Governi che utilizzano Coronavirus per violare la privacy

coronavirusImmagine: CDC
Per favore, condividi questa storia!
image_pdfimage_print
Dopo l'9 settembre e il Patriot Act, la privacy negli aeroporti è diventata un ricordo del passato, poiché la TSA ha assicurato che tutti i viaggiatori venivano perquisiti, puniti, sottoposti a radiografia e intimiditi. La guerra contro i virus aggraverà questa tendenza di un ordine di grandezza. ⁃ Editor TN

Migliaia di persone negli Stati Uniti si sono rivelate positive per COVID-19, e il bilancio delle vittime in tutto il mondo ha superato 6,000. L'Italia è in stato di blocco e a New York City il governo chiede che siano chiuse attività come bar, ristoranti e cinema, nel tentativo di arginare la diffusione del virus.

Dopo che le misure draconiane sono state attuate in Cina per arrestare il rapido tasso di infezione del virus, comprese le restrizioni ai movimenti, la sorveglianza su larga scala e l'isolamento forzato, sembra che tali misure stiano funzionando, con nuovi casi in calo in Cina. È improbabile che queste stesse misure vengano adottate negli Stati Uniti, ma il governo e i datori di lavoro in tutta la nazione dovranno affrontare questioni complesse in materia di privacy e salute pubblica nei prossimi mesi.

“Sta dicendo che a questo punto, gli esperti di salute pubblica non richiedono nessuna di queste misure; sono stati chiari sul fatto che le tattiche che saranno più utili sono il distanziamento sociale e una buona igiene come un attento lavaggio delle mani e la disinfezione ", afferma Rachel Levinson-Waldman, Senior Counsel of the Liberty and National Security Program presso il Centro di giustizia di Brennan, presso NYU School of Law.

La Cina ha implementato strumenti di sorveglianza in contrasto con i valori americani fondamentali come la libertà di parlare, viaggiare e riunirsi. Il coronavirus - sebbene innegabilmente un'emergenza per la salute pubblica - non dovrebbe diventare una scusa per istituire strumenti che minerebbero quei valori. "

Le implicazioni delle azioni della Cina sono di vasta portata quando si tratta di compromettere ulteriormente la privacy dei loro cittadini e potrebbero essere lasciate sul posto anche dopo che il coronavirus è sotto controllo, poiché CoinDesk ha scritto circa la scorsa settimana.

Kathryn Waldron, un membro della sicurezza informatica presso il R Street Institute, un think tank che promuove i mercati liberi e il governo limitato, è scettico vedremo il lancio della tecnologia di sorveglianza negli Stati Uniti sulla stessa scala della Cina. Innanzitutto, gli Stati Uniti non dispongono già della scala di infrastrutture di riconoscimento facciale per condurre una sorveglianza di massa della Cina. In secondo luogo, è meno probabile che gli americani consentano una sorveglianza governativa su larga scala su scala cinese.

Questo non è il momento per i datori di lavoro di raccogliere opportunisticamente informazioni aggiuntive sui propri dipendenti o di introdurre misure di sorveglianza dei dipendenti.

"La sorveglianza del governo non è un nuovo fenomeno per i cittadini cinesi", afferma Waldron. “Il sistema di punteggio di credito sociale cinese utilizzava già la tecnologia di riconoscimento facciale e una sorveglianza quasi onnipresente per gestire la vita quotidiana delle persone e alle persone con punteggi insufficienti è già stata negata la possibilità di viaggiare in occasioni, molto prima che COVID-19 fosse una minaccia. L'implementazione di ulteriori misure di sorveglianza non è un comportamento radicalmente nuovo. "

Il costo della salute pubblica

Esiste una tensione tra le esigenze del pubblico nel rimanere al sicuro e l'erosione della privacy che potrebbe richiedere, ed è poco chiaro quale percorso il governo potrebbe tracciare in questo senso.

Levinson-Waldman afferma che le chiamate in questo momento sono per l'autoisolamento delle persone, e non ha sentito suggerimenti sul fatto che tecnologie come quelle utilizzate in Cina verranno introdotte qui.

Ma solleva il blocco di Boston nella ricerca degli autori dell'attentato alla maratona di Boston come qualcosa che potrebbe offrire spunti sulla situazione attuale. Dice che potrebbe essere stata una decisione comprensibile nell'immediato dopoguerra di una grande emergenza, ma è stata probabilmente anche una significativa violazione delle libertà civili. C'erano altri passaggi, come non chiudere tutti i mezzi pubblici in città o bloccare la città, che avrebbero potuto essere presi.

"Non è difficile immaginare che potrebbe esserci una sorta di reazione eccessiva del governo a questa crisi, sia che si tratti di privacy o di altre libertà civili", afferma Levinson-Waldman.

Leggi la storia completa qui ...

Unisciti alla nostra mailing list!


Sottoscrivi
Notifica
ospite
3 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Diane DiFlorio

La migliore cura per #CoronaVirus è una PILLOLA ROSSA.

Questa cosiddetta pandemia riguarda tutto;
1) Controllo / isolamento / quarantena delle masse
2) distribuzione 5G
3) Crollo del sistema economico / azionario / bancario
4) Sorveglianza totale
5) Vaccinazione forzata
6) Società senza contanti
7) Microchip / ID2020
#CoronaVirusHoax

Vorrei che qualche giorno potessi tornare a dormire come le pecore che mi circondano con i loro paraocchi in attesa che il governo si prenda cura di loro. È così difficile far svegliare le persone, specialmente quando il porno della paura è 24/7.

justsayin