Green Energy Fail: il sogno impossibile della Germania per le energie rinnovabili

Per favore, condividi questa storia!
Burocrati e Tecnocrati europei si sono posti obiettivi irraggiungibili sull'energia rinnovabile e hanno imposto ai contribuenti il ​​fallimento con tasse soffocanti. Le persone sono stufe quando si rendono conto che la guerra tra combustibili fossili e rinnovabili è solo un'altra truffa. ⁃ TN Editor

Gli elettori di tutta Europa hanno perso la fiducia nella politica in parte a causa di "obiettivi irrealizzabili" sulle energie rinnovabili, ha affermato il ministro tedesco dell'energia Peter Altmaier, che ha respinto le chiamate da un gruppo di altri paesi dell'UE per aumentare la percentuale di energie rinnovabili sul 33-35% del blocco mix energetico di 2030.

Altmaier ha formulato le osservazioni durante uno scambio verbale tra i ministri dell'energia 28 dell'UE, riuniti oggi a Lussemburgo (11 giugno) per una riunione del Consiglio Energia.

I ministri dell'Energia dovrebbero eliminare una posizione comune su tre leggi sull'energia pulita che sono attualmente in fase di negoziazione nelle istituzioni dell'UE: la Direttiva sulle energie rinnovabili, la Direttiva sull'efficienza energetica e un regolamento sulla governance dell'Unione dell'energia.

"La Germania sostiene obiettivi responsabili ma raggiungibili", ha affermato Altmaier sin dall'inizio, sottolineando gli sforzi di Berlino per aumentare la percentuale di energie rinnovabili allo 15% del mix energetico globale del paese.

Ma ha detto che questi sforzi hanno comportato anche un costo per il contribuente tedesco, che ha stimato a 25 miliardi di euro all'anno. "E se stiamo fissando obiettivi che sono decisamente superiori al 30%, significa che entro un decennio la nostra quota deve essere più che raddoppiata, chiaramente più che raddoppiata", ha sottolineato Altmaier.

"Non ce la faremo", ha detto Altmaier riferendosi all'obiettivo di mettere 1 milioni di veicoli elettrici sulla strada di 2020 in Germania. "Da nessuna parte in Europa ci riuscirà", ha affermato. "E anche se riuscissimo a ottenere abbastanza auto elettriche, non avremmo abbastanza energia elettrica rinnovabile per tenerle sulla strada", ha sottolineato.

Ciò che è necessario, ha affermato, è "un compromesso che ci impedisce di raggiungere un obiettivo irraggiungibile" a livello europeo. “I cittadini di tutta Europa stanno perdendo fiducia nella politica. Quando vedono che stiamo fissando obiettivi molto ambiziosi e che qualche anno dopo lo stiamo rimandando, siamo ben lontani dalle loro aspettative. "

[the_ad id = "11018 ″]

La dichiarazione di Altmaier è stata respinta come "patetica" da Claude Turmes, il principale negoziatore del Parlamento sul regolamento di governance, che diventerà ministro dell'energia del Lussemburgo alla fine del mese.

Tuttavia, le dichiarazioni della Germania hanno riversato acqua fredda sulle aspettative di altri paesi dell'UE, che hanno richiesto maggiori ambizioni sul "pacchetto energia pulita" della legislazione dell'UE.

Il Lussemburgo e la Spagna, che hanno parlato prima della Germania durante la riunione del Consiglio, hanno entrambi sostenuto la richiesta del Parlamento europeo di obiettivi più elevati in materia di energie rinnovabili ed efficienza energetica, sostenendo un obiettivo del 35% per entrambi. Anche Paesi Bassi, Francia, Danimarca, Svezia, Italia e Portogallo sono stati tra quelli che chiedevano obiettivi più elevati in termini di energie rinnovabili ed efficienza energetica rispetto a quelli attualmente sul tavolo.

Leggi la storia completa qui ...

Sottoscrivi
Notifica
ospite

0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti