Guardando indietro: Technocrat ha detto ai residenti dell'Ohio di 1938 che l'utopia giace dritta

M. King Hubbert (a sinistra), Howard Scott (al centro), co-fondatori di Technocracy, Inc. in 1934
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
L'evangelista della tecnocrazia Howard Scott sarebbe felice che la tecnocrazia si sia diffusa oggi nel mondo, ma la sua previsione di Utopia si è trasformata in distopia, come in Cina e in India. Il sogno irrealizzabile di Scott dell'ingegneria sociale e del controllo economico totale era tanto crudele di quanto non abbia dimostrato oggi. ⁃ Editor TN

Gli americani non avevano bisogno di lavorare così duramente per una vita felice.

La scienza indicherebbe la strada verso un futuro più luminoso.

L'ingegnere industriale di New York Howard Scott, 48, direttore capo di Technocracy Inc., ha tenuto un discorso di Akron l'ottobre 19, 1938, che ha promesso una forma rivoluzionaria di governo che avrebbe fornito sicurezza, svago e abbondanza a tutti.

Il suo "governo di ingegneri" proposto avrebbe consentito agli uomini di lavorare quattro ore al giorno, quattro giorni alla settimana e 165 giorni all'anno per ricevere tutto ciò che potevano desiderare. Secondo il suo modello, avrebbero iniziato a lavorare all'età di 25 e si sarebbero ritirati all'età di 45 per godersi il tempo libero. Inoltre, verrebbero pagati $ 385 a settimana (circa $ 6,845 oggi).

Potrebbe sembrare troppo bello per essere vero, ma i residenti di Akron hanno risposto con entusiasmo al discorso di Scott durante la Grande Depressione. Howard indossava un abito grigio a doppio petto - la sua cosiddetta "uniforme per vivere e lavorare" - quando parlò all'Arkron Armory alle 8 pm

Era la sua seconda tappa in un tour continentale delle città statunitensi di 18. La prima lezione di Scott a Cleveland ha attirato un pubblico di 2,000. Ad Akron, più di 2,500 ha impacchettato l'armeria. I biglietti costano 35 centesimi (circa $ 6.22 oggi).

I seguaci di Scott, molti vestiti di grigio, gli fecero un saluto tecnocratico, un saluto militare combinato con un mezzo inchino, quando l'ingegnere 6-foot-5 salì sul palco.

"Quanti di voi stanno meglio oggi rispetto a un anno fa?" Iniziò il professore con la voce roca. "Alza la mano destra, per favore."

Il pubblico rise quando solo sei o sette mani si alzarono dalla folla.

"Dovremo avere un governo in grado di garantire a tutti i singoli standard economici decenti dalla nascita alla morte", ha detto Scott, suscitando applausi. "La tecnologia moderna ci renderà in America il custode di nostro fratello, che ci piaccia o no."

Scott ha professato di opporsi al capitalismo, al comunismo e al fascismo. Ha detto che il movimento tecnocratico era aperto a tutti fintanto che non appartenevano a partiti politici.

"I repubblicani hanno un odore cattivo quanto i comunisti, e i democratici sono odoriferi come i fascisti", ha detto.

Il movimento per la tecnocrazia risale al 1919 quando scienziati, ingegneri ed economisti di Scott e 350 formarono la Technical Alliance of North America. Hanno teorizzato che il governo sarebbe meglio servito se gli esperti tecnici mettessero le loro menti scientifiche a risolvere i problemi della nazione invece di politici mal informati.

Un'alleanza di élite vestite di grigio potrebbe porre fine al governo politico e formare una società utopica in cui le distinzioni di classe, la povertà e il crimine diventerebbero obsolete.

Scott, che aveva ricoperto il ruolo di capo da 1933, ha affermato di aver co-fondato la tecnocrazia perché disgustato "dalla stupidità e dall'innesto della guerra mondiale". Il movimento ha preso piede dopo che l'incidente di 1929 Wall Street ha inaugurato la depressione.

"Questo paese ha i materiali, le macchine e gli operai per produrre tutto per tutti", ha detto al pubblico di Akron.

“E tutti i nostri bisogni materiali potrebbero essere soddisfatti attraverso il lavoro dei nostri cittadini abili tra 25 e 45, ognuno dei quali lavora quattro ore al giorno, quattro giorni alla settimana.

“Questo, in poche parole, è l'obiettivo della tecnocrazia. Può essere raggiunto solo da un'economia pianificata e disciplinata, sotto la direzione di ingegneri qualificati. "

Ha predetto che i macchinari alla fine sostituiranno il lavoro umano. Un modo migliore, ha detto, sarebbe quello di far funzionare le macchine per le persone.

"È stupido lavorare quando puoi semplicemente premere un pulsante", ha affermato.

Akron, East Akron, Barberton e Cuyahoga Falls avevano sezioni locali di tecnocrazia. Prima del suo discorso all'armeria, Scott ha incontrato i consigli di amministrazione locali nell'auditorium di Polsky. I follower dovevano iscriversi ai corsi per studiare le lezioni di 22 che richiedevano quasi un anno di lavoro in classe.

Scott predisse che il capitalismo sarebbe crollato e che la tecnocrazia avrebbe prevalso nei prossimi anni di 10, sebbene non potesse anticipare l'ingresso negli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale, la fine della Grande Depressione e l'inizio del boom del bambino.

Un membro del pubblico di Akron ha chiesto: "Se il governo deve controllare tutto sotto la tecnocrazia, come devono essere scelti i capi di governo?"

Scott ha risposto in modo piuttosto criptico: “Molte persone hanno sempre paura di perdere qualcosa che non hanno mai avuto. Proprio come i partiti radicali, trascorrono tutto il loro tempo cercando di perfezionare la tecnica per realizzare qualcosa che non hanno comunque la capacità di realizzare ”.

Ha detto ai seguaci che i leader americani sarebbero saliti in cima come le patate più grandi in un treno merci in rapido movimento.

"Molto presto troverai tutte le piccole patate in fondo perché è lì che apparentemente vogliono essere", ha spiegato Scott.

La scienza (e l'agricoltura) indicherebbe sicuramente la strada.

Dopo la sua permanenza ad Akron, il capo tecnocrate uscì dal Mayflower Hotel e continuò la sua crociata in tutto il paese.

Howard Scott ha trascorso i prossimi anni 30 a promuovere la tecnocrazia vestita di grigio. Ha vissuto l'anno futuristico di 1970, che si è rivelato essere molto diverso da Utopia.

Due giorni prima della sua morte all'età di 79 a Orlando, in Florida, il capo tecnocrate avrebbe lamentato: "Mai nella storia un paese è stato così impreparato per ciò che deve affrontare".

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Avatar
Sottoscrivi
Notifica