe "conseguenze davvero significative e sfavorevoli per i grandi settori dell'economia, e non credo che sarebbe stato intrapreso alla leggera".

Jack Schmidt, direttore del Center for Colorado River Studies presso la Utah State University, ha affermato che le conversazioni che gli ambientalisti stanno già cercando stanno avvenendo sulla gestione dell'intero sistema del fiume Colorado.

Il piano della diga del Glen Canyon fu una decisione incrementale sul modo migliore di far funzionare la diga sotto vecchi e vecchi paradigmi, ha detto.

Quando iniziano i negoziati su ciò che guiderà il fiume oltre 2026 alla scadenza delle attuali linee guida, ha affermato che "tutto è tornato sul tavolo".

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti