I costruttori cinesi di tecnocrati creano l'equivalente di 27 città vuote di New York

Per favore, condividi questa storia!
Ho a lungo affermato che la Cina si è trasformata in una tecnocrazia a partire dal 1978 quando il consigliere per la sicurezza nazionale di Jimmy Carter, Zbigniew Brzezinski, ha portato il presidente Deng Xiaoping e la Cina fuori dall'età buia dell'economia. Oggi, i tecnocrati cinesi continuano a costruire cose, anche se non c'è richiesta o necessità di farlo. ⁃ Editore TN

Come di 2016, CinaLe unità abitative vuote di New York potrebbero ospitare 27 volte.

Cosa significa questo per voi? Ci sono molti effetti dallo spreco di così tante risorse. Mentre approfondisci un esercizio di riflessione per conoscere meglio le rovinose conseguenze delle bolle di credito, sii grato di non doverti preoccupare di geni maligni che ti etichettano magicamente con atti ipotecari.

Potrebbe essere spaventoso. Immagina che qualche genio crudele abbia provato una perversa antipatia per te. Quale peggior esempio di magia malvagia potrebbe eseguire il genio se non quello di presentarti gli atti dell'incredibile inventario di 70 milioni di strutture di appartamenti vuoti che accumulano polvere in tutta la Cina.

Potresti pensare che ti renderebbe un miliardario, un magnate immobiliare alla pari di Donald Trump. Ma ripensaci.

Questo potrebbe essere un buon momento per raccontare una storia insolitamente affascinante che Trump ha raccontato su se stesso, risalente alla crisi dei risparmi e dei prestiti tra la fine degli anni '1980 e l'inizio degli anni '1990. Quello fu un periodo in cui 1,043 delle 3,234 associazioni di risparmio e prestito negli Stati Uniti fallirono mentre cercavano di digerire miliardi di proprietà immobiliari ipotecate.

A quel tempo, una sera Trump si ritrovò a passeggiare per le strade dell'Upper East Side di Manhattan con la sua ragazza. Mentre camminavano, si imbattono in un barbone con un peacoat sbrindellato che giaceva su una grata. Trump ha rimarcato al suo compagno, "Quel ragazzo ha $ 1 miliardo in più di me." Ha risposto: "Ma non sembra che abbia un centesimo". Trump ha risposto: "Non lo fa".

Quando lo disse, la fortuna di Trump era ostaggio delle banche a cui doveva circa un miliardo di dollari in più di quanto le sue proprietà avrebbero realizzato in una svendita. Descrivo questa "come una storia insolitamente affascinante", perché Trump non è famoso per fare battute a proprie spese. Tuttavia, mi ha confermato in una conversazione che l'account di cui sopra che condivido con te è valido. Mostra Trump che riconosce con umorismo le implicazioni della contabilità in partita doppia al meglio.

Con questo in mente, come potresti permetterti di pagare i mutui edilizi su 70 milioni di unità abitative senza residenti che ti sono state cedute dal genio del male? Una domanda impegnativa. Dovresti parlare velocemente con le banche cinesi del tipo che Trump ha gestito con le banche di New York decenni fa durante la crisi S&L.

La tua unica speranza di evitare di essere risucchiato in un buco nero di insolvenze del debito sarebbe quella di assumere alcuni mascalzoni creativi travestiti da contabili per aiutarti a convincere le banche a prestarti miliardi (o più, probabilmente trilioni) per posticipare il giorno della resa dei conti. Nota che la misura in cui potresti avere successo non farebbe che peggiorare il problema finale del cattivo investimento. I tuoi beni non sarebbero in alcun modo aumentati essendo gravati da debiti aggiuntivi; diventerebbero solo più costosi.

Potresti continuare ad aggiustare il debito?

Una domanda da 36.4 trilioni di dollari?

Questa è almeno una domanda da 36.4 trilioni di dollari. Forse una domanda da $ 45.9 trilioni, o forse anche da $ 116.6 trilioni. La risposta corretta dipende dall'effettivo livello di debito della Cina. A differenza della sfida di Trump di tre decenni fa, quando la questione del debito sistemico era denominata in miliardi di dollari, il problema dei crediti inesigibili cinesi è 1,000 volte peggiore.

Forbes riporta la stima del professor Victor Shih dell'Università della California-San Diego, il quale ritiene che i dati sul debito pubblico cinese si siano rivelati tristemente inadeguati.

Una domanda da 45.9 trilioni di dollari?

Nel 2017, Shih ha valutato il debito totale cinese al 328% del prodotto interno lordo (PIL) (riportato a $ 14 trilioni), quindi $ 45.9 trilioni. Secondo Shih, "i pagamenti totali di interessi da giugno 2016 a giugno 2017 hanno superato l'aumento incrementale del PIL nominale di circa 8 trilioni di RMB".

Se è così, ciò suggerisce che la fine è vicina. Tuttavia, per quanto difficile possa sembrare, la situazione reale potrebbe essere anche peggiore.

O una domanda da $ 116.6 trilioni?

Se sei un intenditore di verità proibite, come me, non prendi le cifre ufficiali per valore nominale. Continui a cercare racconti che rivelino la vera storia. Sono convinto che le statistiche del governo cinese siano fasulle come quelle degli Stati Uniti. E ancora di più.

Il professor Christopher Balding della HSBC Business School dell'Università di Pechino, un'autorità con buone fonti nel Financial Stability Board della People's Bank of China (PBOC), ha recentemente svolto alcune aritmetiche sovversive combinando "attività in bilancio" con "attività fuori bilancio". Ricorda, mentre i debiti sono passività per i mutuatari, sono attività per i prestatori.

Conclude che il debito totale in Cina è uno sbalorditivo 833% del PIL. Ciò significa un debito di circa $ 116.6 trilioni.

Oh. Semplicemente wow!

Leggi la storia completa qui ...

L'autore

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite
2 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
DawnieR

"A partire dal 2016, gli appartamenti vuoti della Cina potrebbero ospitare New York City 27 volte".

Facciamo buon uso di quegli appartamenti vuoti. Che siano usati per ospitare i comunisti (ei nazisti) del mondo. E inizieremo con gli USA……..tempo di Clean House e spedire i "nostri Commies" in Cina!

Commento

Questa idea è effettivamente menzionata nel libro "1984", ecco 2 citazioni pertinenti: "per mantenere le ruote dell'industria in movimento senza aumentare la vera ricchezza del mondo. Le merci devono essere prodotte, ma non devono essere distribuite”. “L'atto essenziale della guerra è la distruzione, non necessariamente di vite umane, ma dei prodotti del lavoro umano. La guerra è un modo per frantumare, o riversare nella stratosfera, o sprofondare nelle profondità del mare, materiali che altrimenti potrebbero essere usati per rendere le masse troppo a proprio agio e quindi, alla lunga, troppo intelligenti. Anche quando... Per saperne di più »

Ultima modifica 3 mesi fa da Commento