Google e il Pentagono collaborano per l'IA per diagnosticare Covid-19

DIU
Per favore, condividi questa storia!
Dimentica i sistemi di IA pre-crimine, ora la sua "salute predittiva". Google, la CIA e il Pentagono si uniscono per sviluppare programmi di intelligenza artificiale per la previsione precoce delle malattie, incluso COVID-19. La Defense Innovation Unit (DIU) è "Accelerating Commercial Technology for National Security". ⁃ TN Editor

Google ha recentemente collaborato con il Pentagono come parte del nuovo programma "Predictive Health" basato sull'intelligenza artificiale. Anche se per ora si è concentrato solo sulla "diagnosi predittiva del cancro", Google e l'esercito hanno piani apparenti per espandere il modello di IA per automatizzare e prevedere le diagnosi di Covid-19.

All'inizio di settembre, Google Cloud ha annunciato che aveva vinto un progetto relativamente nuovo del Pentagono Unità di innovazione della difesa (DIU) "prototipare una soluzione di patologia digitale abilitata all'IA presso strutture selezionate del DoD [Dipartimento della Difesa]". Questo prototipo, per un comunicato stampa di Google Cloud, combina "telescopi di realtà aumentata" con strumenti di rilevamento del cancro "abilitati all'intelligenza artificiale" che presumibilmente miglioreranno l'accuratezza delle "diagnosi predittive del cancro". È il secondo contratto DIU di Google ha vinto quest'anno, con il primo relativo alla lotta alle "minacce informatiche".

L'implementazione iniziale di questa "soluzione di patologia digitale", finanziata dal Pentagono e creata da Google, avrà luogo "presso strutture terapeutiche selezionate della Defense Health Agency (DHA) e ospedali per gli affari dei veterani negli Stati Uniti" e il programma include "piani futuri di espansione nel più ampio sistema sanitario militare degli Stati Uniti ", secondo Google.

L'iniziativa fa parte di un più ampio programma guidato da DIU chiamato "Predictive Health" anche collaborato con le sforzo congiunto AI dell'esercito e dell'intelligence statunitense, del Joint Artificial Intelligence Center e dell'iniziativa "Warfighter Health" della JAIC. Il JAIC, che è attualmente condotto da un ex dirigente della Silicon Valley, sta fornendo gran parte dei finanziamenti per Predictive Health, intanto la relativa iniziativa "Warfighter Health" cerca in modo più ampio "di mettere in campo soluzioni di IA che mirano a trasformare l'assistenza sanitaria militare".

Oltre al suo obiettivo dichiarato di migliorare l'accuratezza delle diagnosi di cancro, l'implementazione di questo strumento di diagnosi medica basato sull'intelligenza artificiale di Google-DIU mira a mostrare agli "operatori sanitari in prima linea" che tali strumenti "possono migliorare la vita" delle truppe statunitensi, secondo Dirigenti di Google. Come ha osservato Mike Daniels, vicepresidente del settore pubblico globale presso Google Cloud, in una dichiarazione, Google sta "collaborando con DIU per fornire la nostra tecnologia di apprendimento automatico e intelligenza artificiale per aiutare gli operatori sanitari in prima linea a conoscere le capacità che possono migliorare la vita dei nostri militari, uomini e donne e delle loro famiglie". Google ha anche affermato che l'uso del loro strumento presso le strutture sanitarie militari "ridurrebbe anche i costi sanitari complessivi".

Lo sforzo di Google-DIU per esternalizzare il processo decisionale dei medici umani a un algoritmo di intelligenza artificiale su misura è, per ora, concentrato solo sulla diagnosi dei tumori. Tuttavia, giovedì scorso, meno di due settimane dopo aver vinto il contratto DIU, Google ha annunciato che lo era donando $ 8.5 milioni a diverse organizzazioni per promuovere lo sviluppo e l'utilizzo dell'IA "per il monitoraggio e la previsione" Covid-19. Quei soldi fanno parte di una donazione più ampia di $ 100 milioni da parte di Google per il finanziamento di "soluzioni" a Covid-19 che è stata annunciata a maggio.

Ulteriori prove che Google prevede di offrire presto "diagnosi predittive" basate sull'intelligenza artificiale per Covid-19 sono arrivate ad agosto, quando Google Cloud hanno collaborato con Il Global Health Institute di Harvard fornirà "Covid-19 Public Forecasts", che "forniscono una proiezione di casi di Covid-19, decessi e altri parametri nei prossimi 14 giorni per le contee e gli stati degli Stati Uniti". L'annuncio della collaborazione Google-Harvard ha coinciso con un annuncio dal National Institutes of Health (NIH) inizierebbe a "sfruttare [ing] AI per la diagnosi, il trattamento e il monitoraggio COVID-19".

In particolare, anche altre società tecnologiche che hanno prodotto modelli di IA di "diagnosi predittiva" per Covid-19 hanno iniziato per prime offrendo "previsioni" create da AI di epidemie "probabili" di Covid-19. Per esempio, la Diagnostic Robotics collegata all'intelligence israeliana inizialmente ha offerto "previsioni" predittive basate sull'intelligenza artificiale di città e distretti per guidare la politica di blocco in Israele e nello stato americano del Rhode Island, prima di collaborare con la società statunitense Salesforce per sviluppare una piattaforma che utilizza l'intelligenza artificiale per "prevedere" quali individui è probabile che venga diagnosticato con Covid-19 e quindi utilizzi l'intelligenza artificiale per monitorare e persino "trattare" quegli individui.

Inoltre, in collaborazione con i ricercatori dei centri sanitari Mount Sinai di New York, il gigante tecnologico Microsoft ha già aiutato lo sviluppo di un algoritmo di intelligenza artificiale che "diagnosi rapide" Covid19. Il modello AI del Monte Sinai, supportato da una recente borsa di studio dall'iniziativa "AI for Health" di Microsoft, "è stato accurato quanto un radiologo esperto nella diagnosi della malattia", secondo uno dei principali ricercatori dietro lo sviluppo del modello. Sebbene il suo sviluppo sia stato aiutato da Microsoft, il cuore del modello di intelligenza artificiale del Monte Sinai è TensorFlow, che è stato sviluppato da Google ed è il sistema di seconda generazione di Google AI per l'apprendimento automatico.

Inoltre, entrambi Google e Microsoft fanno parte di uno sforzo con sede in Europa volto a "automatizzare le diagnosi" per Covid-19 tramite un algoritmo AI che analizza le scansioni CT, che è simile in diversi modi al modello AI del Monte Sinai. Pertanto, sembra altamente probabile che gli sforzi di Google per offrire "diagnosi predittive" basate sull'intelligenza artificiale si espandano presto per includere strumenti che utilizzano algoritmi per diagnosticare il Covid-19, non solo il cancro.

La fusione del Pentagono, della CIA e della Silicon Valley

Fondata in 2015, la Unità di innovazione della difesa del Dipartimento della Difesa esiste ufficialmente per trasferire "capacità commerciali all'avanguardia alle forze armate in modo più rapido ed economico rispetto ai metodi di acquisizione della difesa tradizionali" e per accelerare "l'adozione della tecnologia commerciale in tutto il settore militare e [far crescere] l'innovazione della sicurezza nazionale base." Come il DIU chiarisce sul suo sito web, la "base di innovazione della sicurezza nazionale" che cerca di "crescere" è costituita da società tecnologiche private, vale a dire quelle con sede nella Silicon Valley, che forniscono "soluzioni commerciali avanzate" alle "sfide alla sicurezza nazionale". Questo, ovviamente, include le società tecnologiche che già fungono da appaltatori per lo stato di sicurezza nazionale, come Google, Microsoft e Amazon, tra numerose altre.

Leggi la storia completa qui ...

Informazioni sull'editor

Patrick Wood
Patrick Wood è un esperto importante e critico in materia di sviluppo sostenibile, economia verde, agenda 21, agenda 2030 e tecnocrazia storica. È autore di Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation (2015) e coautore di Trilaterals Over Washington, Volumes I e II (1978-1980) con il compianto Antony C. Sutton.
Sottoscrivi
Notifica
ospite

5 Commenti
il più vecchio
Nuovi Arrivi I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
Dan

E chi non si fida di Google per la propria salute?

Dave

È stata la diagnostica predittiva a farci finire in questo pasticcio in primo luogo. Non ci sono esperti, solo avidità e malvagità. Ciao Hannah!